Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Shoot-out proiettori: Epson JVC Sony

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 13 Maggio 2015 nel canale PROIETTORI

“Durante lo scorso week-end, a Roma e a Bologna e in collaborazione con i due punti vendita Stereoland e Audioquality, abbiamo realizzato un interessante confronto tra tre videoproiettori con tecnologia LCD riflessiva: Epson EH-LS10000, JVC DLA-X500R e Sony VPL-VW300ES”

Epson vs. JVC vs. Sony


Foto di gruppo con gli amici di Stereoland all'interno della sala a Cinecittà
- click per ingrandire -

Storicamente gli shoot-out tra videoproiettori vengono organizzati tra ottobre e febbraio, in quei mesi in cui vengono presentate le novità. Novità che per anni hanno avuto una cadenza praticamente annuale. Purtroppo In questi ultimi due anni, complice una crisi che - specialmente in Italia - sembra non avere fine, il settore della videoproiezione non ha espresso novità eclatanti ma soltanto nuovi modelli con piccole modifiche, con differenze limitate e alcune volte anche peggiorative della qualità dei prodotti già esistenti, anche se ad un prezzo sensibilmente inferiore. Lo scorso settembre Epson ha presentato un nuovo proiettore home theater con tecnologia LCD riflessiva, aggiungendosi quindi a Sony e JVC che ormai da anni producono macchine con lo stesso tipo di microdisplay. In realtà Epson ci aveva già provato qualche anno prima con R2000 ed R4000. Potete trovare parte della storia e la recensione del prototipo R4000 (il primo riflessivo di Epson) in questo articolo. La tecnologia riflessiva non è quindi una novità ed Epson infatti è andata oltre, presentando il primo proiettore LCD riflessivo con sistema di illuminamento ibrido con laser e fosfori.

Anche se la decisione di usare microdisplay NON a risoluzione nativa 4K ha spento una parte degli entusiasmi, l'interesse sul nuovo proiettore Epson è cresciuto molto in fretta, soprattutto quando è stato definito il prezzo di listino al pubblico per l'Europa, vicinissimo a quello del Sony VPL-VW300ES e nettamente più basso rispetto a quello in vigore negli Stati Uniti: circa 7.000 Euro IVA inclusa. In occasione delle due presentazioni del nuovo Epson LS10000 a Milano e a Roma dello scorso Marzo, la stragrande maggioranza del pubblico mi chiese quando avrei organizzato un confronto con Sony e con JVC, l'altro riferimento tra gli appassionati di videoproiezione. Finalmente a maggio, con la certa disponibilità dei primi modelli "di serie" del nuovo LS10000 e la esplicita richiesta da parte dei primi due punti vendita a Roma e a Bologna, la macchina organizzativa è partita con l'obiettivo di allestire un confronto limitato a tre prodotti molto simili per fascia di prezzo: il nuovo Epson LS10000 (7.115,66 € IVA inclusa), il Sony VW300 (6.990,00 € IVA inclusa) e il JVC X700 alias RS57 (5.990,00 € IVA inclusa). 

Il Sony VPL-VW300ES è il prodotto Sony "entry level" tra quelli a risoluzione nativa 4K. Ha un flusso luminoso dichiarato di 1.500 lumen e solo alcune rinunce rispetto al modello intermedio da 10.000 Euro che si chiama VPL-VW500ES, ovvero una lampada meno potente e la rinuncia a tre funzioni: il diaframma automatico non c'è più, manca la possibilità di memorizzare le posizioni dell'obiettivo e anche la possibilità di mantenere le calibrazioni nel tempo. Il JVC DLA-X700R si posiziona al centro della gamma di proiettori JVC presentata lo scorso settembre 2013 ad IFA e rispetto al modello entry level X500R può esprimere un rapporto di contrasto migliore e un filtro colore per la riproduzione di un gamut più esteso, specialmente nella componente verde. Del nuovo Epson LS10000 abbiamo già detto molto: potete trovare un'ampia preview con misure a questo indirizzo

Nonostante i piani che sembravano perfetti, a due giorni dall'evento romano JVC Professional ci ha comunicato che il nuovo JVC RS57 (il nome del modello professionale identico al DLA-X700R) sarebbe arrivato a destinazione la settimana successiva. Il personale del punto vendita che ha organizzato l'evento ha cercato un'alternativa senza successo e alla fine ci siamo accontentati di un X500R che è stato sottratto ad un loro cliente, con lampada che aveva accumulato circa 200 ore. Il proiettore è stato concesso per l'intera giornata dell'evento con la promessa di una taratura da parte del sottoscritto. Anche Audioquality ha cercato di recuperare un X700 da JVC KENWOOD italia, anche in questo caso senza successo. A quel punto ripiegare sul modello X500R è stata  una scelta obbligata, stavolta però con lampada a zero ore.