AV Magazine - Logo
Stampa
Alleanza tra Blu-ray e HD-DVD?
Alleanza tra Blu-ray e HD-DVD?
Emidio Frattaroli - 04 Maggio 2005
“A sorpresa, una alleanza dell'ultimo minuto tra Sony Corporation e Toshiba Corporation riaccende la speranza di mercato e consumatori sulla necessità di definire un solo standard dei nuovi supporti ottici ad alta definizione e ad alta capacità del prossimo futuro.”
Pagina 1 - introduzione

Lo scorso 21 aprile, all'interno dell'edizione del giovedì del Nihon Keizai Shimbun (il maggiore quotidiano economico giapponese, conosciuto anche come Nikkei) è stata pubblicata una notizia su un accordo dell'ultimo minuto tra Sony Corporation e Toshiba Corporation. Il quotidiano giapponese riporta indiscrezioni sull'inizio dei lavori comuni per raggiungere un compromesso che ponga fine alla temuta guerra tra i due standard. La notizia - ormai confermata - coglie di sorpresa anche gli alleati delle due associazioni che erano completamente all'oscuro delle ultime, lungimiranti decisioni di Sony e Toshiba.

Ricordiamo brevemente che Sony e Toshiba, assieme ad i rispettivi principali alleati (rispettivamente Matsushita e NEC), si contenderanno il futuro mercato dei supporti ottici ad alta capacità di prossima generazione. Toshiba e NEC sono promotori del supporto HD-DVD mentre Sony, Philips, Matsushita, Samsung e Hitachi promuovono il Blu-ray. I due media ottici prevedono una capacità da 3 a 6 volte superiore rispetto al DVD che conosciamo. Il vecchio formato DVD Video può contenere circa 4,7 GB (Giga Byte) di dati nei supporti a singolo strato denominati DVD5 mentre arriva a contenere circa 8,5 GB nei supporti a doppio strato denominati DVD9.

 


differenze tra le varie capacità dei supporti HD-DVD e Blu-ray

 

Allo stesso modo del DVD Video, anche il supporto HD-DVD prevede due formati principali. Il modello a singolo strato prevede una capacità di 15 GB mentre il modello a doppio strato è in grado di immagazzinare 30 GB di dati. Il Blu-ray invece garantisce una capacità nettamente superiore: da 23,3 GB a 27 GB per i supporti a singolo strato mentre può arrivare da 46,6 GB a 54 GB per i supporti a doppio strato. Le diversità tra HD-DVD e Blu-ray non si limitano alla capacità.


lo spessore dello strato protettivo del Blu-ray è appena 1/6 di quello dell'HD-DVD

La differenza più importante è data dallo spessore dello strato protettivo sul lato che affaccia verso il pick-up di lettura a laser blu. Lo strato utilizzato dai supporti HD-DVD è lo stesso dei DVD Video: 0,6 mm. Il Blu-ray utilizza invece uno strato protettivo di appena 0,1 mm.

Pagina 2 - HD-DVD contro Blu-ray

La situazione di tensione tra la cordata del Blu-ray e quella dell'HD-DVD è iniziata sin dalla fine del 2003, proprio all'interno dello stesso DVD Forum. Infatti, benché le aziende coinvolte nello sviluppo del Blu-ray avessero comunque tutti i sacrosanti diritti di lavorare su uno standard alternativo a quello presentato da Toshiba e da NEC e ratificato dal DVD Forum, risultava alquanto imbarazzante la loro permanenza all'interno dell'associazione. Molte delle aziende sono state accusate più o meno esplicitamente di ostacolare il progresso del sistema HD-DVD proprio dall'interno del DVD Forum.

no.

voting subject result
1 DVD Specifications for HD DVD-R Part 2 File System Specifications Ver.0.9 approved
2 Enabling HD DVD format to be compatible with AACS approved
3 DVD Specifications for HD DVD-R Part 1 Physical Specifications Ver.1.0 approved
4 DVD Specifications for HD DVD-R Part 1 Optional Specifications (1X speed) Rev. 1.0 approved
5 HD DVD Case Optional Specifications Rev. 1.0 approved
6 Version Up to Ver.1.1 Information for HD DVD-ROM Part 1 approved
7 Adoption of High profile for MPEG4 AVC as a mandatory profile for HD DVD-Video approved
8 FGT should be mandatory for HD DVD Player not approved

Alcune delle risoluzioni votate all'ultimo meeting dello "Steering Committee" del DVD Forum

Negli ultimi due anni, in barba alle superficiali previsioni di alcuni giornalisti ed analisti del settore, i due formati alternativi HD-DVD e Blu-ray ancora non sono partiti. Secondo alcuni annunci fatti nel corso del 2003, il media HD.DVD doveva partire già dal natale 2004 mentre il Blu-Ray di Sony e Matsushita in realtà è già partito, ma solo in Giappone ed esclusivamente come sistema di registrazione ad alta definizione. Nel Paese del Sol Levante sono in vendita solo supporti Blu-ray da registrare. E' ancora presto per i film in formato BD-ROM e non è detto che i due videoregistratori Blu-ray attualmente in vendita saranno compatibili in lettura con i nuovi BD-ROM.


Alcune immagini di supporti Blu-ray (a sinistra) e HD-DVD (a destra)
- click per ingrandire -

Saranno infatti i media in sola lettura con film in alta definizione che, con la loro effettiva disponibilità, daranno il via alla successione del DVD. Un formato in sola registrazione invece rischia di rimanere un mercato di nicchia, almeno per il mercato dei prodotti stand alone. In ogni modo, dopo alcune intense chiacchierate con alcuni esponenti di primo piano delle aziende leader coinvolte nello sviluppo dei due formati concorrenti, sembrava ormai definita un ennesima battaglia tra formati che sarebbe dovuta giocare a partire dal 2006, con qualche mese di ritardo (settembre 2006) per il mercato Europeo e con un leggero anticipo - almeno nelle intenzioni - per il formato HD-DVD che ha annunciato la disponibilità dei primi lettori e del software già entro natale 2005.

Pagina 3 - L'accordo tra Sony e Toshiba

Dallo scorso 11 settembre 2001 le aziende di elettronica di consumo hanno attraversato uno dei periodi peggiori degli ultimi anni e l'introduzione di un nuovo formato ottico che sia in grado di trasportare immagini in alta definizione potrebbe rappresentare una vera boccata d'ossigeno dal punto di vista economico. Sul versante DVD Video, le aziende giapponesi e coreane non non sono più in grado di combattere con i prezzi stracciati dei principali OEM cinesi. Anche per questo motivo, la tempestiva introduzione di un nuovo media ottico per l'alta definizione sarebbe fondamentale per gli storici produttori di elettronica di consumo.


Un prototipo di lettore HD-DVD presentato da RCA-Thomson
- click per ingrandire -

Si tratterebbe insomma di una specie di seconda occasione per i produttori giapponesi in cui far valere di nuovo la loro straordinaria precisione nella costruzione degli apparecchi. Attualmente, con le attuali soluzioni "single chip", costruire un lettore DVD è diventato davvero un gioco da ragazzi, alla portata quindi della mano d'opera anche meno specializzata. Con i nuovi media ottici ad alta definizione, c'è da immaginare che la distanza tra costruttori giapponesi e cinesi stavolta possa durare ben più a lungo.


Philips Blu-ray recorder, compatibile anche con SACD, DVD Video e DVD+RW
- click per ingrandire -

Oltre ai produttori cinesi, ci sono altre figure che continuano a "tifare" per i notevoli ritardi dell'introduzione di Blu-ray e HD-DVD: si tratta dei molti produttori e distributori cinematografici che sono già piuttosto felici dell'attuale e giovane mercato dei DVD Video e sono al contrario preoccupati di un nuovo "cambio" di rotta. E' in questa chiave che dovrebbe essere letto l'acquisto da parte di Sony dell'enorme catalogo MGM.

In buona sostanza, una nuova lotta tra due formati concorrenti non gioverebbe al mercato. Non c'è bisogno di generare ulteriori dubbi sui consumatori che hanno appena iniziato a conoscere ed apprezzare il DVD: il marketing, oltre che con il DVD, dovrebbe lottare anche con un altro formato concorrente. Ecco perché questo nuovo accordo tra Sony e Toshiba è accolto con entusiasmo da tutti gli operatori, disposti ad accettare anche un ulteriore slittamento dei tempi che, a questo punto, appare inevitabile.

Per maggiori informazioni su HD-DVD e Blu-ray:

www.dvdforum.org
www.bluraydisc.com