Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LCD full HD Sony Bravia KDL-52X2000

di Gian Luca Di Felice , Emidio Frattaroli , pubblicato il 01 Giugno 2007 nel canale DISPLAY

“Dopo decenni di dominio Trinitron nel settore dei display a tubo catodico e qualche anno di incertezza, la multinazionale nipponica è tornata a essere molto forte forte nel settore dei TV puntando tutto sulla tecnologia LCD, di cui questo 52 pollici Full HD Bravia serie X rappresenta l'attuale massima espressione”

Il menu di controllo

A questo punto decidiamo di entrare nel menu per capire quanto margine di regolazioni abbiamo a nostra disposizione. Come sempre, l’interfaccia utente dei menu Sony è chiara e intuitiva e proprio per questo non lascia purtroppo spazio a tantissime regolazioni d’immagine (rispetto ad alcuni modelli concorrenti). Alla voce "Modalità d'immagine" le opzioni consentono di scegliere tra "Brillante" (immagine molto contrasta e luminosa), "standard" (molto meno luminosa e con temperatura colore decisamente più calda) e "Personale".

Quest’ultima è l’unica che permette di accedere alle altre voci utili per trovare un set-up ottimale quali "Contrasto", "Luminosità", "Colore", "Tinta" (solo con segnali NTSC) e “Nitidezza”. Questo per quanto riguarda le regolazioni principali perché andando avanti arrivano i pezzi forti di questo televisore: "Retroilluminazione" che consente di aumentare o diminuire l’intensità della lampada del pannello LCD; “Riduzione rumore” che consente di attenuare secondo diversi preset (Auto, Alto, Medio, Basso, BNR) i difetti delle immagini ed in particolare gli artefatti di compressione durante la visione di una sorgente DVD.

Il loro intervento è molto visibile e a meno di materiale di bassa qualità preferiamo disattivare l’opzione; La "Temperatura colore" permette la regolazione del bilanciamento del bianco secondo le impostazioni "Caldo", "Caldo2", "Normale" o "Freddo"; Il “Modo DRC” con le opzioni “Alta Densità” e “Progressivo” in grado di aumentare la risoluzione delle immagini e di attivare le elaborazioni del chip proprietario di upscaling e deinterlaccio Bravia EX con interventi a nostro giudizio molto invasivi, utili durante la visione di materiale broadcast, con un netto miglioramento della qualità finale.

Le stesse elaborazioni sono invece peggiorative durante la visione di materiale a definizione standard con qualità del segnale elevata, come per i DVD tramite le uscite RGB analogiche. In questo caso preferiamo lasciare queste funzioni in posizione di default . Le opzioni DRC e Riduzione rumore sono attivabili unicamente con gli ingressi video composito, S-Video e RGB su SCART, mentre vengono by-passati in modalità component progressiva, PC e HDMI.

Le altre funzioni principali del KDL-52X2000 sono comuni agli altri televisori di pari fascia di prezzo e prevedono il Picture in Picture, il Televideo (con le opzioni di posizionamento sullo schermo, memorizzazione delle pagine e visualizzazione in sequenza delle sottopagine), la possibilità di spostare il quadro dell’immagine sull’asse orizzontale (AV-1, AV-2, AV-3) oppure anche verticale in modalità PC. C’è poi un tasto dedicato alla modifica dell’aspetto dello schermo che in modalità AV permette di cambiare tra Smart, 4/3, 14:9, Zoom, Wide o Automatico. In modalità PC, le opzioni sono ridotte a 4:3 e Wide.