AV Magazine - Logo
Stampa
Apre la nuova sede AVD VicenzaUno
Apre la nuova sede AVD VicenzaUno
Emidio Frattaroli - 21 Febbraio 2007
“Lo scorso Ottobre è stata inaugurata al pubblico la nuova sede della Audio Video Design nella provincia di Vicenza, una realtà che ha come obiettivo la diffusione della filosofia della casa intelligente, dall’integrazione dei sistemi audiovideo di elevata qualità alle applicazioni di domotica più sofisticate”
Pagina 1 - Introduzione

Lo scorso Ottobre è stata inaugurata al pubblico la nuova sede della  Audio Video Design nella provincia di Vicenza, varando di fatto quello che è il nuovo corso del marchio AVD entro i territori nazionali ed esteri. Già membro del CEDIA, AVD ha come obiettivo la diffusione della filosofia della casa intelligente, dell’integrazione dei sistemi alle applicazioni di domotica. AVD infatti non si occupa solo di impianti audio e video in sale dedicate,  multi-room o salotti che all’occorrenza diventano dei veri e propri cinema in casa.

AVD offre decisamente di più, ad iniziare dal controllo del sistema di illuminazione intelligente con scenari programmabili e rinnovabili, fino agli impianti di sicurezza e video sorveglianza, senza dimenticare anche gli altri apparati (riscaldamento, condizionamento, etc), guidati da una centrale completamente programmabile. Oggi AVD è un marchio che garantisce lavorazioni allo stato dell’arte, impiego di materiali di prima qualità, competenza ed esperienza.

La nuova sede di Vicenza è stata ricavata da un ex capannone industriale, opportunamente ristrutturato nei minimi particolari, lasciando il pavimento in cemento per permettere al riscaldamento radiante di poter lavorare indisturbato Il soppalco è stato completamente rivestito in legno e la ringhiera superiore foderata con pannelli di alluminio espanso, che oltre ad avere una indubbia funzione estetica, contribuiscono ad abbattere la rumorosità fra gli ambienti sottostanti e gli uffici del piano superiore.

Pagina 2 - Ambienti e installazioni

Una pianta da sughero di 6 metri capeggia al centro dello spazio delimitato dalla sala Luxury (vero piatto forte di tutta l’installazione) e dal perimetro esterno del loft ed assieme a bonsai, vasi ornamentali di pregiata foggia ed il sapiente posizionamento di statue, mobili e suppellettili antiche arrivate dall’oriente, contribuisce a creare un’atmosfera quasi surreale, rilassante ed accogliente, ma allo stesso tempo tecnica e moderna.

Due video proiettori Vidikron con singola matrice DLP DC3 e risoluzione di 1280x720 punti (Model 30 e Model 50) rimandano altrettante immagini su schermi posizionati sul lato sinistro dello stabile, vicino alla reception. Sulla parere di fronte all’ingresso fa bella mostra di se il rack con le elettroniche video e della video sorveglianza, mentre alla sua destra troneggia quello decisamente più “muscoloso” che ospita l’impianto audio e di controllo dei sistema.

Oltre a Blu-Ray Disc player, Media Center e server per la video sorveglianza, completa la parata di elettroniche il sistema audio JBL Synthesis Hercules composto come sempre da un pre/processore , da un equalizzatore digitale in tempo reale e dalla batteria di finali (a due, cinque o sette canali in base alle esigenze impiantistiche) selezionati nella opportuna configurazione in modo da alimentare la “sete di corrente” del sistema di casse posizionato all’interno della sala centrale.

Tra le numerose installazioni spicca quella composta dalle elettroniche danesi della Thule Audio, con il display al plasma Vidikron da 50” di derivazione PRO e con risoluzione di 1366x768 punti, collegato ad un lettore DVD tramite connessione a componenti a scansione interlacciata. Il sistema è completato da una poltrona D-Box che ha la peculiarità di rimandare sensazioni “fisiche” coerenti con il materiale che si visualizza, traducendo informazioni contenute nei time code del disco appositamente registrate.

Pagina 3 - Luxury theater

Luxury, premiata lo scorso Febbraio 2005 all’ISE come miglior progetto trasversale, è il vero piatto forte delle installazioni proposte da AVD. Si tratta di una vera e propria sala cinematografica da realizzare all’interno della propria abitazione con il massimo della tecnologia oggi disponibile inglobata all’interno di un progetto di arredo-design che esalta, oltre all’eleganza della sala, le capacità dell’impianto Home Cinema. 

Legno e colori orientali si alternano creando un ambiente ovattato senza che nulla disturbi la vista dello spettatore: i segreti dell’impianto Luxury restano celati dietro le pareti da cui compaiono solo gli elementi indispensabili che, comunque, arricchiscono il design e lo spirito futuristico della sala.

La sala è dotata di un videoproiettore Vidikron model 90 con Cinewide & Autoscope, con lente anamorfica che permette di sfruttare l'intera superficie delle matrici del proiettore anche con materiale in formato cinemascope (con rapporti base:altezza fino a 2,4:1), in modo da non perdere risoluzione e potenza luminosa. 

Il sistema di riproduzione sonora ruota attorno ad un processore audio JBL Synthesis Hercules e diffusori JBL. Gli altoparlanti frontali sono celati dietro ad uno schermo Screen Research curved da 130 pollici fonotrasparente in tessuto, in modo da eliminare completamente il dannoso effetto moiree visibile nei tradizionali schermi microforati.

Per saperne di più su AVD, su i prodotti e i marchi citati:
www.avd.it
  -  www.nautilusav.it  -  www.twoline.co.uk