AV Magazine - Logo
Stampa
Huawei P20
Huawei P20
Emidio Frattaroli - 18 Giugno 2018
“Tra le tre declinazioni del nuovo Huawei P20 ovvero "lite", "standard" e "pro", abbiamo testato quella pił equilibrata, con un rapporto qualitą prezzo particolarmente aggressivo, elevata potenza di calcolo, ottimo display ma comparto audio non all'altezza per potenza di uscita e qualitą degli auricolari in dotazione.”
Pagina 1 - Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Lo Huawei P20 è uno smartphone Android di fascia alta che è stato presentato a marzo 2018 come successore della serie Huawei P10. Il dispositivo è disponibile in tre versioni: Huawei P20, Huawei P20 Pro e Huawei P20 Lite, con caratteristiche hardware abbastanza differenti tra loro. In particolare il modello che abbiamo analizzato è la versione standard.

Lo Huawei P20 standard è dotato del nuovo SoC Kirin 970, con processore Octa-core (4x2.4 GHz Cortex-A73 & 4x1.8 GHz Cortex-A53) e GPU Mali-G72 MP12, un display da 5,8 " con risoluzione di 1080 x 2240 pixel, 4 GB di RAM  e 128 GB di flash ROM interna, doppia fotocamera posteriore da 20+12 megapixel, fotocamera anteriore da 24 megapixel, batteria di 3400 mAh, sistema operativo Android Oreo 8.1 con EMUI 8.1

 
- click per ingrandire -

Lo Huawei P20 presenta l'ampio display nella faccia principale con un buon rapporto screen-to-body anche grazie al notch in cui sono alloggiati l'auricolare e la fotocamera frontale. Nella banda inferiore c'è il tasto di navigazione esterno, che funge anche da lettore di impronte digitali.

 
- click per ingrandire -

Sul dorso è posizionata la doppia fotocamera posteriore LEICA con flash dual-LED dual-tone, leggermente in rilievo. Grazie alla NPU integrata nel Kirin 970, anche la fotocamera del P20 è gestita grazie all'Intelligenza Artificiale, e si può dare un'occhiata qui per un approfondimento al riguardo.  Sul lato destro sono situati il bilanciere del volume e il pulsante di accensione/spegnimento, sul lato sinistro la slitta per la doppia nano SIM. Sul lato inferiore il connettore USB Type-C per la ricarica e il trasferimento dei dati e purtroppo anche come attacco per le cuffie e microfono in quanto manca un connettore minijack da 3,5 mm

Scheda Tecnica

Produttore Huawei SIM card 2x nanoSIM
Modello P20 Tipo rete 4G FDD-LTE, TD-LTE - 3G WCDMA​
Listino € 679,00 Network 4G/3G/2G si / si / nd
OS Android Oreo 8.1 Sensori Impronta digitale, Accelerometro, Giroscopio, Bussola, Sensore di luce ambientale, Sensore di prossimità
SoC

HUAWEI Kirin 970

Bluetooth / NFC 4.2 / si
CPU

4*Cortex A73 2.36GHz + 4*Cortex A53 1.8GHz + i7 co-processore

Camera front 24 MP
Tipo CPU - - Camera back 20MP Monochrome + 12MP RGB
GPU

Mali-G72 MP12

Zoom / F (front) H  / 1.6 ( - / 2.0)
RAM 4 GB Video REC UHD 4K (3840 x 2160) @30fps
ROM (utente) 128 GB  GPS GPS / Glonass / BDS
Display 5.8 Batteria 3400 mAh
Tecnologia

LCD IPS

Socket USB Type-C
Risoluzione 2244 x 1080 Flash card n.d.
Densità 428 dpi Dimensioni 149.1 x 70.8 x 7.65 mm
Touch screen capacitivo Peso 165g
Note e ulteriori informazioni
Per maggiori informazioni: consumer.huawei.com/it/phones/m/p20/

 

 

Pagina 2 - System benchmark e display

 
- click per ingrandire -

Le prestazioni dello Huawei P20 si confermano ottime, in linea con altri modelli top di gamma come lo Huawei Mate 10 Pro o il Samsung Galaxy S8. Lo Huawei P20 si posiziona infatti tra i primi della classe sia per quanto riguarda i system benchmark, di cui possiamo analizzare sopra il grafico relativo a Geekbench4, sia per quanto riguarda i browser benchmark, ed in particolare il nuovo Jetstream 1.1.

 

 
- click per ingrandire -

Il display del P20 è un eccellente elemento con tecnologia LCD IPS molto luminoso, con un picco che sfiora i 700 NIT in piena luce e scende a poco più di 450 NIT al buio. Il rapporto di contrasto, pari a circa 1.500:1 conferma che si tratta di un pannello LCD con tecnologia IPS di qualità molto elevata.

 
- click per ingrandire -

Il display può essere impostato in varie modalità, selezionando tre diverse temperature colore (calda, normale e fredda), due differenti spazi colore (standard e intenso) e una modalità automatica che adatta il bilanciamento del bianco del display a quello della luce in ambiente. In alto a sinistra, potete osservare il bilanciamento del bianco con spazio colore standard e bilanciamento del bianco intermedio. A destra, la stessa analisi è stata ripetuta dopo aver selezionato lo spazio "intenso" e il bilanciamento del bianco più caldo. In tutti e due i casi le prestazioni sono molto elevate in assoluto.

 
- click per ingrandire -

Qui in alto osserviamo i due gamut colore ottenuti selezionando ancora una volta le impostazioni colore "standard" (a sinistra) e "intenso" (a destra). Nal primo caso il gamut è praticamente coincidente con lo spazio colore REC BT.709 con una riproduzione delle tinte intermedie molto precisa. Nella modalità "colore intenso", il gamut si allarga notevolmente: non si arriva allo spazio colore DCI ma ci si avvicina tanto, con l'aspetto positivo che le tinte intermedie non risultano troppo cariche, senza rinunciare quindi alla naturalezza.

 

 

 

 

Pagina 3 - Audio benchmark e conclusioni

 


- click per ingrandire -

Il comparto audio del nuovo P20 è caratterizzato da parametri che eccellono in molti aspetti ma che non convincono in altri. Manca purtroppo la porta minijack per cuffie e microfono e si è costretti ad acquistare un adattatore che non è nella confezione. Gli auricolari in dotazione hanno una qualità indegna per l'ascolto musicale e raggiungono la sufficienza solo per le chiamate. La potenza dell'uscita audio è la più bassa mai misurata eppure le prestazioni per estensione e linearità della risposta in frequenza, distorsione armonica, separazione dei canali e gamma dinamica, sfiorano l'eccellenza e sono molto vicini a quelle dei migliori terminali in commercio, da sempre - guarda caso - con marchio Huawei. 

 
- click per ingrandire -

 

Purtroppo viene tutto vanificato da una potenza in funzione del carico che è assolutamente insufficiente, la più bassa mai misurata nella storia di AV Magazine. Su carico di 30 ohm non si arriva neanche al milliwatt e le cuffie che utilizziamo come riferimento (Pioneer SE-MONITOR5, il test è in questo articolo), con carico di circa 40 ohm, sono quasi inascoltabili. La situazione è riassunta qui in alto nei due grafici: per la potenza (a sinistra) il P20 si posiziona all'ultimo posto della classifica mentre per la gamma dinamica (a destra) si sfiora l'eccellenza.

 
- click per ingrandire -

L'eccellenza viene sfiorata anche per la risposta in frequenza che è ben estesa e rettilinea, fino al limite del formato utilizzato (24bit / 48 kHz). A destra possiamo osservare invece il tono ad 1 kHz a -60 deciBel, con un tappeto di rumore, molto pulito, ben inferiore ai 130 dB.

Conclusioni

I punti di forza del P20 sono tanti, ad iniziare dal display, un eccellente elemento con tecnologia LCD IPS, molto luminoso (si sfiorano i 700 NIT ma solo sotto al sole), con rapporto di contrasto di 1.500:1, bilanciamento del bianco molto preciso e ottima riproduzione dei colori: in buona sostanza si tratta di uno dei migliori smartphone mai misurati nel nostro laboratorio. La potenza di calcolo è molto elevata, esattamente come l'autonomia.

Anche il comparto videofotografico ci ha conquistato anche se non raggiunge le prestazioni che promette il P20 Pro. Il comparto audio è l'unico punto debole, poiché la potenza erogata è assolutamente insufficiente in ogni condizione ed è un vero peccato poiché le prestazioni in tutti gli altri aspetti (risposta, distorsione, dinamica, separazione), sono a dir poco eccellenti.

Con un prezzo medio di acquisto poco inferiore ai 500 Euro (200 Euro in meno rispetto alla versione "Pro" e circa 200 Euro in più rispetto alla versione "Lite"), se consideriamo qualità costruttiva, la cura dei particolari e le prestazioni generali, il nuovo P20 ci sembra una delle scelte più interessanti del momento, a patto di scegliere delle cuffie (magari di tipo intra-aurale), molto efficienti, in modo da sopperire in parte alla mancanza di potenza.

La pagella secondo la redazione di AV Magazine:

Dotazione 7,0
Costruzione 9,0
Ergonomia 9,0
Prestazioni 9,0
Audio 5,0
Display 9,0
Camera 8,0
Autonomia 8,0
Rapporto Q/P 7,5

Voto medio: 8,11

Per maggiori informazioni: consumer.huawei.com/it/phones/m/p20/