AV Magazine - Logo
Stampa
Andoer 4K 16MP Action Camera
Andoer 4K 16MP Action Camera
Franco Baiocchi - 03 Gennaio 2017
“Che tipo di qualità video e audio è lecito attendersi da una action-cam a risoluzione 4K, con una montagna di accessori, custodia subacquea e dal prezzo di circa 60 Euro? Cerchiamo di scoprirlo in questa prova anche con alcune misure oggettive”
Pagina 1 - Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Abbiamo ricevuto in prova dal nostro partner Tomtop la Action Camera Andoer 4K, video camera dedicata alla registrazione di video durante lo svolgimento di sport o di attività, in grado di registrare filmati in 4K a 30 fps e Full HD fino a 60 fps. Come la gran parte delle action cam, si tratta di una camera dalle dimensioni ridotte, con la mancanza quasi totale di di elementi d'interazione (tasti, levette o ghiere), ed il corpo macchina è protetto da una custodia di plastica a tenuta stagna, che la protegge da urti e cadute e dalle infiltrazioni d'acqua in caso di immersione. La camera è infatti dichiarata "waterproof" fino ad una profondità di 30 metri.


- click per ingrandire -

La camera è dotata di un sensore di immagini Sony IMX179 da 16 megapixel, un display posteriore TFT con diagonale da 2.0" e risoluzione dichiarata di 720p, ed un piccolo display frontale da 0.66" di tipo LCD secondario non illuminato, obiettivo grandangolare con angolo di campo di 170°, supporto Wifi. Il cuore del sistema è il chip Allwinner V3 dedicato esclusivamente alle action cam, con CPU single-core ARM Cortex A7 con frequenza massima di 1.2Ghz e coprocessore in grado effettuare l'encoding di video 1080p, con un framerate massimo di 70 fps nel formato H.264; supporta l'encoding JPEG fino a 8MP, il time lapse e integra un processore ISP Hawkview. Video e foto possono essere immagazzinati in una memoria microSD fino a 64GB. Il sistema operativo è Linux.

 
- click per ingrandire -

La Action Cam si presenta molto compatta, di dimensioni assai ridotte e presenta sulla facciata principale l'obiettivo grandangolare, il pulsante di accensione/spegnimento ed il display LCD da 0,66" che ci da indicazioni sul tipo di utilizzo (fotcamera/videocamera), l'orario attuale e lo stato della batteria. La facciata posteriore è quasi interamente occupata dal display da 2.0 pollici affiancato da due LED di stato. Nel lato superiore è presente un pulsante di controllo utilizzato per scattare foto o iniziare la registrazione video ed un LED relativo al traffico wifi; sul lato destro sono presenti due pulsanti (up e down), per la navigazione tra le voci del menu; sul lato sinistro sono posizionati lo slot per l'inserimento della memoria esterna microSD, un connettore miniHDMI per l'uscita video ed un connettore microUSB per il trasferimento dei dati e la ricarica del dispositivo; Il lato inferiore, infine, presenta invece l'alloggiamento per la batteria agli ioni di Litio da 900 mAH e 3,7 V.

 
- click per ingrandire -

Oltre al case plastico waterproof, che la protegge da urti cadute e permette l'utilizzo fino ad una profondità di 30 metri sott'acqua, la camera ha in dotazione numerosi accessori per il montaggio e l'utilizzo per differenti modalità di applicazione, come ad esempio il kit di montaggio per bicicletta o quello da elmetto, supporti per l'aggancio alla cintura ed un telecomando remoto fino a 10 metri che è possiblile allacciare al polso grazie ad un cinturino. 

   

Pagina 2 - Hands on


- click per ingrandire -

La camera è già inserita nel guscio protettivo waterproof all'interno della confezione. Il meccanismo per la rimozione della stessa dallo chassis non è molto agevole, comunque efficace per una buona tenuta stagna. Dopo averla estratta dal contenitore, abbiamo provato a collegare la cam ad un computer con sistema operativo Windows 7.

  
- click per ingrandire -

La camera si accende in maniera quasi istantanea e sul menù ci presenta la scelta tra modalià fotocamera e modalità di caricamento della batteria; viene anche riconosciuta come dispositivo USB collegato al computer ma i driver non sono caricati correttamente, per cui, pur evidenziandola come disco esterno rimovibile nelle risorse del computer, in realtà la memoria SD del dispositivo non è leggibile e quindi non è possibile fare l'upload diretto delle nostre foto o video. Abbiamo provato a cercare in rete driver compatibili o appropriati, con vani risultati.

  
- click per ingrandire -

La Action Camera può dunque funzionare come cam USB scegliendo la modalità fotocamera per effettuare videochiamate con appositi programmi come Skype, Facebook, etc. Purtoppo il dispositivo deve essere ben carico perchè, in caso di batteria non piena, la cam è solita andare in stand by dopo poco tempo, rendendone praticamente impossibile l'utiizzo. Attraverso il pulsante di on/off, si può navigare tra le varie modalità tra cui la cattura di filmati 4K a 30fps, di immagini a 16megapixel, di video FHD a 60fps, un lettore video per guardare le nostre registrazioni direttamente sul display in dotazione e il menu per le impostazioni, in cui è possibile configurare la risoluzione video, la qualità delle foto, l'esposizione, la modalità wifi, impostazioni generiche, etc.

  
- click per ingrandire -

La camera è compatibile con la app Sports XDV, disponibile  per Android ed iOS che ci permette di utilizzare un dispositivo mobile come telecomando remoto per il nostro dispositivo di registrazione. Il collegamento avviene tramite connessione Wifi, con la nostra action cam che si trasforma in un vero e proprio hotspot wifi. Possiamo quindi controllare tutte le operazioni tramite il nostro smartphone, scegliere di registrare video, scattare foto e settare al volo le varie impostazioni tra cui le modalità video, la risoluzione video, la qualità delle foto, le impostazioni di esposizione, il bilanciamento del bianco e tutti gli altri setting configurabili dall'apposito menù direttamente sulla cam. Non è possibile però scegliere di salvare i nostri filmati o le nostre foto direttamente sulla memoria del dispositivo mobile utilizzato come controllo remoto ma siamo costretti ad usare la memoria microSD inserita nella action cam.

 

Pagina 3 - Qualità, conclusioni e pagella


- click per ingrandire -

Le operazioni di carica della piccola action-cam durano quasi due ore: la corrente di carica assorbita è di circa 600 mAh ma un terzo (circa 200 mAh) serve per tenere accesa la camera stessa. Quando è completamente carica, la batteria consente di registrare fino a quasi 90 minuti a risoluzione 4K: un'autonomia quasi eccezionale se consideriamo la capacità della batteria, dichiarata in meno di 3,5 Wh (3,7V e 900 mAh).

Per quanto riguarda bitrate e qualità video generale, la camera prevede ben 7 modalità di ripresa video, a risoluzioni e frame-rate differenti: 3840x2160/30p, 2688x1520/30p, 1920x1080/60p, 1920x1080/30p, 1280x720/90p, 1280x720/60p e 1280x720/30p. Il bitrate è variabile (H.265, Main 5.1, YUV 4:2:0 8bit) con punte che superano anche i 30 Mbps e con media che si attesta normalmente attorno ai 25 Mbps. Tutte le riprese vengono suddivise in file da 15 minuti esatti indipendentemente da risoluzione, frame-rate e quindi dalle dimensioni del file stesso. Per fare un esempio, un file da 15 minuti a risoluzione 4K può pesare anche meno di 150MB (inquadratura completamente nera) oppure più di 3,5 GB (contenuti dinamici). L'audio è monofonico, di qualità insufficiente, con campionamento ad 8kHz, quantizzazione a 16bit e compresso in AAC, con datarate a 16kbps.

 
A sinistra Andoer H8R, a destra Lumia 950 (25p), entrambe in 4K;
carta test prodotta in collaborazione con Imatest ed Epson Italia.

- click per ingrandire -

La qualità video è interessante. Il sensore Sony evidentemente è di buona qualità ma l'ottica (con distorsione anche leggermente asimmetrica) è di qualità bassa. La risoluzione orizzontale reale è di circa 2K, anche quando viene scelto il formato 4K, ma solo se c'è tanta luce. Anche con tanta luce le immagini sono devastate da una eccessiva maschera di contrasto e da artefatti di compressione. Quando la luminosità scende, sale evidentemente il rumore e probabilmente un algoritmo di de-noise molto invadente appiattisce con vigore ogni dettaglio. Cattive notizie anche dalla fedeltà cromatica, non particolarmente entusiasmante, soprattutto per le tinte vicine al blu e al verde. Al confronto con action-cam Sony e GoPro di penultima generazione, la qualità video generale è abbastanza deprimente. D'altra parte, se consideriamo il costo di questa camera e la montagna di accessori a corredo, il rapporto qualità prezzo complessivo è comunque molto elevato.

La pagella secondo la redazione di AV Magazine: voto medio 5,9

Dotazione 7,5
Costruzione 5,0
Ergonomia 6,5
Qualità video 5,0
Qualità audio 2,5
Versatilità 6,5
Autonomia 7,0
Rapporto Q/P 7,5

Per maggiori info: www.tomtop.com