AV Magazine - Logo
Stampa
First look Panasonic Lumix GH5S
First look Panasonic Lumix GH5S
“Con l'annuncio ufficiale della GH5S Panasonic mette una bella ipoteca sulla migliore camera per produzione video disponibile, grazie ad un nuovo sensore e prestazioni quasi miracolose su gamma dinamica, prestazioni sulle basse luci e possibilitÓ di registrazione, tutto ad un prezzo superiore rispetto alla GH5”
Pagina 1 - Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Possiamo immaginare quello che passa nella testa dei possessori della GH5 mentre leggeranno della nuova GH5S perché abbiamo sperimentato esattamente la stessa cosa: a distanza di due settimane dall'acquisto della “nostra” GH5, a fine novembre abbiamo avuto la notizia dell'uscita del nuovo modello... A meno di un anno dal precedente!!! Dopo i rumors di queste ultime settimane c'è anche chi ha accusato Panasonic di non rispettare i propri clienti. Ed è questa la risposta che si è abituati a dare quando pensiamo di aver preso una fregatura. Ma è veramente così? Che interesse ha la Panasonic a perdere la fiducia dei propri clienti?


- click per ingrandire -

Facciamo qualche passo indietro. Circa un mese fa veniamo invitati da Panasonic a Milano per la presentazione di una nuova camera, con alcune delle caratteristiche anticipate da numerosi “rumors”, alcuni dei quali un po' esagerati e con caratteristiche fantascientifiche in pieno stile “Fantozziano”. Una volta arrivati a Milano abbiamo potuto verificare che la maggior parte delle informazioni trapelate a dicembre erano vere e il motivo che ci ha impedito di parlarne fino ad oggi è la firma di un accordo di riservatezza (col “sangue”).


- click per ingrandire -

I tre corpi macchina a disposizione, nonostante una versione del firmware a dir poco “acerba”, erano funzionanti e nel breve tempo che abbiamo avuto a disposizione abbiamo potuto analizzare gli aspetti più interessanti, grazie anche a del materiale preparato da Panasonic in cui la GH5S veniva messa a confronto anche con una camera Sony, Alpha 7S2, il tutto osservato su un TV OLED Panasonic.


- click per ingrandire -

Per essere chiari, da quello che abbiamo potuto osservare e in attesa di poter confermare le caratteristiche analizzate con un modello da analizzare in profondità nel nostro laboratorio, la nuova GH5S è stata presentata come la migliore DLSM/DLSR per produzione video professionale mai prodotta fin'ora. Ed è altamente probabile che la verità sia molto vicina a quanto sostenuto da Panasonic. Ed ecco in breve le caratteristiche salienti:

  • nuovo sensore MFT da 10,2 megapixel;

  • doppia sensibilità nativa (400 ISO e 2500 ISO);

  • sensibilità ISO da 80 ISO fino a 204800 ISO;

  • gamma dinamica reale di 12 stop;

  • rapporto S/N video migliore di 9,5 dB (vs. GH5).

 

Pagina 2 - Analisi approfondita e hands-on


- click per ingrandire -

Il sensore è completamente nuovo, ha una risoluzione pari a circa la metà rispetto a quello montato dalla GH5, quindi con fotodiodi che possono contare su un'apertura doppia rispetto a quelli del sensore della GH5, fattore che consente di raccogliere molta più luce a parità di condizioni. La sensibilità ISO nativa “doppia” è stata introdotta con le Varicam Panasonic e, ultimamente, con la “compatta” EVA1 mostrata all'IBC dello scorso settembre. Il “dual ISO” è possibile grazie a due circuiti analogici separati per ogni pixel prima del sistema di gain digitale. Inoltre, la sensibilità impostabile dall'utente spazia ora tra 80 ISO e 204800 ISO.

Queste due novità (dimensione dei fotodiodi e sistema “dual ISO”), permettono, secondo Panasonic - di ottenere una qualità video eccezionale anche in condizioni di scarsa luminosità, con un rapporto segnale rumore migliorato di 1 stop e mezzo rispetto alla GH5 nelle stesse condizioni, con un aumento di ben 9,5db). Effettivamente, guardando alcuni video di test attraverso il TV OLED Panasonic, le prestazioni sembrano perfettamente in linea con quelle della prestigiosa Sony Alpha 7S2. La gamma dinamica è dichiarata onestamente da Panasonic in ben 12 stop, valore che dovrebbe essere sensibilmente superiore anche rispetto alla Sony 7S2. Ed è proprio questa la differenza più eclatante. Ammesso - e ancora non concesso - che Panasonic abbia effettuato i test comparativi tra Sony A7S2 e Lumix GH5S senza errori, sembra proprio che quest'ultima abbia un sensibile vantaggio proprio in termini di gamma dinamica.

 
- click per ingrandire -
GH5S e Sony Alpha 7S2 a confronto su TV OLED Panasonic

Benché la GH3 usata per fare le foto che vedete pubblicate nelle pagine di questo articolo abbia una gamma dinamica di quasi 10 stop (un po' meno in realtà), giocando con l'esposizione dovrebbe essere evidente il vantaggio in termini di dinamica per la GH5S (a sinistra) rispetto alla 7S2 (a destra): osservate il colore delle luci sugli alberi; con la GH5S il “bianco” è ancora “giallino” mentre con la Sony A7S2 è già in clipping e perfettamente bianco, il tutto mentre sulle basse luci la prestazione è praticamente sovrapponibile.

Oltre alla gamma dinamica, un altro importante vantaggio rispetto alla Sony A7S2 è dato dagli effetti di “rolling shutter” piuttosto contenuti, sensibilmente inferiori rispetto alla GH5 (grazie alla risoluzione inferiore che riduce ulteriormente i tempi di lettura dei dati dal sensore) che già offriva buone prestazioni.

 

Pagina 3 - Risoluzione e formati di registrazione

 
- click per ingrandire -

Le uniche perplessità che abbiamo riguardano la risoluzione nativa del sensore e le prestazioni in termini di risoluzione, dettaglio, moire e aliasing. Prima di tutto, nella conferenza stampa Panasonic non ha risposto alla nostra domanda sulla risoluzione nativa del sensore. Si è limitata ad indicare una risoluzione nativa di 10,2 megapixel che in realtà non ha molto senso. Non ha senso perché in modalità fotografica possiamo impostare quattro diverse risoluzioni che vedete riassunte nella tabella. Ogni risoluzione corrisponde ad un diverso angolo di campo orizzontale, con angolo di campo diagonale che rimane costante.

 
- click per ingrandire -

Panasonic chiama questa caratteristica con il nome di “Multi-aspect Ratio”, che permette di ottenere sempre lo stesso angolo di campo per ogni rapporto d'aspetto. In realtà poco importa a chi produce video qual'è l'angolo di campo diagonale e se ci sia una “costanza” della lunghezza focale equivalente (calcolata appunto sulla diagonale). In ogni modo, è interessante analizzare questa caratteristica e in che modo cambia l'angolo di campo orizzontale in base alla risoluzione in modalità fotografica. 


- click per ingrandire -

Quello che è chiaro, è che solo in 4K la GH5S utilizza effettivamente 4096 pixel in orizzontale. In modalità UHD 4K (3840x2160) e FHD (1920x1080), la GH5S probabilmente utilizza una risoluzione nativa di 4.016 pixel per poi scalare a 3.840. Si tratta al momento di nostre speculazioni poiché in assenza di informazioni specifiche dovremo attendere alcune settimane per poter effettuare dei test con mire e “dischi di siemens” per verificare la risoluzione nativa del sensore e quella reale dell'immagine, magari anche al netto del rapporto segnale/rumore, di eventuali artefatti di aliasing e moire.

 
- click per ingrandire -

La nuova GH5S registra finalmente a 25/30p e 50/60p anche in 4K pieno. La GH5 invece permette questi frame rate solo in UHD 4K. Purtroppo soltanto a 25p e 30p è possibile registrare in component 4.2.2 e 10bit direttamente in camera sulla scheda SD. Se invece si selezionano 50p e 60 p non è possibile andare oltre il component 4.2.0 ad 8 bit per componente. Infine il frame rate in HD raggiunge ora i 240 fotogrammi al secondo rispetto ai 180 della GH5. In più, mentre si registra sulla SD card, sarà possibile prelevare il segnale video 4K a 10bit in 4:2:2 anche dall'uscita HDMI, simultaneamente e fino a 60p.

 

Pagina 4 - Prezzo, disponibilitÓ e conclusioni


- click per ingrandire -

Con alcune delle caratteristiche video ormai ben chiare e con le caratteristiche audio altrettanto interessanti che analizzeremo a breve), cerchiamo di fare qualche considerazione , partendo dalla domanda iniziale: sfornando la GH5S a così breve “distanza”, Panasonic ha forse tradito la fiducia dei tanti consumatori che hanno acquistato la GH5? Per rispondere a questa domanda bisogna considerare che la nuova GH5S è molto diversa dalla GH5 e si rivolgerà probabilmente ad una fascia di mercato leggermente differente.

Prima di tutto la risoluzione – molto bassa – è uno “spartiacque” molto netto: non si tratta più di una fotocamera ma praticamente “soltanto” di una videocamera con molte caratteristiche professionali. Sparisce inoltre la stabilizzazione del sensore, aspetto molto apprezzato nella GH5. Il motivo è da ricercarsi probabilmente nel nuovo sensore che avrà caratteristiche fisiche che probabilmente non permettevano di usare gli stessi servomeccanismi già utilizzati per il sensore da 20 megapixel della GH5.

Dispensare una nuova tecnologia con il contagocce solo per far business mi sembrerebbe più scorretto. Il mondo va avanti velocemente e per me questa è una buona cosa. Credo comunque che di etico dietro questa scelta non ci sia proprio niente. Molto probabilmente il nuovo sensore della GH5s, che sembra essere di casa sony, ha portato ad accordi commerciali tali da anticiparne l'uscita prima della risposta della sony.

Comunque non disperate tutti voi, delusi o disfattisti: la GH5s non sostituisce la GH5, infatti costerà molto di più (meno di 3.000 Euro ma più di 2.500 Euro), non sarà eccellente nelle foto e - cosa assai più grave dal mio punto di vista - mancherà il sensore stabilizzato. Noi comunque ne abbiamo già ordinata una che non vediamo l'ora di confrontare con GH4, GH5 e Sony 7S2 che fanno parte da tempo del nostro corredo videofotografico. La nuova camera dovrebbe essere disponibile entro la fine di marzo.

Per maggiori informazioni: www.panasonic.it