Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Mitsubishi Electric HC5000

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 19 Aprile 2007 nel canale PROIETTORI

“Il Mitsubishi HC5000 è un videoproiettore 1080p con tecnologia 3LCD che ha creato un nuovo riferimento nel rapporto qualità/prezzo tra i proiettori full-HD grazie ad un prezzo di listino estremamente aggressivo, da qualche giorno ulteriormente ritoccato in basso, oltre che prestazioni elevate”

Qualità video con software tradizionale

Dopo una doverosa calibrazione, per la verifica delle prestazioni utilizziamo software ad alta definiznione di elevata qualità (HD DVD - Tokyo Drift, Batman Begins, King Kong). Con immagini generalmente luminose, la qualità d'immagine dell'HC5000 sorprende per dettaglio, energia e tridimensionalità. Altrettanto intensa e ben controllata la riproduzione delle sfumature con un risultato davvero molto buono. A distanza ragionevole (1.5 volte la base dello schermo) il reticolo dei pixel è ancora percepibile ma non dà assolutamente fastidio. Al contrario, sembra aiutare in maniera determinante una percezione del dettaglio che è già molto elevata, quasi si trattasse di uno sharpness naturale.

Con immagini leggermente più scure, inizia a comparire qualche piccolo limite sulla riproduzione dei particolari sulle basse luci. La prestazione generale è comunque molto buona e la maggior parte dell'attenzione viene letteralmente rapita dall' eccellente controllo sulla saturazione cromatica e dalla qualità del deinterlaccio. Benché l'uscita del Toshiba HD-A1 sia a 60Hz a scansione interlacciata, non si sente assolutamente la mancanza di una sorgente 24p, probabilmente grazie alle buone prestazioni del chip Reon con tecnologia HQV Realta. Per un maggiore approfondimento dovremo attendere la reale disponibilità di un player di qualità con uscita 24p.

Con immagini ancora più scure (nella foto, Superman Returns, riprodotto stavolta dal Toshiba HD-A1), il sistema occhi cervello inizia a sentire una piccola mancanza di tridimensionalità, a causa di un livello del nero non da primato e di una leggera compressione dei primi gradini della scala dei grigi che può essere corretta solo parzialmente con una taratura fine come spiegato nel paragrafo degli strumenti di calibrazione. Con materiale a definizione standard le prestazioni sono ottime sotto molti punti di vista. Il DSP Reon con tecnologia HQV Realta funziona dannatamente bene, specialmente nel deinterlaccio di materiale cinematografico registrato su DVD Video, anche in formato NTSC.

Segue : Conclusioni Pagina successiva