Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pioneer Kuro PDP-LX5090

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 17 Settembre 2008 nel canale DISPLAY

“Il Pioneer Kuro di nona generazione è al momento la massima espressione della tecnologia al plasma per la riproduzione delle immagini. Caratterizzato da un rapporto di contrasto che viene definito "estremo" dal costruttore, si candida a vero riferimento tra i display di fascia più elevata”

Misure: colori, bilanciamento del bianco

Le coordinate cromatiche del gamut del Pioneer Kuro PDP-LX5090 sono state acquisite in condizioni di default, selezionando alternativamente le due impostazioni predefinite "gamut 1" e "gamut 2". La prima impostazione restituisce un gamut molto esteso, con colori primari molto profondi (specialmente nella regione del rosso e del verde) e secondari molto precisi. Con le impostazioni "gamut 2" i colori sono meno profondi ma molto più vicini al riferimento. Con la strumentazione adeguata, non sarà un problema partire dal "gamut 1" e calibrare i vari colori con il potente menu CMS (Color Management System) di cui è dotato il Pioneer. Altrimenti, basterà selezionare "gamut 2" per avvicinarsi il più possibile al riferimento HDTV.

Anche in questo caso abbiamo effettuato le misure in condizioni di default, selezionando le impostazioni predefinite della temperatura di colore nella modalità più bassa, ottenendo una prestazione estremamente vicina al riferimento e molto costante su tutta la scala dei grigi. L'elevata precisione del nostro spettrofotometro da laboratorio ci consente una estrema precisione di lettura delle coordinate cromatiche e del bilanciamento del bianco anche al 10% della scala dei grigi, dove il valore di luminanza è contenuto in sole 0,8 cd/mq. In ogni modo, raggiungere la perfezione non sarà un grosso problema poiché le deviazioni da correggere sono minime e pienamente alla portata degli strumenti di calibrazione che sono nel completo menu del televisore.