AV Magazine - Logo
Stampa
Tutti al cinema: ottobre
Tutti al cinema: ottobre
Alessio Tambone - 02 Ottobre 2014
“Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di ottobre. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!”
Pagina 1 - Il calendario

Con l'estate definitivamente alle spalle, il cartellone cinematografico si riempie di pellicole, eventi, documentari e grandi classici del passato.

Per quanto riguarda i film, si parte il 2 ottobre con l'atteso Sin City - Una donna per cui uccidere e l'horror - promettente dal trailer - Annabelle. L'animazione invece vede la distribuzione del particolare Boxtrolls - Le scatole magiche.

Dal 9 ottobre una tripletta di film interessanti, con l'action The equalizer - Il vendicatore, il thriller I due volti di gennaio e la Palma d'Oro Il regno d'inverno - Winter sleep.

Commedia sboccata per Seth MacFarlane con Un milione di modi per morire nel west nel terzo weekend del mese, mentre l'Italia offre il biografico su Giacomo Leopardi Il giovane favoloso, con la regia di Mario Martone e la difficile interpretazione del bravo Elio Germano.

Interessante esperimento cinematografico con Boyhood a partire dal 22 ottobre, mentre la Marvel torna in sala con Guardiani della galassia. Nello stesso weekend Robert Downey Jr. è l'avvocato protagonista di The judge.

Ultimo weekend, legato al ponte con la festività di novembre, guidato dal drammatico Una folle passione, che vede per la terza volta recitare insieme Bradley Cooper e Jennifer Lawrence (regia della brava Susanne Bier). L'Italia si distingue con la divertente commedia Confusi e felici.

Per quanto riguarda gli eventi, riportiamo l'elevato numero di appuntamenti teatrali in cartello, segnalando tra l'altro la visita all'Hermitage (14 ottobre) e Spandau Ballet: Il Film - Soul Boys of the Western World (21 ottobre). Dal 2 ottobre Sabina Guzzanti torna in sala con il duro La trattativa.

Ricordiamo che le date di inizio distribuzione possono essere soggette a cambiamenti. Buona lettura e buona visione.

2-6 ottobre
2 ottobre
  • Sin City - Una donna per cui uccidere
  • Boxtrolls - Le scatole magiche
  • Una promessa
  • Annabelle
  • La trattativa
  • Perez.
  • Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires
  • Take five
  • Party girl
  • Fratelli unici

6 ottobre

  • El estudiante - Lo studente
  • Gomorra - La serie - 3 parte

 

8-14 ottobre
8 ottobre
  • Maze runner - Il labirinto

9 ottobre

  • The equalizer - Il vendicatore
  • Il regno d'inverno - Winter sleep
  • Joe
  • I due volti di gennaio
  • Io sto con la sposa
  • Amore, cucina e curry
  • Class enemy
  • Tutto molto bello
  • Amoreodio

11 ottobre

  • One Direction - Where we are

13 ottobre

  • Gomorra - La serie - 4 parte

14 ottobre

  • Hermitage

 

15-21 ottobre

15 ottobre

  • Capitan Harlock - L'arcadia della mia giovinezza

16 ottobre

  • Altman
  • Un milione di modi per morire nel west
  • Il giovane favoloso
  • ...e fuori nevica!
  • The green inferno
  • La banda dei supereroi
  • Tutto può cambiare
  • Minuscule
  • La moglie del cuoco
  • Royal Opera House: Manon
  • Piccole crepe, grossi guai

21 ottobre

  • Spandau Ballet: Il film - Soul boys of the western world
  • The Metropolitan Opera di New York: Le Nozze di Figaro

 

22-27 ottobre

22 ottobre

  • Guardiani della Galassia

23 ottobre

  • Boyhood
  • The judge
  • Is the man who is tall happy?: An animated conversation with Noam Chomsky
  • Il sale della terra
  • Third person
  • Buoni a nulla
  • Soap opera

27 ottobre

  • Royal Opera House: I due Foscari

 

30 ottobre
  • Dracula untold
  • #ScrivimiAncora
  • Frank
  • Decoding Annie Parker
  • La spia - A most wanted man
  • Pelo Malo
  • These final hours
  • Confusi e felici
  • Ritorno a l'Avana
  • Una folle passione
Pagina 2 - Dal 2 ottobre

Sin City - Una donna per cui uccidere

Sei personaggi intrecciano le loro vicende nel Kadie's Bar di Sin City. Ritroviamo la bella Nancy, spogliarellista depressa in seguito alla morte dell'amato Hartigan, che cova vendetta con l'aiuto del gigante "buono" Marv.

Conosciamo Johnny, un giovane presuntuoso giocatore d'azzardo, che dopo aver sbancato le slot machine decide di sfidare a poker il Senatore Roark. Anche in questo caso le vittorie saranno consistenti, così come l'ira del perfido politico. E infine c'è Dwight, fotografo e investigatore privato, che ritrova la sensuale Ava, donna per la quale aveva perso la testa anni prima. Pentita, Ava chiederà aiuto per liberarsi dalla sua guardia del corpo e dai soprusi del marito.

Si torna a Sin City, ben nove anni dopo il successo inaspettato del primo capitolo. Anche in questo caso la pellicola e le inquadrature sono tratte dai volumi dell'omonima graphic novel di Frank Miller. Lo stesso autore torna dietro la macchina da presa, con l'aiuto del caro amico Robert Rodriguez.

Nel cast tra le new entry segnaliamo Joseph Gordon-Levitt, Eva Green e Ray Liotta.

Boxtrolls - Le scatole magiche

I Boxtrolls sono una comunità di strane creature, molto ingegnose, che vivono in caverne costruite sotto la piccola città di Pontecacio. Gli abitanti in superficie hanno paura dei Boxtrolls e sono ossessionati dalla richezza, dal benessere e dai formaggi. I due mondi sono destinati a evitarsi, almeno fino a quando Uovo, un ragazzo adottato da neonato dalla comunità di Boxtrolls, incontra in superficie Winnie e decide di porre fine alla discriminazione verso i simpatici abitanti del sottosuolo.

Lungometraggio d'animazione realizzato dalla LAIKA, società già dietro i notevoli Coraline e la porta magica e Paranorman. Esordio alla regia per Graham Annable e Anthony Stacchi, entrambi a lungo dietro le quinte nei reparti di animazione ed effetti speciali per svariate pellicole (Hook - Capitan Uncino, Spirit - Cavallo selvaggio e lo stesso Paranorman).

Annabelle

Mia, giovane donna incinta, riceve dal marito John un regalo vintage: è una bambola vestita di un candido abito bianco. La loro felicità dura però poco in seguito a un feroce attacco all'interno dell'abitazione da parte di una setta satanica. Una crudeltà insignificante rispetto al tremendo potere della bambola Annabelle.

Prequel/spin-off di The Conjuring, la pellicola rientra nella serie dei film horror fatti a basso costo, ma con un cast tecnico e artistico di rilievo. A dirigere la mdp John R. Leonetti, regista che in realtà non ha brillato con i suoi precedenti lavori (The Butterfly Effect 2 e Mortal Kombat - Distruzione totale) ma che è stato scelto dalla produzione dopo l'ottimo lavoro realizzato con la fotografia proprio di The Conjuring (come cinematographer ha lavorato anche ai due Insidious e La bambola assassina 3).

Pagina 3 - Dall'8 ottobre

The equalizer - Il vendicatore

Robert McCall è un ex agente della CIA che ha deciso di abbandonare il suo passato per condurre una vita tranquilla, semplice impiegato presso un supermercato. Vive da solo e ogni sera cena nel diner sotto casa, con il segreto desiderio di un'occasione di redenzione per la torbida vita precedente. L'opportunità arriva con Teri, una prostituta russa adolescente tenuta sotto scacco da una banda di malavitosi russi. Il desiderio di giustizia porterà Robert a scalare la gerarchia della gang fino al suo capo Vladimir Pushkin.

Basata sulla serie TV anni Ottanta Un giustiziere a New York, la pellicola è diretta da Antoine Fuqua e interpretata dal premio Oscar Denzel Washington, nuovamente insieme a tredici anni di distanza dall'ottimo Training Day. Nel cast anche nomi interessanti come Bill Pullman, Melissa Leo e Chloë Grace Moretz, la sfortunata protagonista.

Il regno d'inverno - Winter Sleep

Aydin è un attore in pensione, ritiratosi a vita privata nel centro dell'Anatolia dove gestisce un piccolo hotel insieme alla moglie Nihal e alla sorella Necla. Ormai distante dalla moglie e dalla sorella, ancora sofferente per il recente divorzio, Aydin mal sopporta la chiusura forzata all'interno della struttura, necessaria con l'avvicinarsi dell'inverno e delle copiose nevicate. Una situazione che diventerà ingestibile, costringendo l'uomo a partire per un lungo e importante viaggio.

Palma d'oro al 67° Festival di Cannes, Il regno d'inverno vede il ritorno del bravo regista turco Nuri Bilge Ceylan (C'era una volta in Anatolia) con una pellicola apprezzata all'estero da pubblico e critica nonostante la considerevole durata di 196 minuti. Il personaggio principale è interpretato da Haluk Bilginer, attore turco non troppo noto all'estero, fondatore di ben due teatri ad Ankara negli anni Ottanta.

I due volti di gennaio

Grecia 1962. Chester è un carismatico uomo d'affari sposato con Colette, una giovane seducente abbastanza inquieta. Le loro vite si intrecciano in un albergo greco con quella Rydal, guida turistica in fuga dal passato attratta dalla coppia per diversi motivi. Un omicidio nella struttura sarà causa di una sempre più difficile spirale di mistero e tensione, con i tre che perderanno il controllo degli eventi e delle loro emozioni.

La pellicola è il secondo adattamento dell'omonimo romanzo di Patricia Highsmith dopo la non troppo nota versione tedesca del 1986. Il film segna l'esordio dietro la macchina da presa di Hossein Amini, in precedenza sceneggiatore di pellicole come Le ali dell'amore (nomination Oscar) e Drive. I tre protagonisti principali sono interpretati da Viggo Mortensen, Kirsten Dunst e Oscar Isaac. Sullo sfondo naturalmente la Grecia.

Pagina 4 - Dal 15 ottobre

Un milione di modi per morire nel west

Albert è un giovane e pacifico allevatore che durante uno scontro a fuoco si ritira da vigliacco. Per questo motivo viene lasciato dalla scontrosa fidanzata Louise, abbandonato al suo destino. Sarà Anna, una misteriosa donna appena giunta in città, a cercare di tirare fuori il coraggio dal buon Albert. Coraggio che servirà quando il marito della bella donna - un fuorilegge assetato di vendetta - piomberà in città carico di gelosia.

Seconda prova dietro la macchina da presa per il comico Seth MacFarlane, a due anni dal discreto Ted (il sequel è in lavorazione). Se il titolo della pellicola è tutto un programma, il trailer fornisce un buon assaggio di quella che dovrebbe essere una divertente commedia in costume, anche abbastanza sboccata. MacFarlane ha anche scritto il film e interpreta il protagonista, affiancato da una splendida Charlize Theron e del fuorilegge Liam Neeson. Nel cast anche Amanda Seyfried e Giovanni Ribisi.

Il giovane favoloso

Giacomo Leopardi è un bambino fuori dal comune, cresciuto nella casa di Recanati sfruttando l'immensa biblioteca del padre. Rapito dagli avvenimenti oltre le mura domestiche, a 24 anni Leopardi lascia la città per conoscere il mondo, male adattandosi a causa del suo difficile carattere. Tra Firenze, Roma e Napoli Leopardi scopre la società e conosce il suo grande amico Antonio Ranieri, con un'esistenza segnata da aspettative, componimenti e profondi desideri. E dalla malattia.

Mario Martone, regista di Noi credevamo, resta nell'Ottocento con un film biografico dedicato al grande poeta marchigiano. Il difficile ruolo di protagonista è affidato a Elio Germano, attore ormai abile a districarsi tra personaggi reali senza scadere nella mera imitazione. La ricercata colonna sonora è di Sascha Ring, con l'inclusione di alcune celebri composizioni di Rossini.

Tutto può cambiare

Greta e Dave si conoscono dai tempi del liceo. Entrambi cantautori, si trasferiscono a New York in cerca di fortuna. Lui riceve immediatamente una grossa offerta da un colosso dell'industria cinematografica, mentre lei lo accompagna dando supporto silenzioso. La popolarità e le conseguenti tentazioni incrinano però il rapporto tra due. Greta si ritrova così sola, aggrappata a piccole esibizioni nell'East Village. In una di queste serate conosce Dan, dirigente di una piccola etichetta musicale, che colpito dal suo talento decide di dare alla ragazza un'opportunità.

Arriva anche in Italia Tutto può cambiare, pellicola scritta e diretta da John Carney (l'ottimo Once, ancora a sfondo musicale) che in America ha riscosso numerosi consensi. Tra gli attori principali citiamo i protagonisti "cinematografici" Keira Knightley e Mark Ruffalo. La novità è però l'esordio sul grande schermo di Adam Levine - leader dei Maroon 5 - che nella pellicola interpreta il fortunato e talentuoso Dave.

Pagina 5 - Dal 22 ottobre

Guardiani della Galassia

L'esploratore Peter Quill ruba una sfera misteriora, ritrovandosi ben presto inseguito da vari cacciatori di taglie inviati dal perfido Ronan, un essere malvagio che minaccia l'universo. Peter sarà così costretto ad allearsi con una improbabile squadra - il procione armato Rocket, l'umanoide dalle sembianze di albero Groot, la letale Gamora e il vendicativo Drax - per salvare la potente sfera ma soprattutto l'intera galassia.

Nuovo livello nella trasposizione cinematografica dei personaggi Marvel. A dirigere la pellicola James Gunn, regista nel 2011 del simpatico Super - Attento crimine!!!. Protagonisti sono Chris Pratt, Zoe Saldana e Dave Bautista, mentre nella versione originale Vin Diesel e Bradley Cooper prestano la voce rispettivamente a Groot e Rocket. Per il 2017 è stato già annunciato il sequel, ancora scritto e diretto da Gunn.

Boyhood

Interessante esperimento cinematografico, la pellicola segue per dieci anni la vita di Mason, a partire da quando ne aveva sei. La trama del film è costruita in base alle reali esperienze del ragazzo, adattate successivamente per il grande schermo. Il suo personaggio vive con una sorella poco più grande (figlia tra l'altro del regista), con una madre divorziata più impegnata a trovare nuovi discutibili compagni che ad accudire i propri cari. Con il passare del tempo vedremo il piccolo Mason crescere, vivere esperienze e prepararsi all'età adulta, con l'importante distacco dalla famiglia per raggiungere il college.

Accolto molto bene all'ultimo Festival di Berlino - Orso d'argento per la migliore regia - il film è orchestrato Richard Linklater, già regista dell'ottimo Before Midnight e del divertente School of Rock con Jack Black. Esordio sul grande schermo per Ellar Coltrane, almeno rispetto alla data di inizio riprese...

The judge

Hank Palmer è costretto a tornare nella sua città natale a causa del funerale della madre. Avvocato di professione, Palmer ritrova così il padre, un severo giudice con il quale aveva interrotto ogni tipo di rapporto. Casualmente l'avvocato scopre che il padre è accusato di omicidio e decide di aiutarlo. L'occasione porterà anche a un migliore rapporto con la famiglia.

L'avvocato protagonista della pellicola è interpretato da Robert Downey Jr., mentre il padre ha il riconoscibile volto di Robert Duvall, subentrato nel cast dopo il rifiuto di Jack Nicholson. Dietro la mdp troviamo David Dobkin, per la prima volta alle prese con un film così serio dopo le commedie Due cavalieri a Londra, 2 single a nozze e Cambio vita.

Pagina 6 - Dal 30 ottobre

Frank

Frank è il frontman di una band anni Ottanta. Da anni ha il volto coperto da una gigante testa di cartapesta. Al gruppo si unisce il tastierista Jon, un triste impiegato con il sogno di diventare musicista, che pian piano cercherà di comprendere i vari componenti del gruppo - tutti con problemi psichici - e in particolare del geniale Frank.

La pellicola è diretta da Lenny Abrahamson, all'esordio internazionale, su uno script curato a quattro mani da Jon Ronson e Peter Straughan, già insieme nel discreto L'uomo che fissa le capre. Nel cast nomi noti come Michael Fassbender e Maggie Gyllenhaal, mentre il protagonista Jon è interpretato da Domhnall Gleeson, il Bill Weasley di Harry Potter, che rivedremo anche nel prossimo Star Wars Episodio VII.

Confusi e felici

Marcello è uno psicanalista cinico ma in fondo anche abbastanza cialtrone, che un giorno decide di chiudersi in casa, mollando al loro destino i suoi pazienti. Radunati da Silvia, la segretaria di Marcello che mal vede il gesto, saranno i pazienti stessi a prendersi cura del loro analista. Il problema sta nel fatto che il gruppo è formato da uno spacciatore affetto da attacchi di panico, un quarantenne mammone, una ninfomane, una coppia in crisi sessuale e un telecronista allo sbando in seguito al tradimento della moglie.

La commedia diretta da Massimiliano Bruno (Nessuno mi può giudicare, Viva l'Italia) fa leva su una storia semplice messa in atto da personaggi abbastanza stereotipati, così come gli attori interessati. Del cast fanno infatti parte un Claudio Bisio sicuramente non al primo ruolo cinico in cerca di aiuto, affiancato dai noti Marco Giallini, Anna Foglietta, Caterina Guzzanti e Rocco Papaleo.

Una folle passione

North Carolina 1929. George e Serena, freschi sposi, si trasferiscono in cerca di fortuna nonostante la Grande Gepressione americana, portando insieme il figlio di lui avuto da una precedente relazione. Intenzionati a non farsi intralciare nella ricerca della ricchezza, ricorrendo a qualsiasi strumento lecito e non lecito, i due entreranno in crisi con la scoperta dell'impossibilità di Serena di avere figli. Con gravi ripercussioni sull'ambiente familiare.

Strana storia quella di Una folle passione. La pellicola inizialmente doveva essere diretta da Darren Aronofsky e interpretata da Angelina Jolie. Successivamente la regia è passata a Susanne Bier (Oscar per film straniero con In un mondo migliore nel 2011) con l'ingaggio per il ruolo da protagonista femminile di Jennifer Lawrence (che secondo me continua a interpretare film non in linea con la sua età anagrafica, nonostante le indubbie capacità).

La stessa Lawrence ha quindi proposto Bradley Cooper come partner maschile. I due così giungono al terzo film insieme dopo gli ottimi American Hustle e Il lato positivo. Lo script è basato sull'omonimo romanzo di Ron Rash.