Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

AV Magazine projection shoot-out

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 19 Marzo 2007 nel canale PROIETTORI

“In questo breve ma intenso reportage, cerchiamo di fornire un resoconto dettagliato di cosa è successo durante la comparativa tra proiettori full-HD proposta da AV Magazine al Top Audio & Video Show di Roma, senza dimenticare una piccola classifica sui prodotti chiesta a gran voce da tutti i partecipanti”

Installazione e schema (previsto) dell'impianto

Il progetto originale prevedeva tutti i proiettori montati su un'americana, in modo da avere molto più spazio e consentire agli ospiti di avvicinarsi allo schermo per verificare da vicino alcuni dei parametri più interessanti come la qualità degli obiettivi utilizzati nei vari modelli. Purtroppo la maggioranza dei distributori ha chiesto un'istallazione su tavolo per garantire la massima visibilità del prodotto da parte del pubblico.


Lettore Blu-ray Panasonic e Playstation 3 PAL (arrivata solo il sabato)

Con questa premessa, verificando lo spazio a disposizione e dopo numerose prove, abbiamo disposto i tavoli ad "L" collocando i primi tre schermi su una linea retta e gli ultimi tre a chiudere con una decisa curva che ha anche permesso di evitare che la luce degli indicatori delle uscite di emergenza finisse sulla superficie degli ultimi schermi.


HTPC con Intel X6800 e scheda video GeForce 880

Una volta disposti i proiettori, abbiamo collegato tre sorgenti all'ottimo cross switch Octava che abbiamo già testato in questo articolo. Come prima sorgente c'è un HTPC basato su scheda madre Asus con chipset nVidia 680, CPU Intel X6800 Extreme, 2 GB di RAM Cell Shock da 800MHz 5-5-5-12 e scheda video Point Of View 8800 con 640MB di RAM, quest'ultima fornita da Syspack.


Dall'alto: switch Octava, Splitter Spatz e la coppia di splitter G&BL

Le altre due sorgenti sono rappresentate dal lettore HD DVD Toshiba HD-A1 (prima generazione) e dal lettore Blu-ray Disc Panasonic BD-P10, scegliendo per entrambi un'uscita video a risoluzione 1920x1080i a scansione interlacciata, in modo da verificare anche la bontà del de-interlaccio operato dai vari proiettori. Solo l'uscita video del PC è stata impostata a 1080p e 60Hz di frequenza di quadro. Dal pomeriggio di Sabato, Sony ci ha consegnato anche un esemplare di Playstation 3 PAL che ci ha sorpreso per l'elevata qualità del segnale video e per la velocità della meccanica. Ne riparleremo molto presto.


Schema a blocchi dei collegamenti HDMI dell'intero impianto

Il segnale in uscita dal cross-switch Octava sarebbe stato consegnato ad uno splitter G&BL Italia 1x8 (un ingresso HDMI e 8 uscite HDMI) e, in alternativa, ad uno splitter SPATZ con 1 ingresso DVI e 8 uscite DVI compatibile HDCP. Il condizionale non è mai stato più opportuno. Alle ore 4:30 del mattino, dopo aver verificato il funzionamento di tutto (ma proprio tutto), siamo andati a riposare qualche ora, lasciando giusto tre ore per la taratura del bilanciamento del bianco degli ultimi tre proiettori da effettuare prima dell'apertura.