AV Magazine - Logo
Stampa
CEATEC 2005 - Day 3
CEATEC 2005 - Day 3
Emidio Frattaroli - 07 Novembre 2005
“Il nostro reportage del CEATEC prosegue con la terza giornata all'interno degli spazi espositivi più interessanti, dove possiamo apprezzare i recenti sviluppi tecnologici su display al plasma e sulle tecnologie di ripresa e archiviazione che saranno disponibili nei prossimi anni.”
Pagina 1 - NHK: R&D su plasma ed LCD


Immagine dello spazio espositivo della NHK

Tra gli appuntamenti più interessanti di ogni edizione del CEATEC c'è quello presso lo stand della NHK: la TV di stato giapponese, simile alla RAI.. Con una piccola differenza: il dipartimenti ricerca e sviluppo della NHK è ad anni luce di distanza rispetto a quello nostrano, superato ormai sotto molti aspetti anche dai network privati come spiegato in questo recente articolo.


Alcuni prototipi di moduli al plasma presso lo stand della NHK

Per tentare di capire la qualità degli esperimenti condotti dai ricercatori della NHK, basterebbe soltanto un accenno ai lavori condotti sulla tecnologia al plasma, campo in cui è stata ridotta fino ad un terzo la dimensione di ogni pixel di un pannello. 


Le dimensioni dei pixel di un TV al plasma sono stati ridotti ad 1/3

Una così notevole riduzione delle dimensioni del pixel, sceso a 0,3mm per ogni triade RGB, permetterà di costruire plasma full HD (1920x1080 punti) anche con diagonali da soli 26". In realtà, l'obiettivo dei ricercatori della NHK è quello di arrivare alla costruzione di un display a risoluzione 8K (7680x4320: circa 33 milioni di punti) con soli 100" di diagonale, per snellire gli esperimenti sulla Super Hi Vision.


I nuovi plasma con pixel pitch da 0,3mm
- click per ingrandire -

La TV ad alta definizione del futuro giapponese oggi può essere visualizzata solo con un proiettore costituito da 4 matrici 4K con tecnologia D-ILA. Ma questa è un'altra storia. Tornando con i piedi per terra, sarà possibile realizzare TV al plasma con diagonale da 50" e risoluzione 4K, quindi con 3840x2160 punti di risoluzione.


Esperimenti con display LCD a bassa risoluzione (fino a 24x16) flessibili
- click per ingrandire le immagini -

Tra gli altri esperimenti, citiamo quelli sui nuovi supporti su base LCD di tipo flessibile e a basso consumo, affiancati ad altri esperimenti sulla tecnologia OLED. Entrambi i prodotti potrebbero trovare molti campi di applicazione, specialmente nell'architettura d'interni, all'abbigliamento, ai nuovi prodotti portatili.

Pagina 2 - NHK: telecamere ad altissima sensibilità


Il nuovo sensore d'immagine HARP per telecamere ad alta sensibilità

Quello che somiglia tanto ad un tubo Saticon (uno dei primi sensori d'immagine utilizzati nelle telecamere) in realtà è un altro interessante progetto NHK che abbiamo ritrovato anche allo stand Pioneer. Il nome della nuova tecnologia è HARP. Il tubo con vuoto spinto ospita un nuovo sensore d'immagine in grado di amplificare il segnale in modo da superare in efficienza i nostri stessi occhi.


Dimostrazione dei nuovi sensori HARP in condizioni d'illuminazione proibitive

L'esperimento viene condotto in condizioni d'illuminazione assolutamente insufficienti e vengono utilizzate due telecamere: a sinistra quella tradizionale che è dotata comunque di sensori CCD ad alta sensibilità e basso rumore. A destra, la telecamera con i nuovi sensori HARP.


Osservazione su monitor CRT dei risultati delle due telecamere

Nell'immagine più in alto, potete osservare il risultato: a sinistra l'immagine ottenuta con la telecamera tradizionale mentre a destra il risultato con i nuovi sensori HARP. Fantascienza! I nuovi sensori HARP permetteranno di costruire telecamere e videocamere con tre elementi sensibili, opportunamente filtrati nelle componenti RGB. 


Progetti di nuove telecamere a tre sensori
- click per ingrandire -

I nuovi prodotti potrebbero rivoluzionare il modo di intendere la fotografia. Una ulteriore evoluzione della tecnologia HARP confluirà nei sensori HEED con stessa filosofia ma spessore ridotto in pochi millimetri (immagine a destra)

Pagina 3 - NHK: telecamere ad altissima velocità


Un'immagine dell'esperimento sulla telecamera ad altissima velocità di scansione

Gran parte della delusione creata dalla mancanza di telecamera e proiettore Super Hi Vision (8K!), è stata edulcorata dai nuovi prototipi di telecamere ad altissima velocità di scansione, sia a singolo sensore che a 3 CCD.


Caratteristiche principali e immagini del sensore CCD ad altissima velocità
- click per ingrandire -

In realtà il nuovo sensore (che possiamo vedere qui in alto) è il risultato dell'unione di due sensori a bassa risoluzione che insieme non arrivano comunque a coprire la definizione standard. In cambio abbiamo la possibilità di girare fino ad 1.000.000 di fotogrammi al secondo.


Telecamera ad alta velocità con tre sensori CCD

Per applicazioni più "normali", segnaliamo anche la telecamera a tre sensori CCD a definizione standard, in grado comunque di arrivare a più di 100.000 fotogrammi al secondo. In cantiere c'è lo sviluppo di nuovi sensori ad altissima velocità a risoluzione HDTV, per ora "fermi" a soli 200 fotogrammi per secondo.


Una coppia di dimostrazioni sulle possibilità offerte dalla telecamera ad alta velocità
- clik per ingrandire -

Pagina 4 - Panasonic: display plasma


Immagine dell'ingresso allèenorme stand Panasonic

Ci avviciniamo all'enorme spazio espositivo Panasonic con il primo obiettivo di andare subito a vedere il nuovo plasma con diagonale da 50" e piena risoluzione HD, annunciato il giorno d'apertura della fiera.


Dietro alla gentile fanciulla, il nuovo plasma 1080p Panasonic

Il nuovo plasma arriva poche settimane dopo l'annuncio del primo plasma full HD che sarà realmente in commercio che è stato mostrato all'IFA, lo scorso settembre. Il più piccolo plasma full HD al mondo (come recita il cartello nella foto in alto a sinistra) divide comunque il primato con il modello Pioneer.


Due immagine delle straordinarie prestazioni sul nero del nuovo plasma 50" full HD
- click per ingrandire -

Le prestazioni di questo piccolo grande plasma sono sensazionali, sia in termini di livello del nero che di luminosità generale. La straordinaria sensazione di profondità è resa solo parzialmente dalle due immagini che abbiano scattato in condizioni non proprio ideali.


Plasma a Panasonic basso consumo: la nuova frontiera della tecnologia PDP
- click per ingrandire -

Come Pioneer, anche Panasonic ha introdotto i nuovi plasma con consumo ridotto. Ricordando che il plasma è caratterizzato da un consumo variabile, proporzionale alla luminosità delle immagini riprodotte, quando vengono riprodotte immagini poco luminose possono contare su un consumo d'energia nettamente inferiore rispetto ai pannelli LCD.

Pagina 5 - Panasonic: display e proiettori LCD


LCD Panasonic: due generazioni a confronto

I nuovi TV Color LCD Panasonic, con diagonale di 37", 32" e 26", utilizzano i nuovi pannelli di produzione LG-Philips con tecnologia IPS (In Plane Switching) caratterizzati da un angolo di visione sensibilmente più elevato rispetto ai modelli di precedente generazione.


Il nuovo TV LCD 37" (a sinistra) e il vecchio modello da 32"

La disposizione dei TV premetteva di apprezzare completamente le notevoli differenze tra i pannelli di generazioni differenti. Tutti i prodotti infatti sono montati su basi rotanti con riferimenti angolari e l'aumento del rapporto di contrasto e della saturazione dei colori con osservazione a 45° è sensibile rispetto ai modelli della passata generazione.


Immagini del proiettore LCD 720p PT-AE900, già disponibile anche in Italia
- click per ingrandire -

Piccola comparsa anche per il nuovo videoproiettore LCD 1280x720 PT-AE900 che in questo momento è già in distribuzione anche in Italia. Peccato per le condizioni di installazione che non lasciano apprezzare la notevole qualità raggiunta da questo nuovo modello. Ne riparleremo presto.

Pagina 6 - Panasonic: Blu-ray e DVD recorder


Videoregistratore e lettore Blu-ray Panasonic
- click per ingrandire -

Panasonic, assieme a Sony e Sharp, è una delle tre aziende ad aver già in commercio un videoregistratore Blu-ray che è anche il primo ad utilizzare dischi doppio strato da 50GB complessivi. Al CEATEC Panasonic ha presentato anche un ulteriore anteprima di quello che sarà il modello per i dischi di sola lettura (immagine a destra)


DVD recorder con e senza HDD integrato serie Diga
- click per ingrandire -

Nell'immagine in alto, foto di gruppo per i DVD recorder "Diga" con e senza HDD integrato. In alto a destra il nuovo EX200V con sezione VHS, HDD da 250GB ed uscita HDMI. In basso a destra, di nuovo il videoregistratore Blu-ray nei negozi a circa 2.000 Euro al cambio (tasse escluse) e supporti da 50GB a poco più di 50 Euro.


Masterizzatori Blu-ray Panasonic che vedremo il prossimo anno

Tra gli ennesimi prodotti con tecnologia Blu-ray, mostriamo i due masterizzatori che Panasonic dovrebbe mettere in commercio già nei primi mesi del prossimo anno: a sinistra il modello con velocità 2X a destra il modello per PC portatili con velocità 1X.


I primi computer con masterizzatore Blu-ray Panasonic integrato
- click per ingrandire -

Pagina 7 - Panasonic: segmento ITC


Cellulari con sintonizzatore TV integrato
- click per ingrandire -

A due anni dalla presentazione del primo cellulare con sintonizzatore TV integrato, vedere la TV sul cellulare senza pagare la costosissima banda fa ancora notizia. La speranza è che il tempo rimasto per vedere simili apparecchi anche in Europa sia il più breve possibile.


Sintonizzatore miniaturizzato per TV digitale terrestre

Panasonic è stata una delle prime aziende ad integrare sintonizzatori per la TV digitale terrestre nei TV Color, anche in Europa (Inghilterra e Germania). L'ultima frontiera del digitale terrestre è ora nei prodotti del settore "mobile": il tempo per un sintolettore CAR con sintonizzatore per TV digitale terrestre è arrivato!


Sintonizzatore combinato per TV digitale DVB-S e DVB-T (satellitare e terrestre)

La miniaturizzazione dei sintonizzatori ha reso possibile la costruzione di un doppio sintonizzatore DVB-S e DVB-T (per TV Digitale satellitare e terrestre) che occupa lo spazio di un sintonizzatore tradizionale.


Nuovi dissipatori ad alta efficienza ed elevata silenziosità derivati dai videoproiettori
- click per ingrandire -

Novità da Panasonic anche per la dissipazione del calore. Uno dei dispositivi sviluppati e attualmente impiegati per il raffreddamento di alcuni videoproiettori DLP verrà utilizzato anche nei personal computer e server.

Pagina 8 - Mitsubishi: display Diatone, AV server, proiettori


Il primo TV Color LCD Mitsubishi con DIATONE

Lo spazio espositivo di Mitsubishi era leggermente sotto tono. Sinceramente ci aspettavamo di trovare la versione definitiva del microproiettore DLP annunciato lo scorso giugno ma il ritardo è tale che probabilmente non sarà disponibile entro il Natale.


Uno dei due diffusori che permettono il funzionamento del sistema DIATONE

Molta enfasi viene invece data al nuovo sistema di elaborazione denominato DIATONE: un sistema molto vicino per filisofia al Virtual Dolby et similia che permette di utilizzare due soli altoparlanti per simulare un campo sonoro a 360 gradi. 


Dimostrazione del sistema DIATONE Mitsubishi
- click per ingrandire -

Il nuovo sistema DIATONE verrà integrato nei TV Color LCD Mitsubishi. La dimostrazione è stata condota stranamente con un sistema ampli + diffusori di tipo tradizionale e non con il display che era in esposizione. Purtroppo la congiuntura ambientale ha escluso qualsiasi possibilità di giudizio.


Server Audio Video Mitsubishi con interfaccia IEEE 1394

Altro spazio all'interno dello stand Mitsubishi era destinato a nuovi sistemi audio video connessi con collegamento Fire Wire (IEEE 1394). L'interfaccia, inserita anche all'interno dei TV LCD, permetterà di trasferire audio, immagini (anche HD) e comandi IR tra i vari apparecchi sistemati in casa.


Videoproiettore HC 3000 con matrice DMD 1280x768

Tra i prodotti presentati da Mitsubishi c'era anche il nuovo proiettore a singolo chip e tecnologia DLP HC-3000: il primo ad utilizzare la nuova matrice 1280x768 punti. A causa dello scarso tempo a disposizione e delle complicate modalità per la prenotazione, abbiamo rinunciato alla dimostrazione del proiettore che avevamo comunque visto già all'IFA di berlino: www.avmagazine.it/articoli/sorgenti/43/5.html

Pagina 9 - Fujitsu: server, woodPC, e-paper


Immagine dell'enorme stand Fujitsu

I temi principali dello spazio espositivo di Fujitsu erano legati al settore ITC. Gran parte dello spazio è occupato da enormi e velocissime soluzioni per elaborazione e conservazione dei dati digitali.


Wood PC: il design di casa Fujitsu ci ha favorevolmente sorpreso
- click per ingrandire -

A parte il nuovo proiettore LCD 1080p orami disponibile anche in Italia, abbiamo ammirato alcuni nuovi studi di design applicati anche a personal computer .


Il supporto flessibile utilizzato per l'electronic paper di Fujitsu

L'attenzione del pubblico era però catalizzata dal nuovo e-paper, annunciato già lo scorso luglio (in questa notizia) che permette il mantenimento delle immagini visualizzate senza ulteriore consumo di energia.


Immagini dei primi prototipi dell'e-paper di Fujitsu
- click per ingrandire -

Il nuovo display è costituito da tre strati distinti, ciascuno responsabile della visualizzazione di uno dei tre colori primari rosso, verde e blu. Gli angoli di visione sono piuttosto estesi ma per il contrasto e colori c'è ancora da lavorare.