AV Magazine - Logo
Stampa
Monitor LG 34WK95U 5K HDR
Monitor LG 34WK95U 5K HDR
Emidio Frattaroli - 31 Dicembre 2018
“Il nuovo monitor di LG a risoluzione 5K, con certificazione HDR600, ha caratteristiche estremamente interessanti poiché coniuga la copertura dello spazio colore DCI-P3 alla compatibilità con segnali video HDR10 e ad alti valori di luminanza.”
Pagina 1 - Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Il nuovo LG 34WK95U-W, insignito nel corso del 2018 del "Tipa World Award" e di un "reddot design award", è un monitor con diagonale da 34", con rapporto d'aspetto di 2,37:1 (21,3:9) e risoluzione di 5120x2160, copertura dello spazio colore DCI-P3 fino al 98%, local dimming e supporto all'HDR10 con certificazione Vesa DisplayHDR600


- click per ingrandire -

Il design è essenziale, con cornice sottilissima e con assemblaggio estremamente curato, sottolineato dall'assenza di "clouding" sul nero. Il piedistallo permette di modificare l'altezza entro 110 mm e l'inclinazione entro 20 gradi (da -5° a +15°). C'è anche la possibilità di inserire una staffa VESA con interasse di 10 cm e non manca neanche una sezione audio di qualità, con potenza di 10W.

 
- click per ingrandire -

La versatilità è ottima anche per quanto riguarda i collegamenti. Sul pannello posteriore troviamo due ingressi HDMI 2.0a che accettano ovviamente anche segnali UHD 4K HDR e 10 bit per componente; a disposizione anche un ingresso DisplayPort 1.2 che è indispensabile per sfruttare al massimo il pannello che, lo ricordiamo, prevede una risoluzione nativa di 5120x2160 pixel e fino a 60Hz di frequenza di quadro. Segnaliamo anche la presenza di una porta USB-C con possibilità di sfruttare il protocollo Thunderbolt 3.

Caratteristiche dichiarate

 
produttore   LG DSP video   n.d.
modello   34WK95U inclinaz. / rotaz.    si / no
prezzo   € 1.499,00 IVA inclusa altezza variabile   si (110mm)
risoluzione nativa   5120 x 2160 analog in   no
tecnologia   LCD IPS DVI in   no
B.L.U.  LED HDMI in   2 (2.0a)
diagonale   34" DP in   2 (DP - USB-C/Thunderb.)
spazio colore   DCI-P3 98% SDI in   no
luminanza max   450 NIT HDCP   2.2 (HDMI)
rapp. contr. (max)   5.000.000:1 USB   4 (2xUSB 3.1 + 1xType-C      + 1xUSB Type-B)
bit nativi / LUT   10 / (8bit+FRC) automazione   no
calibrazione bianco   2 punto Dimensioni (LxAxP)    816.9 x 57.1 x 359.8 mm
calibrazione gamma   1 punto peso   7,7 kg 
calibrazione CMS   si (tinta, saturazione) consumo (st.by)   54W (n.d.)
 Note e ulteriori informazioni

 Dimensioni con stand: 816.9 x 234.3 x 559~449 mm, peso con stand 9 kg

 Info e Specifiche tecniche complete: https://www.lg.com/it/monitor/lg-34WK95U-W

 In vendita su Amazon a 1296,49 euro IVA inclusa

 

 

Pagina 2 - misure, conclusioni e pagella

 

    
 - click per ingrandire -

Il menu è piuttosto articolato, con selezione di ben 11 profili colore e gestione del "picture-and-picture", utilizzando due ingressi e con tre soluzioni differenti per proporzioni dell'area e quindi della risoluzione. La modalità HDR, limitata alla curva PQ (SMPTE 2084) non può essere forzata ma viene attivata solo in presenza di un segnale video con questo tipo di formattazione. Con segnali HDR rimangono soltanto tre profili colore selezionabili e purtroppo scompare la possibilità di calibrare la maggior parte dei parametri (bilanciamento del bianco e colori). Per segnali tradizionali, c'è la calibrazione del bianco ad un punto e un CMS con modulazione di tinta e saturazione per i colori primari e secondari.

  
 - click per ingrandire -

La massima luminanza, con la modalità HDR Cinema (l'unica con prestazioni soddisfacenti) è di ben 467 NIT e il rapporto di contrasto nativo è di ben 1249:1, il tutto - ovviamente - con local-dimming disattivato. In alto a sinistra osserviamo l'andamento del gamma con il profilo colore sRGB che appare eccessivamente elevato sugli ultimi step quasi a ridosso del 100% di intensità del segnale in ingresso. Al centro invece il risultato dopo una veloce calibrazione manuale e a destra il risultato con le impostazioni HDR Cinema, con una sensibile compressione sulle basse luci e un roll-off sulle alte luci che culmina all'80% del segnale in ingresso e con prestazioni generali molto buone rispetto alla massima luminanza disponibile. 

  
 - click per ingrandire -

Nei tre grafici qui in alto abbiamo messo a confronto il bilanciamento del bianco nelle tre rispettive condizioni appena viste nei grafici relativi al gamma. A sinistra quindi c'è il bilanciamento del bianco con profilo colore sRGB, piuttosto lontano dal riferimento, specialmente tra il 15% e il 50% di intensità del segnale in ingresso; al centro le ottime prestazioni dopo la calibrazione manuale e a destra le prestazioni nella modalità HDR Cinema che si è rivelata la migliore. 

  
 - click per ingrandire -

A sinistra gamut e colorimetria del profilo colore sRGB, con piccoli errori dovuti soprattutto alle deviazioni del bilanciamento del bianco; Al centro le prestazioni con profilo colore DCI-P3 che testimoniano da un lato la copertura quasi completa del gamut di riferimento e qualche errore fortunatamente soltanto di saturazione che può essere corretto agevolmente e manualmente nel menu CMS integrato; a destra le prestazioni con segnali HDR10 e spazio colore REC BT.2020, anche qui con ottime notizie per la copertura dello spazio colore, qualcuna in meno per un leggero eccesso di saturazione che purtroppo non può essere corretto.

Il giudizio sul monitor LG è positivo e si avvicina decisamente alle prestazioni di un monitor di post produzione, ma soltanto se si lavora con gamma tradizionale. Il local dimming non convince completamente poiché le zone sono troppo poche (una decina) e soltanto in senso orizzontale; la modalità HDR è discreta ma l'impossibilità di calibrare almeno il bilanciamento del bianco, è incomprensibile. La qualità del pannello è ottima, con copertura dello spazio colore DCI-P3 quasi perfetta, un ottimo rapporto di contrasto e uniformità eccellente; se con un aggiornamento firmware si aprisse alla possibilità di calibrare uno dei profili colore HDR, il giudizio complessivo su qualità generale, versatilità e rapporto qualità-prezzo, ne gioverebbe in maniera sostanziale. 

La pagella secondo Emidio Frattaroli: voto finale 7,7

Costruzione 8,5
Versatilità 9,0
Menu e taratura 6,5
Prestazioni video 7,5
Rapporto Q/P 7,0

Per maggiori info: https://www.lg.com/it/monitor/lg-34WK95U-W