Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Plasma vs. LCD da Pick Up HiFi

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 01 Dicembre 2006 nel canale DISPLAY

“Pick Up HiFi di Palermo ha invitato recentemente i lettori di AV Magazine ad un evento organizzato a Novembre, in collaborazione con Pioneer, in cui è stato proposto un confronto tra i display con tecnologia LCD e plasma”

Plasma contro LCD: colori e livello del nero


I due TV della sfida con lo Sharp in posizione privilegiata
- click per ingrandire -

Torniamo ora alla sfida tra le due tecnologie. Come ho già anticipato, la sfida è stata proposta tra un televisore LCD Sharp con diagonale da 37" e risoluzione di 1366x768 punti e un televisore al plasma Pioneer con diagonale da 42" e risoluzione di 1024x768 punti. Il TV Sharp è di recente costruzione e utilizza un DSP video con tecnologia TrueD di Micronas.

Lo Sharp è stato posizionato su uno stand più alto con l'obiettivo di non mettere troppo in difficoltà la tecnologia LCD che tradizionalmente ha un angolo di visione più limitato rispetto a quello della tecnologia al plasma. Bisogna anche dire che lo Sharp è caratterizzato evidentemente da un angolo di visione piuttosto ampio che non evidenzia limiti di sorta anche osservando il pannello da angoli estremi.

Il display Sharp è in condizioni di default, caratterizzato quindi da un'immagine con bilanciamento piuttosto freddo e con saturazione inferiore alle aspettative. Il display Pioneer invece sembra ottimamente tarato, con un bilanciamento del bianco che rasenta la perfezione e curva del gamma davvero ottima che sottolinea l'elevato numero di sfumature a disposizione del nuovo pannello da 42".


Il display Sharp ha una saturazione cromatica inferiore rispetto al Pioneer
- click per ingrandire -

Tra le più eclatanti differenze che saltano all'occhio tra i due display c'è sicuramente la luminosità, molto più elevata per lo Sharp e sicuramente eccessiva per una visione in ambiente oscurato. C'è dire per correttezza che per alcuni display è possibile diminuire la potenza della lampada di retroilluminazione (come per i Bravia di Sony). Purtroppo non ho mai provato un display Sharp e non sono a conoscenza se esista anche per questi TV la stessa possibilità offerta da Sony.


Livelli del nero piuttosto simili ma con dominante blu per il display LCD
- click per ingrandire -

Il livello del nero dei due display è molto simile, almeno nell'ambiente molto luminoso del punto vendia. Ad uno sguardo più attento, il livello del nero dello Sharp appare leggermente più elevato ma con una dominante bluastra piuttosto fastidiosa, assente nel pannello Pioneer. Anche qui, non conoscendo il display Sharp, mi è impossibile capire se si tratta di un limite che può essere aggirato con la taratura.

La cosa più sconcertante è la ricchezza di sfumature. Sulla carta la tecnologia LCD può contare su un maggior numero di sfumature, anche perché i livelli delle celle a cristalli liquidi vengono modulati variando la tensione e quindi - teoricamente - possono raggiungere un numero di valori infinito. Il plasma invece crea le varie sfumature con un metodo simile a quello della tecnologia DLP, variando il numero e il tempo in cui le varie celle al plasma vengono accese e spente, molto velocemente.

Eppure, la ricchezza di sfumature del nuovo display Pioneer da 42" è molto elevata e mi ha molto sorpreso positivamente. Al contrario, il display Sharp ha messo in luce più una volta alcune fastidiose solarizzazioni (bending), specialmente sui livelli più bassi di luminosità. Anche in questo caso forse è possibile limitare questo tipo di problemi con un'attente taratura.