Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

TV LCD Pioneer KURO KRL-37V

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 22 Ottobre 2008 nel canale DISPLAY

“L'ingresso di Pioneer nel settore dei TV con tecnologia LCD sfrutta le nuove sinergie con l'altro grande produttore Sharp, in grado di fornire quanto di meglio è disponibile sul mercato in termini di pannelli LCD di elevata qualità. Il nuovo Pioneer LCD sarà in grado di rivaleggiare con i KURO al plasma?”

Misure: livelli, contrasto e gamma

I livelli di luminanza del primo TV LCD di casa Pioneer sono pienamente allineati alla concorrenza: quasi 400 candele su metro quadrato sono decisamente sovrabbondanti per qualsiasi applicazione casalinga e sufficienti anche per vedervi il vostro TG di mezzogiorno in terrazza, sotto al sole estivo. Nel menu è possibile abbassare la potenza della retroilluminazione fino a circa 86 candele, nettamente più confortevoli per visioni al buio e questo è uno degli aspetti più interessante del nuovo LCD Pioneer poiché pochi altri concorrenti sono in grado di fare altrettanto.

Anche il livello del nero è allineato alla concorrenza, con la differenza che abbassando la potenza della retroilluminazione è possibile far scendere il valore di luminanza ben al disotto delle 0,2 cd/mq. Il rapporto di contrasto è molto buono e leggermente superiore ai diretti concorrenti con la stessa tecnologia. Purtroppo le differenze con il plasma KURO di ultima generazione sono impietose.

La curva del gamma (per maggiori informazioni sulla misura del gamma vi consigliamo la lettura di questo articolo) è piuttosto interessante. Il valore medio è molto vicino al riferimento di 2.2 per l'alta definizione eppure c'è una caratterizzazione molto grande, con il valore del gamma più elevato sulle basse luci, con il probabile obiettivo di dare una sensazione di superiore profondità e contrasto.