Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HDTV su Digitale Terrestre con ADB e RAI

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 23 Febbraio 2006 nel canale HT

“In questi giorni, al Centro Ricerche RAI di Torino viene scritto un importante capitolo nella storia della TV ad alta definizione, grazie agli importanti traguardi raggiunti con la sperimentazione delle trasmissioni in HDTV in formato H.264 su DVB-T, in collaborazione con Advanced Digital Broadcast”

Qualità d'immagine


Visione d'insieme delle tre immagini nella sala al Centro Ricerche Rai
- click per ingrandire -

Nonostante i limiti della tecnologia al plasma (dithering, numero di sfumature) la qualità generale delle immagini riprodotte dai monitor Panasonic è buona e pienamente sufficiente per dimostrare le enormi differenze tra segnali video a definizione standard e quelli a piena risoluzione HD


Alcune delle immagini riprodotte dai due display al plasma Panasonic
- click per ingrandire -

L'interlacciamento dei segnali 1080i ha creato inoltre qualche problema ai DSP video dei due monitor Panasonic che hanno presentato numerosi artefatti di deinterlaccio e di scaling che potrebbero essere scambiati anche per artefatti di compressione MPEG4/AVC.


Il dettaglio generale delle immagini statiche è davvero sensazionale
- click per ingrandire -

A una distanza di visione "normale" i piccoli difetti scompaiono quasi completamente per lasciar posto ad immagini estremamente piacevoli. Gli artefatti di compressione sono decisamente limitati, anche se per un'analisi più dettagliata di questo aspetto sarebbe molto più indicato un monitor con tecnologia CRT.

Segue : Conclusioni Pagina successiva