AV Magazine - Logo
Stampa
FOREVER MARILYN
FOREVER MARILYN
CineMan - 28 Agosto 2012
“Omaggio a una delle dive più grandi e amate di sempre con sette significative opere della sua carriera racchiuse in un unico cofanetto con titoli come Quando la moglie è in vacanza, Gli spostati e Gli uomini prefericono le bionde. Distribuzione curata da 20th Century Fox Home Entertainment”
Pagina 1 - Introduzione

'Marilyn Monroe' su Google genera 420.000.000 di risultati e qualcosa come 198.000.000 di immagini, dimostrazione che a 50 anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 5 agosto del 1962 a soli 36 anni, il mito di Norma Jean Baker è più che mai vivo. Consapevole icona di seduzione, burrosa regina della sensualità, tra i suoi desideri più grandi quello di essere amata per la capacità di mettere l'arte nella prosa così come nella danza, fuori dal cliché di svampita attricetta sexy d'assalto.

Amata e idolatrata da generazioni, i numerosi film cui prese parte sono stati spesso al centro dell'attenzione dell'home video, in particolare su DVD con pubblicazioni multiple e per l'Italia almeno un box a copertura di 17 delle 32 opere, accreditate e non, dell'intera carriera, iniziata nel 1947. Il 2012 è occasione per celebrarne nuovamente la leggenda, con quelli che speriamo siano i primi sette film in alta definizione a lei dedicati. Il Forever Marilyn Box di Fox HE contiene “A qualcuno piace caldo” (1959), “Gli uomini preferiscono le bionde” (1953), “Come sposare un milionario” (1953), “Quando la moglie è in vacanza” (1955), “Follie dell'anno” (1954), “Gli spostati” (1961), “La magnifica preda” (1954).

All'interno della confezione sono presenti un quartino con i billing block di ciascun film e quattro cartoline da collezione. Vale la pena una considerazione, comune a tutte e sette le opere, legata all'assenza di sottotitoli in italiano nei momenti musicali. Scelta discutibile specie quando ci si trova a confronto con un ampio ventaglio di momenti cantati come nel caso di “Follie dell'anno” o “Gli uomini preferiscono le bionde”. In tutte le opere è sempre presente e puntuale la sottotitolazione inglese, anche durante il cantato, con particolari eccezioni proprio come nel caso dei due sopracitati film in cui i testi delle canzoni sono offerti anche in molte altre lingue, compreso cinese e hindi.

I film sono disponibili in versione unico cofanetto (le immagini inserite in questa pagina) e in edizione singola (le immagini inserite nelle pagine successive). I dischi sono naturalmente gli stessi.

Pagina 2 - A qualcuno piace caldo

A Chicago, in pieno proibizionismo, i musicisti Joe (T. Curtis) e Jerry (J. Lemmon), rispettivamente sax e contrabbasso, sbarcano malamente il lunario in un’azienda di pompe funebri dove si cela un locale in cui si servono illegalmente superalcolici. Rimasti senza lavoro in seguito a un retata della polizia, la sfortuna perseguita i due, involontari testimoni di un violento regolamento di conti tra bande mafiose. Ricercata da “Ghette” (G. Raft), a capo del massacro, la coppia non vede altra soluzione se non quella di vestire abiti femminili e truccarsi, entrando a far parte di un’orchestra tutta al femminile, in procinto di partire per una turné in Florida.

Del complesso fa parte la fascinosa e alcolizzata Zucchero (M. Monroe), che farà perdere la testa a entrambi, spingendo addirittura Joe a improvvisarsi figlio di un miliardario del petrolio. Nessuno dei due allampanati artisti immagina che nello stesso albergo di Miami si sono dati appuntamento vari malviventi, tra cui lo stesso Ghette. Curtis e Lemmon vestiti da donne sono strepitosi, la Monroe favolosamente svanita e procace.

Qualità video

Codifica AVC/MPEG-4, risultato superiore al DVD. BD-50, formato originale 1.66:1, notevole balzo in avanti per i particolari in secondo piano. Molto buona la scala di grigi, la grana della pellicola a tratti si fa maggiormente notare, neri mai così convincenti. Saltuariamente affiora la consunzione dei fotogrammi e su grandi schermi si potrebbero notare lievi instabilità della pellicola.

Qualità audio

DTS lossy italiano (754 kbps) per un ascolto dignitoso, per i dialoghi è meglio l'originale DTS-HD 5.1 anche se è veramente difficile riscontrare la presenza di elementi discreti.

Contenuti extra (SD)

Audio commento con Tony Curtis, Jack Lemmon, Paul Diamond, Lowell Ganz e Babaloo Mandell. Making of, due documentari, featurette, memorie virtuali (foto di scena e immagini dal set), trailer cinema originale.

La pagella secondo CineMan

Film 8
Authoring 7
Video 7
Audio ITA 7
Audio V.O. 7
Extra 8
Pagina 3 - Gli uomini preferiscono le bionde

Dorothy (J. Russell) e Lorelei (M. Monroe) sono due cantanti e ballerine incredibilmente avvenenti e affascinanti decise entrambe a trovare l'uomo giusto, obiettivo in comune ma priorità diametralmente opposte. Per la prima è fondamentale l'aspetto, la prestanza fisica e la bellezza esteriore, mentre Lorelei guarda prima il conto in banca, come dimostra il fidanzamento con l'impacciato miliardario Gus (T. Noonan), la cui famiglia desidera per il figlio un matrimonio con una donna di pari classe sociale. Una situazione scomoda che obbliga Lorelei e Gus a decidere per un matrimonio forzato in Europa, nella romantica Parigi, dove la donna e l'amica, in veste di chaperon, si recano via mare.

Sulla nave sale anche il detective Ernie (E. Reid) per seguire Lorelei su ordine del padre di Gus. Un viaggio verso la capitale francese ricco di sorprese, sino al momento in cui, arrivate a destinazione, le due amiche scoprono di essere rimaste senza un soldo e per giunta la futura sposa ricercata per il furto di un preziosissimo diadema. Commedia musicale frizzante, divertente, girata con mano sicura dal grande Howard Hawks in cui la Monroe, incredibilmente solare e divertita, recitò al fianco di Jane Russel, altro sogno proibito per milioni di americani negli anni '50.

Qualità video

Presentato nel formato originale 1.37:1, BD-50, codifica video AVC/MPEG-4. Tra le migliori opere restaurate, anche se potrebbe essere stato usato DNR, l'impiego non risulta invasivo, per una visione di eccellente solidità e difficoltà nel ravvisare grana. Eccellente scala cromatica, profondità neri e acquisizione per la prima volta di dettagli scenografici anche in secondo piano.

Qualità audio

Dieci tracce audio con l'italiana offerta AC-3 monoaurale (224 kbps) piatta ma accettabile. Maggiore apertura e sostegno sia per le sfumature dei dialoghi che nei numerosi momenti musicali per la DTS-HD Master Audio 5.1 inglese (core @1509 kbps).

Contenuti extra (SD)

Breve filmato di 50'' in cui la Monroe e la Russel lasciano le impronte di fronte al Chinese Theater a Los Angeles.

La pagella secondo CineMan

Film 8
Authoring 6
Video 9
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 6
Pagina 4 - Come sposare un milionario

Shatze (L. Bacall), Marzo (B. Grable) e Pola (M. Monroe) sono tre belle giovani che lavorano come indossatrici a New York coltivando un solo grande sogno: sposare un miliardario, anche attempato, che possa garantire una vita senza preoccupazioni. Tutte puntano molto in alto, a partire dal lussuosissimo appartamento che riescono ad affittare, di proprietà di un facoltoso individuo apparentemente dileguatosi per problemi col fisco.

La 'stagione di caccia' riserverà alle tre una serie di incontri dalle inaspettate evoluzioni, perché per riuscire a catturare l'attenzione dell'uomo giusto non bastano unicamente carattere e temperamento e non tutte arriveranno all'altare come avevano immaginato. Da una commedia degli anni '30 un remake di buon respiro che intrattiene con un umorismo mai invadente, all'interno di una sceneggiatura ben ritmata e momenti in cui ammirare la Monroe destreggiarsi con estrema naturalezza al fianco della Grable ma soprattutto della Bacall.

Qualità video

Primo film CinemaScope per la 20th Century Fox. BD-50, Codifica AVC/MPEG-4. Una visione che apre per la prima volta in HD all'originale cinematografia con un risultato di eccellente resa. In alcuni passaggi si ravvisa un leggero aumento di grana e lievi cali di contrasto specie nei cambi di scena. Resa colore notevole, precisione particolari con senso di profondità di campo molto buono, dettagli in secondo piano e background visibili con maggiore accuratezza rispetto al passato. Neri convincenti.

Qualità audio

Delle 9 tracce lossy l'italiana è la stessa del precedente DVD, AC-3 monoaurale (192 kbps) di sufficiente resa, superiore la losslesss inglese DTS-HD Master Audio 5.1 canali (core @1509 kbps) che sostiene maggiormente i passaggi musicali, ma di elementi discreti non v'è riscontro.

Contenuti extra (HD/SD)

Trailer originale e italiano e altri trailer della serie.

La pagella secondo CineMan

Film 7
Authoring 6
Video 9
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 5
Pagina 5 - Quando la moglie è in vacanza

Con la famiglia trasferitasi in luogo di villeggiatura per sfuggire alla canicola di New York, Richard Sherman (T. Ewell), impiegato di una piccola casa editrice, conosce l'inquilina del piano di sopra (M. Monroe), affascinante ragazza, annunciatrice tv, desiderosa di compagnia. Tra fughe dalla realtà, sogni a occhi aperti di avventure impossibili, generose tentazioni e gelosie fuori misura che la moglie possa tradirlo nientemeno che con un vicino di casa, Richard partirà infine per raggiungere i suoi cari abbandonando ogni cattivo proposito.

Tra i capolavori di Billy Wilder assieme “A qualcuno piace caldo”, disamina al vetriolo degli stereotipi vissuti a occhi aperti dall'americano medio, messa al pubblico ludibrio della psicologia dell'universo maschile, acculturato, inibito, represso, a rischio crisi del settimo anno. La manciata di fotogrammi in cui Marilyn si rinfresca su una grata di sfiato della metropolitana con l'aria che al passare di un convoglio le solleva la gonna è, e rimane, una delle grandi icone del cinema.

Qualità video

BD-50, AVC-MPEG-4, scope 2.55:1. Anche qui forse il DNR ha aiutato ma senza pesare. Visione appagante, solidità dei frame, contrasto elevato, dettaglio anche in secondo piano e background. Ampio schema colore, anche i neri sono piuttosto convincenti.

Qualità audio

DTS 5.1 canali per l'italiano (754 kbps) senza dinamica e accettabile sostegno per l'originale doppiaggio italiano. Anche qui la differenza la fa l'inglese lossless DTS-HD Master Audio 5.1 canali che mette maggiormente in risalto l'accompagnamento musicale.

Contenuti extra (HD/SD)

Commento del biografo di Billy Wilder, brani musicali isolati in DTS lossless, l'incontro artistico tra la Monroe e Wilder (26') attraverso le riflessioni tra i tanti anche del patron di casa Playboy Hugh Hefner, documentario di 17' sull'eredità del film, due scene tagliate, secondo documentario di 24' che ripercorre la storia della produzione, anteprima del film americana, trailer originale e spagnolo, gallerie fotografiche.

La pagella secondo CineMan

Film 9
Authoring 6
Video 9
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 8
Pagina 6 - Follie dell'anno

I Donahue sono una coppia americana d'avanspettacolo. Girovaghi per il Grande Paese, Terence (D. Dailey) e Molly (E. Merman) riescono comunque a metter su famiglia, superando brillantemente la crisi del '29 proseguendo una fulgida carriera artistica nei teatri dove la loro arte è stata consacrata. Presa finalmente casa, crescono i tre figli, due dei quali decidono di lavorare nello spettacolo, tra cui Tim (D. O'Connor), che si innamora di Vicky (M. Monroe), avvenente artista di belle speranze che finirà per dividere ed entrare in contrasto con i Donahue, spingendo Terence e Molly a esibirsi nuovamente da soli. Solo il tempo saprà riconciliare genitori ed eredi.

Omaggio alla rivista americana nella sua veste più raffinata, altrimenti nota con il termine francese vaudeville. Il film si concentra sulla vita della famiglia Donahue, con Marilyn (solo) co-protagonista, anche se le vennero concessi numerosi momenti di primo piano, come la notevole prima esibizione presso un locale alla moda, grazie alla quale viene notata da un famoso impresario, con uno dei tre brani composti da Irving Berlin.

Qualità video

BD-50, codifica AVC/MPEG-4, formato 2.35:1. Una visione decisamente superiore al precedente DVD, anche se la grana è decisamente vistosa e impedisce, assieme a un non sempre elevato contrasto, un maggiore grado di dettaglio sia in primo che secondo piano. Ottima palette cromatica, neri di buona profondità.

Qualità audio

Anche in questo caso la traccia in italiano è la monofonica AC-3 a 192 kbps identica al DVD, troppo piatta e minimal per garantire un ascolto accettabile. Buon salto in avanti lo si ottiene con l'originale DTS-HD Master Audio 5.1 canali (core @1509 kbps) che apre a un più ampio panorama sonoro, fondamentale considerando la natura prettamente musicale dell'opera.

Contenuti extra (HD/SD)

Trailer originale e italiano e altri trailer della serie.

La pagella secondo CineMan

Film 7
Authoring 6
Video 7
Audio ITA 5
Audio V.O. 7
Extra 5
Pagina 7 - Gli spostati

Delusa dal matrimonio da poco conclusosi in tribunale, Roslyn (M. Monroe), bella e sempliciotta, incontra due uomini apparentemente con poco in comune da spartire. L'anziano e divorziato allevatore Gay (C. Gable) e il meccanico e pilota Guido (E. Wallach). Aggirate le avances di quest'ultimo, instaura una relazione col primo, almeno sino a quando l'idealismo di lei non si scontra con la dura scorza di un uomo cinico e avvezzo alla violenza. Aiutata da Perce (M. Clift), cowboy feritosi durante un violento rodeo, farà fuggire il cavallo selvaggio che Gay e Guido hanno con tanta difficoltà catturato. Un evento che sconvolgerà il mandriano, dando finalmente peso a sensibilità e umanità di Roslyn.

Sofferto nella produzione, con la Monroe che si presentava sul set regolarmente in tarda mattinata mettendo in difficoltà le maestranze e suscitando le ire di Gable, è l'ultimo film recitato per intero dalla diva, intenso dramma diretto da un grande John Huston, impegnato a dipingere i meandri dell'animo umano, l'insoddisfazione per una vita non appagante e l'incapacità di accettare il cambiamento. Tra le prove d'attrice più intense di Marilyn.

Qualità video

BD-50, originale aspect ratio 1.66:1, codifica video AVC/MPEG-4. Sorpresa anche in questo caso per un eccellente bianco e nero e un livello di dettaglio superiore che alterna momenti in cui le immagini flettono con inferiore contrasto e un maggiore cumulo di grana: ciò potrebbe anche essere legato a scelte fotografiche, dal momento che tali eventi si riscontrano spesso in passaggi campo-controcampo con inquadrature maggiormente contrastate e incisive cui rispondono altre con toni più morbidi, come quando si impiega un filtro ottico diffusore. Ne deriva una visione comunque gradevole capace di restituire il giusto fascino al racconto. Ampia scala di grigi con neri convincenti.

Qualità audio

DTS dual mono per l'italiano (754 kbps) di sufficiente resa con maggiore risalto per i dialoghi rispetto all'edizione DVD. Meglio l'originale lossless DTS-HD Master Audio 5.1 canali (core @1509 kbps) la quale, anche se quasi del tutto priva di dinamica, restituisce maggiore presenza specie nelle sequenze più movimentate, come nel caso del rodeo.

Contenuti extra (HD)

Trailer originale.

La pagella secondo CineMan

Film 8
Authoring 6
Video 8
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 5
Pagina 8 - La magnifica preda

In Canada, durante la corsa all'oro, Matt Calder (R. Mitchum) è un agricoltore con una piccola fattoria che porta avanti aiutato dal giovane figlio Mark. Dal fiume che scorre impetuoso nei pressi dell'abitazione il fattore salverà la zattera su cui si trovano il giocatore d'azzardo Harry Weston (R. Calhoun) e la sua ragazza, la cantante Kay (Marilyn Monroe), ritrovandosi beffato dall'uomo, che lo deruba di cavallo e fucile per correre in paese a registrarsi una miniera vinta barando a carte, mentre la donna rimane con Matt.

Costretti ad abbandonare tutto a causa degli indiani, i tre percorreranno le rapide del fiume sulla stessa zattera raggiungendo la città dove Matt ed Harry arriveranno a una drammatica resa dei conti. Personaggio non del tutto risolto e una delle interpretazioni più sofferte della Monroe, che all'epoca considerò il film un western senza pretese poco entusiasmante. Diretto dal grande Otto Preminger, metafora dell'insidioso percorso della vita, non è tra le migliori produzioni cui prese parte il maestro ucraino ma rimane un'opera di buon livello. Le occasioni per Marilyn di esibirsi nel canto anche qui non mancano, su tutte la struggente "River of no return", titolo del film in originale.

Qualità video

Finalmente godibile senza artefatti e compressione la fotografia di grande respiro in CinemaScope di Joseph LaShelle. BD-50, aspect ratio 2.35:1, codifica video AVC/MPEG-4. Minima grana di fondo, notevole resa d'insieme, forse anche in questo caso il DNR ha aiutato ma non risulta affatto invasivo. Ampio schema colore con notevole intensità cromatica e neri convincenti. Il senso di profondità di campo è buono. La grana si fa sentire raramente, come in alcune soggettive durante il percorso sul fiume.

Qualità audio

Solita traccia Dolby Digital 2.0 dual mono per l'italiano (224 kbps), piatta e priva di qualsiasi spunto dinamico ma altrettanto priva di difetti di fondo. Decisamente meglio l'originale inglese DTS-HD Master Audio 5.1 canali che favorisce musica e scene movimentate, aiutando senza meno a caricare l'epicità durante il turbolento viaggio sul fiume.

Contenuti extra (HD/SD)

A bocca asciutta anche per l'unico western della Monroe, dove un commento di approfondimento e ricordi della produzione anche da parte di uno storico avrebbe evitato la delusione di scoprire presente solo il trailer cinema e di altri film di Marilyn.

La pagella secondo CineMan

Film 7
Authoring 6
Video 9
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 5