Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony Android TV 4K e full HD 2015

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 03 Giugno 2015 nel canale DISPLAY

“Tra pochi giorni arriverà sul mercato la nuova gamma di TV Sony con tecnologia LCD, risoluzione full HD e 4K, con il nuovo sistema operativo Android TV e una serie di interessanti innovazioni tecniche, che spingono la qualità d'immagine, design ed ergonomia ancora più in alto”

Caratteristiche, menu, lag e qualità video


Il lag di tutti i TV 4K con le impostazioni "game" , misurato al centro, è di circa 35ms
- click per ingrandire -

Come ho già anticipato, prima e dopo la conferenza stampa, grazie alla tanta pazienza e gentile ospitalità di Sony, ho potuto fare qualche misura preliminare su tre TV a risoluzione 4K e anche sul TV full HD con diagonale da 75". Visto il poco tempo a disposizione, non ho giocato molto con le funzioni Android TV e ho preferito concentrare l'attenzione sugli elementi che riguardano la qualità video. Inoltre, visto l'interesse sull'argomento, ho inaugurato in trasferta anche il Lag Tester di Leo Bodnar (il setup principale con Techtronix TDS5054 non si muove dal lab per ovvi motivi), misurando al centro dello schermo sempre lo stesso valore, pari a circa 35 millisecondi: un valore molto buono che cede circa 12 millisecondi ai monitor più veloci presenti sul mercato. Selezionando invece le impostazioni personali con la calibrazione ma senza attivare motionflow, reality creation e "denoise" vari, il ritardo sale a circa 65 millisecondi.


Il menu immagine guadagna FINALMENTE il controllo RGB a 10 punti
 - click per ingrandire -

Il nuovo menu immagine integrato nel nuovo sistema operativo Android è molto simile alla tradizione Sony e non mancano neanche le scorciatoie per accedere subito al menu immagine senza passare dal menu "home". Il menu immagine è suddiviso in quattro sotto-menu distinti: "luminosità", "colore", "limpido" e "movimento". A parte la "libera" traduzione della voce dedicata all'aumento della nitidezza con i controlli del "Reality Creation", le voci del menu sono ben organizzate, ad iniziare dal primo dedicato alle voci legate a luminosità, contrasto e curva del gamma. Il menu "colore" è quello più interessante e porta con sé la novità più interessante: la possibilità di calibrare il bilanciamento del bianco a 10 punti.


Le impostazioni colore predefinite DCI e REC.709;
A destra l'ottimo risultato di una calibrazione veloce

 - click per ingrandire -

Sempre nel menu "colore" è possibile selezionare vari spazi colore differenti, compresi il DCI e il REC.2020. Il DCI non è molto lontano da quello di riferimento mentre il REC.2020, dopo averlo misurato, è identico come estensione a quello DCI ma con notevoli differenze sulla matrice. Rimane anche la possibilità di dosare le curve di saturazione con la voce "colore brillante". Come bilanciamento del bianco predefinito, abbiamo 5 voci: le prime tre sono quelle classiche "freddo, naturale e caldo". Scompare quindi "caldo 2" e quella che rimane è ancora molto fredda. Le ultime due sono quelle personali, partono già da valori molto buoni e si tarano con semplicità anche con il bilanciamento a due punti (alte luci e basse luci). In più, come già evidenziato poco sopra, c'è finalmente la possibilità di calibrare il bilanciamento in 10 punti, per raggiungere la perfezione anche nei primissimi step della scala dei grigi.

Tra le mancanze da segnalare, quella del CMS (niente calibrazione sui colori, quindi), anche se - viste le prestazioni - sembrerebbe praticamente inutile come per tutti i TV Sony. Anche gli altri due sotto-menu immagine sono molto ultili. Oltre al "Reality Creation", con le varie voci per la gesitione della nitidezza (con i migliori risultati di sempre per i TV 4K), ho trovato interessante anche le funzioni di frame interpolation e il controllo della retro-illuminazione dinamica, anche qui con elevati elementi di personalizzazione. Come mi è stato detto però la programmazione del nuovo e potente DSP X1 non è ancora ultimata ed è questo il motivo per cui non ho dedicato molto tempo alla verifica di risoluzione, dettaglio e interpolazione dei frame.