AV Magazine - Logo
Stampa
BenQ W1700 a Bologna e Milano
BenQ W1700 a Bologna e Milano
Emidio Frattaroli - 26 Marzo 2018
“Negli ultimi due weekend, il nuovo BenQ W1700, il proiettore DLP monochip a risoluzione 4K, ha mostrato le sue potenzialità nei due punti vendita Audioquality a Bologna e Milano 2, confermando ancora una volta di essere un piccolo campione del rapporto qualità prezzo”
Pagina 1 - BenQ W1700 a Bologna


- click per ingrandire -

Il BenQ W1700 è il primo videoproiettore con tecnologia DLP a risoluzione 4K a scendere al di sotto dei 1.500 Euro. Annunciato alla fine del 2017 è arrivato sul mercato solo recentemente, alla fine del mese di febbraio. In occasione dell'evento di anteprima a Roma dello scorso gennaio ho analizzato il proiettore e ho pubblicato alcune misure preliminari, con ottimi risultati nonostante il firmware molto giovane (l'articolo è a questo indirizzo).


- click per ingrandire -

Durante gli ultimi due weekend del 17 e 24 marzo, ho partecipato ad altri due eventi a Bologna e a Milano non soltanto per mostrare il piccolo campione del rapporto qualità prezzo ad un numero ancora più elevato di appassionati ma anche per verificarne le prestazioni dopo un aggiornamento del firmware e anche con installazioni decisamente differenti rispetto a quella di Roma, in un'ambiente completamente assorbente e totalmente oscurato.

  
- click per ingrandire -

Il 17 marzo a Bologna, presso Audioquality, il piccolo W1700 è stato installato nella grande shoow-room al piano superiore, illuminando uno schermo tensionato con superficie tradizionale a guadagno unitario da tre metri di base, a corollario di un sistema home theater con lettore Sony UBP-X1000ES (la nostre recensione è a questo indirizzo) e soundbar Samsung HW-K950 in configurazione Dolby Atmos 5.1.4 con subwoofer e satelliti posteriori wireless.

Nonostante la luce residua in ambiente e le dimensioni generose dello schermo, il "piccolino" si è difeso egregiamente, grazie soprattutto ad un flusso luminoso più che sufficiente e adeguato anche ai contenuti HDR. Con l'occasione ho potuto sottolineare il vantaggio in termini di risoluzione rispetto ai proiettori "vobulati" con matrici native full HD "non DLP" con il solito filmato demo del "lanciarazzi" di ScoobyDoo: trovate i particolari del filmato test in questo articolo e i risultati con il BenQ W1700 in questa pagina.

 
- click per ingrandire -

Al piano inferiore, nella sala home theater principale completamente oscurata e assorbente, con schermo DarkStar9 da 3,2 metri di base in 21:9, era in dimostrazione anche un proiettore JVC DLA-X9900, il top di gamma JVC tra i modelli "vobulati" con matrici full HD, dotato di una gamma dinamica straordinaria, inarrivabile da qualsiasi altro proiettore domestico. Dopo la calibrazione effettuata in collaborazione con Francesco Aliotta, software Calman e sonde xrite e Klein K10-A.

 
- click per ingrandire -

Grazie alla calibrazione abbiamo sfiorato i 70 NIT in formato 16:9 e ben 60 NIT in 21:9. Le prestazioni eccellenti in termini di controllo della curva del gamma, specialmente sulle basse luci, l'elevata precisione dei colori anche a saturazioni intermedie e la straordinaria ricchezza di sfumature hanno lasciato a bocca aperta più di un appassionato. Il prezzo del DLA-X9900 purtroppo vale ben sei volte quello del BenQ W1700; la capacità risolutiva è sicuramente inferiore ma sulla gamma dinamica siamo a distanza siderale. E certe cose purtroppo si pagano.

 

Pagina 2 - BenQ W1700 a Milano


- click per ingrandire -

Il sabato successivo, presso la "filiale" di Audioquality presso Spazio 2M a Milano 2, abbiamo preferito utilizzare praticamente le stesse soluzioni, con il piccolo BenQ W1700 al piano superiore, all'interno di un grande spazio "living" - dedicato alla domotica - con luce non completamente controllata. La differenza sostanziale rispetto a Bologna è lo schermo: stavolta c'è un DarkStar9 da 110" in formato 16:9 che ha donato alle immagini una profondità inconsueta per installazioni di questo tipo, profondità che ha aiutato notevolmente anche la percesione della risoluzione.

 
- click per ingrandire -

Ad alimentare il BenQ W1700 anche in questo caso ho utilizzato un lettore Sony X1000 con file audiovideo di riferimento, compreso il solito "lanciarazzi" dell'edicola di Teramo, a piazza Martiri della Libertà. Il video su youtube è a questo indirizzo. Tra gli altri contenuti, non sono mancate partite di calcio a 50p e 60p a risoluzione UHD 4K, documentari e anche clip da film, anche questi in 4K e alcuni anche in HDR. Nell varie sessioni non ho dimenticato di mostrare anche le prestazioni con materiale full HD, lasciando ovviamente l'onere dello scaling al proiettore.

 
- click per ingrandire -

Durante le dimostrazioni si è parlato spesso dell'emittente Sky e dell'inizio delle trasmissioni a risoluzione UHD 4K con HLG, alias Hybrid Log Gamma: una diversa declinazione dell'HDR con valori del gamma leggermente inferiori. Come puntualizzato più volte alle tante persone intervenute alle varie dimostrazioni, per poter riprodurre tali contenuti, a risoluzione 4K, scansione 50p e 10bit per componente, serve prima di tutto un ingresso HDMI a banda piena da 18Gbps. E fin qui il BenQ è compatibile al 100%. Serve anche avere la curva del gamma relativa e una EDID che possa dialogare col ricevitore Sky-Q. Purtroppo queste due cose ancora mancano nel BenQ W1700 ma dovrebbe essere possibile aggiungerle con un aggiornamento firmware. Ho segnalato immediatamente l'argomento a BenQ Italy che girerà la domanda al quartier generale, con la speranza di avere informazioni prima possibile.

 
- click per ingrandire -

Anche a Milano, al piano inferiore era in funzione il proiettore JVC DLA-X9900, perfettamente tarato e con prestazioni esaltate dall'ottimo schermo DarkStar 9 da 3,2 metri di base. A Milano in realtà i proiettori sono sensibilmente più vicini allo schermo rispetto alla sala di Bologna e questa situazione permette di sfruttare un flusso luminoso leggermente superiore, caratteristica che con materiale HDR è un vantaggio molto apprezzato. In HDR e in formato 16:9 in questo caso abbiamo riprodotto contenuti HDR anche con lampada in modalità ECO, raggiungendo comunque un livello di luminanza a schermo non lontano dai 70 NIT: un vero spettacolo per gli occhi.

Nei prossimi giorni il piccolo BenQ W1700 sarà trasferito nella sala inferiore in modo da apprezzarne le potenzialità anche in ambiente completamente oscurato e con schermo ad alto contrasto. Se siete interessati a sperimentare la qualità che è possibile raggiungere oggi per meno di 1.500 Euro, vi consiglio di prenotare una dimostrazione presso Spazio 2M, contattando Fabio De Angelis all'indirizzo email fabio at audioquality.it

Per maggiori informazioni: audioquality.it - spazio2m.com - www.benq.it/product/projector/w1700