Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray Disc vs. HD DVD: epilogo

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 27 Marzo 2008 nel canale HT

“Con la fine della guerra tra i due formati ad alta definizione HD DVD e Blu-ray Disc si chiude uno dei periodi più interessanti e appassionanti della storia dell'elettronica di consumo. In questo articolo ripercorriamo questi ultimi frenetici anni di "guerra", con un'analisi tecnica delle differenze”

2003: arriva il videoregistratore Blu-ray Disc


Il primo videoregistratore Blu-ray Disc è il Sony BDZ-S77
- click per ingrandire -

L'anno successivo, il 10 Aprile 2003, Sony accelera la sua corsa verso il Blu-ray Disc e mette in vendita il primo videoregistratore. Si tratta del modello BDZ-S77, capace di registrare su dischi a singolo strato. Un prodotto di fascia molto elevata con sintonizzatore digitale per l'alta definizione già integrato e capace di registrare direttamente il trasport stream delle trasmissioni disponibili. Il prodotto non sarà in grado di riprodurre i BD video odierni.


Il Panasonic DMR-E700BD è il primo BD recorder compatibile con dischi da 50GB
- click per ingrandire -

Negli anni successivi (fino al 2005) arriveranno altri videoregistratori Blu-ray Disc da Sharp e Panasonic (quest'ultimo fu il primo a doppio strato con capacità di 50GB per disco). Si tratterà comunque di prodotti di nicchia, che devono fare i conti con HDD recorder e D-VHS molto più economici per registrare i canali HD giapponesi.


Uno dei dischi Panasonic a doppio strato con capacità di 50 GB
- click per ingrandire -

Nonostante l'esiguità del market share di questo tipo di prodotti, in Giappone non è difficile trovare nei negozi supporti registrabili in formato Blu-ray Disc, con prezzi di circa 20 Euro per un disco da 25 GB a singolo strato, più del doppio per un disco a doppio strato (fonte Big Camera, Ottobre 2004).