Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

BenQ W10000 - DLP full-HD

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 06 Maggio 2007 nel canale PROIETTORI

“Disponibile già da qualche mese sul mercato italiano, il BenQ W10000 è un videoproiettore DLP a piena risoluzione HD con prestazioni e qualità molto elevate. Il netto taglio del prezzo di listino della scorsa settimana ne fanno il videoproiettore DLP full-HD con il rapporto qualità prezzo più elevato in assoluto”

Analisi qualità video con HD DVD

Per la verifica della qualità generale, in attesa che le soluzioni basate su PC recuperino al più presto il ritardo accumulato rispetto ai lettori da tavolo, ci siamo affidati ad un lettore HD DVD che conosciamo già molto bene: il Toshiba HD-A1, capace di riprodurre segnali video ad alta definizione fino a 1080i e quindi solo a scansione interlacciata.

Per quanto riguarda la taratura, collegando il Toshiba abbiamo dovuto modificare pesantemente i valori di luminosità e anche quelli di contrasto. In particolare, con gli stessi valori del PC, il livello del nero è troppo elevato e il rapporto di contrasto si riduce notevolmente. Impostando invece la luminosità a +2 e il contrasto a -4, le immagini conquistano di nuovo la stessa potenza e naturalezza osservate con il PC.

Per il test ci siamo concentrati su materiale con molte scene scure, per verificare soprattutto i classici limiti di alcuni proiettori con tecnologia DLP, molto abili nel contenere il livello del nero ma meno a loro agio quando devono riprodurre i particolari sulle basse luci con un po' di rumore (grana etc) o le sfumature più sottili con gamma dinamica contenuta.

Il BenQ W1000 non si è minimamente scomposto, neanche con le scene più difficili di "Batman Begins" e "King Kong" e il vantaggio rispetto alla riproduzione da HTPC è sensibile. Il dettaglio è sempre il cavallo di battaglia di questo proiettore ma la naturalezza e morbidezza nella roproduzione delle sfumature non sono certo un problema.

Con la taratura, abbassando il valore della saturazione a valori più umani, si riesce a contenere alla perfezione anche una certa "esuberanza" nel colorare un po' troppo le tinte a saturazione più bassa. Il risultato è un incarnato assolutamente credibile e colori saturi molto potenti e profondi: una vera gioia anche per i palati più fini.

Per chi non ha problemi con l'effetto rainbow, segnaliamo un leggerissimo vantaggio nel numero di sfumature quando viene ridotta la velocità della ruota colore a 4X, possibilità disponibile nel menu "avanzato" e impostando la modalità di massima riduzione del rumore. Purtroppo questa modalità è disponibile solo con lampada a ridotta potenza. Speriamo che la possibilità sia allargata anche a piena potenza in una nuova versione del firmware.

Segue : Conclusioni Pagina successiva