AV Magazine - Logo
Stampa
Samsung punta alla vetta dell'Imaging
Samsung punta alla vetta dell'Imaging
Gian Luca Di Felice - 01 Luglio 2010
“La casa coreana ha colto l'occasione di una tre giorni di trasferta nello splendido scenario di Courmayeur per farci provare sul campo le sue ultime fotocamere e videocamere HD. Protagonista assoluta è stata la sua "Evil" a ottiche intercambiabili NX10”
Pagina 1 - Introduzione

Samsung è senza ombra di dubbio la multinazionale dell'elettronica di consumo che più è cresciuta nel corso dell'ultimo decennio, grazie a un mix di innovazione, capacità di anticipare i gusti e le tendenze dei consumatori e politiche commerciali che l'hanno portata a posizioni di leadership mondiali in diversi settori. In primis, indubbiamente, quello dei televisori dove staziona ormai da anni stabilmente ai vertici delle vendite mondiali, senza dimenticare poi quello della telefonia mobile che la vede al secondo posto dietro a Nokia, se non al vertice in alcuni mercati, come ad esempio quello statunitense. Ora i vertici coreani hanno nel mirino la vetta mondiale del mercato "Digital Imaging", ovvero di tutto ciò che attiene alla fotografia e alla ripresa video. Un obiettivo indubbiamente ambizioso e che la vede scontrarsi con marchi storici del calibro di Canon, Nikon o Sony. Per chi non lo sapesse, Samsung è attualmente al terzo posto del ranking mondiale dietro a Canon e Sony, ma avendo già superato Nikon.


Fotocamere e videocamere in mano mentre si saliva in escursione

Indubbiamente molto forte nel settore delle fotocamere compatte (in Italia è attualmente seconda e punta per il 2010 alla leadership del mercato), anche grazie a una politica di prezzi piuttosto aggressiva, Samsung aveva tentato qualche anno fa anche la strada (grazie alla collaborazione con Pentax) delle Reflex. Un mercato davvero difficile anche perché assolutamente dominato da Canon e Nikon e costruito intorno a un pubblico di appassionati estremamente fedele al marchio (vedi l'eterno confronto tra Canonisti e Nikonisti). Dovendo costruirsi un prestigio anche in questo settore, Samsung ha deciso di percorrere una strada diversa, culminata nella doppia scelta di cominciare a progettare e produrre tutto completamente in casa e di integrare la divisione Digital Imaging direttamente in Samsung Electronics. Una nuova strada fatta anche di prodotti innovativi nel tentativo di riuscire a focalizzare al meglio le aspettative dei consumatori e di aprire nuovi segmenti. A questo proposito ne sono un esempio le fotocamere compatte con doppio display, oppure l'ampia line-up di videocamere unicamente con memorie di registrazione a stato solido (le cosiddette "Memory Cam") e non ultima la fotocamera digitale "Evil" con sensore APS-C a ottiche intercambiabili NX10. Tutti nuovi segmenti, dove Samsung trova in parte concorrenti e in parte no, ma in cui vi sono potenzialmente ampi margini di crescita.

Pagina 2 - Le videocamere HD anche con Wi-Fi

In occasione della trasferta alpina a Courmayeur Samsung ci ha coinvolto in una "prova su strada" delle fotocamere NX10, WB650 e le videocamere Full HD HMX-S15 e HMX-H204. Tutti modelli con caratteristiche o funzionalità innovative e che hanno un comun denominatore: facilità d'uso. Cominciamo con le due videocamere HMX-S15 e HMX-H204: entrambe in grado di effettuare riprese in HD, sono anche dotate memoria di archiviazione a stato solido SSD da 16GB, espandibili fino a ulteriori 32GB via slot di memoria SD/SDHC. I due modelli riprendono fino a risoluzione 1080/50i (o 720/50p e 1080/25p) con codifica H.264 / MP4, ma si distinguono per la risoluzione nativa del sensore CMOS "retroilluminato".


HMX-S15

Il top di gamma S15 integra infatti un sensore da 10MPixel, che gli consente anche di effettuare scatti fotografici a risoluzione nativa, mentre il fratellino H204 deve "accontentarsi" di un sensore da 3,3Mpixel con scatti fotografici che arrivano poi per interpolazione a 4,7 MPixel. Sia il S15 che l'H204 utilizzano poi un'ottica dotata di doppio stabilizzatore sia ottico che elettronico "Smart OIS", con il S15 che arriva a uno zoom ottico 15x (digitale fino a 180x), mentre il H204 arriva fino a 20x in ottico e 200x in digitale. Gran parte delle operazioni di controllo e configurazione possono essere effettuati tramite i display LCD touch-screen, da ben 3,5 pollici sono risoluzione da 1,152 MPixel per il modello top, mentre il H204 utilizza ne utilizza uno da 2,7 pollici e risoluzione da 230.000 pixel. Per assicurare la massima qualità delle riprese, il S15 utilizza il nuovo processore DSP Victoria ed è in grado di codificare le immagini con un bit-rate fino a 24Mbps, ma anche di effettuare slow-motion con riprese fino a 500fps.


HMX-H204

Sono presenti anche la slitta e l'ingresso microfono, mentre è sul fronte delle connessioni che il top di gamma si distingue maggiormente dalla concorrenza: oltre a una ormai classica uscita HDMI, la videocamera è anche dotata di connessione Wi-Fi (802.11b/g/n) e di supporto ai protocolli di condivisione dei contenuti in rete DLNA. Questo consente un facile trasferimento delle vostre riprese su un PC, ma anche la condivisione senza fili direttamente verso un TV di ultima generazione o una sorgente multimediale dotati di Wi-Fi. La HMX-S15 è disponibile al prezzo di listino di 999 Euro, mentre la più piccola HMX-H204 viene venduta a 599 Euro.

Pagina 3 - La "Evil" e la compatta con GPS

L'apparecchio che più ha attirato la nostra attenzione durante il soggiorno in montagna è stato senza ombra di dubbio la NX10. Una cosiddetta fotocamera digitale "Evil" (Electronic Viewer Interchangeable Lens), ovvero priva di uno specchio tipico delle Reflex, ma dotata di ottiche intercambiali proprio come una Reflex, il tutto però in un corpo macchina molto più compatto e leggero. Un nuovo segmento di mercato, inizialmente aperto da Panasonic e Olympus con i modelli dotati di sensori micro 4:3 e poi da Samsung con la sua NX10 che fa uso però di un sensore più grande di tipo APS-C, scelta seguita recentemente anche da Sony per le sue NEX. L'obiettivo è quello di offrire al consumatore la qualità fotografica tipica di una Reflex, in un corpo macchina molto più comodo da trasportare. E non a caso la NX10 ricorda molto da vicino il tipico design di una reflex, molto meno spesso però. Un corpo macchina robusto e ottimamente assemblato che nasconde al suo interno un sensore CMOS APS-C da 14,6 MPixel, mentre sul retro abbiamo un bel display AMOLED da 3 pollici da 614.000 pixel (davvero ottimo da tutte le angolazioni e in piena luce) e un mirino elettronico con copertura al 100% (migliorabile) e dotato di sensore di prossimità.

L'attacco degli obiettivi è proprietario (anche se è disponibile l'adattatore per attacco Pentax K) e Samsung rende disponibile nella confezione l'ottica zoom 18-55mm F3.5 - 5.6 completa di stabilizzatore OIS, mentre tra gli accessori sono disponibili il Pan Cake a ottica fissa da 30mm F 2.0 (che ci è piaciuto molto) e il tele da 50-200mm F.40 - 5.6 con OIS. La NX10 è dotata di flash integrato, ma è comunque presente la slitta per flash esterni e non manca neanche la presa mini-HDMI per il collegamento diretto a un display. Appena accesa e tenuta in mano, la NX10 da subito l'impressione di avere a che fare con una macchina "seria" con tutti i controlli manuali tipici di una Reflex, ma anche una serie di funzionalità automatiche o assistite che consentono anche ai meno esperti di avvicinarsi al mondo più evoluto della fotografia. Oltretutto è anche possibile effettuare riprese video fino a 720p/30fps: a questo proposito peccato che con un tale sensore Samsung non abbia osato un po' di più proponendo la risoluzione 1080p. Tornando agli scatti, la NX10 acquisisce sia in RAW che in Jpeg (ma anche in simultanea) e offre la possibilità di scatti a "raffica" fino a 3fps e per un totale di 10 scatti in Jpeg. Insomma, la NX10 è una fotocamera molto divertente e facile da usare, che consente anche di sbizzarirsi con avanzati controlli manuali e che consente scatti di qualità davvero pregevole (anche se non raggiunge ancora le vette delle migliori reflex). Il prezzo di listino della NX10 (compresa ottica zoom 18-55mm) è di 699 Euro.

La WB650 è invece una compatta dotata di ottica grandangolare (24-360mm in formato 35mm) con zoom 15x. Il sensore integrato è di tipo CCD da 12,1 MPixel, in grado anche di assicurare riprese video a 720P/30fps, mentre il pezzo forte di questa fotocamera si trova sul retro, dove spicca un display AMOLED da 3 pollici con risoluzione da ben 920.000 pixel. Dotata di tutti gli aiuti tipici delle fotocamere digitali di ultima generazione (scene, modalità automatiche, Face Detection, Blink Detection, Perfect Portrati Beauty Shot, ecc...), la WB650 si distingue per l'integrazione di un'antenna GPS che consente di geolocalizzare le proprie foto e una volta scaricate sul PC di ricostruire passo passo il vostro viaggio. La WB650 è disponibile al prezzo di listino di 349 Euro.

Per maggiori informazioni: www.samsung.it