Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

L'esorcista - 40° anniversario

di CineMan , pubblicato il 15 Novembre 2013 nel canale SOFTWARE

“Una delle opere più terrificanti di tutti i tempi viene riproposta in HD a 40 anni dalla produzione con l'Ext Director's Cut e versione cinematografica. Edizione Warner Bros HE”

- click per ingrandire -

La facoltosa famiglia MacNeil vive a Georgetown, negli USA. L'atea madre Chris (Ellen Burstyn) è un'attrice di successo e quando non recita si occupa della giovane figlia Regan (Linda Blair), costretta a farle anche da padre dopo la separazione. In una grande casa accudita da due domestici la vita scorre senza troppi problemi, almeno sino al momento in cui la bambina manifesta quelli che all'inizio appaiono come profondi e violenti disturbi psico-fisici, sempre più inspiegabili per il mondo della medicina.

Disperata, Chris si rivolge a Damian Karras (Jason Miller), gesuita e psichiatra recentemente sconvolto per la perdita dell'anziana e amata madre, al quale chiede di liberare la figlia dal misterioso male. Scettico sulle affermazioni della donna, il sacerdote è convinto a visitare Regan ritrovandosi faccia a faccia con un'entità che afferma di essere il diavolo in persona.

Sotto il peso di una fragile fede Karras combatterà coloro che hanno preso possesso dell'anima e del corpo della dodicenne al fianco di un potente esorcista, il padre archeologo Lankaster Merrin (Max von Sydow).

- click per ingrandire -

A soli 38 anni il grande regista William Friedkin realizzò l'opera più terrificante della sua carriera sulla sceneggiatura non originale di William Peter Blatty. Il romanziere si era basato su un caso di presunta possessione di un giovane americano risalente agli anni '40 e grazie all'adattamento per il grande schermo vinse l'Oscar.

Nel 1990 Blatty scrisse e diresse l'eccellente “L'esorcista III”, vero sequel che annichiliva la discutibile opera “Esorcista II: l'eretico” di John Boorman. Cult assoluto nel suo genere con pochissime opere in grado di eguagliarlo per terrore e suspance, come nel caso dell'altrettanto shockante “L'inquilino del terzo piano” di Roman Polanski, “L'esorcista” venne funestato da una serie di misteriosi incidenti.

Tra dicerie e leggende metropolitane ricordiamo alcuni fatti tra i quali il montaggio del film svoltosi al numero 666 della Fifth Avenue dove Friedkin aveva l'ufficio, l'incendio del set/abitazione dei MacNeil dove si salvò solo la camera di Regan ed eventi tragici come alcuni decessi quando il film era ancora in produzione tra cui quello di Vasiliki Maliaros, l'ottantanovenne al suo primo e unico ingaggio da attrice che impersonava la madre di Karras, il cui personaggio abbandonato a se stesso in una squallida clinica muore segnando profondamente la coscienza del figlio.

Nonostante l'epoca e le disturbanti immagini la censura italiana pensò bene di vietare il film ai soli minori di 14 anni.

- click per ingrandire -

Qualità video

La riedizione per il 40° anniversario offre l'opera su due differenti BD-50, uno con la versione cinematografica originale (122'), il secondo con l'edizione rimontata da Friedkin del 2000 (132') più vicino alla visione originale di Blatty arricchito di elementi parzialmente inediti parte dei quali già presenti all'interno di capitoli extra nelle precedenti edizioni DVD.

L'aspect ration è comunque 1.78:1, prossimo ma non identico all'originale 1.85:1. Nonostante la diversa durata i film sono accomunati dalla stessa resa tecnica, con grana a tratti anche invasiva, color banding, impedendo in numerose occasioni un maggiore senso di profondità di campo, neri in background con relativa solidità.

Si è evidentemente cercato il più possibile di mantenere inalterato il lavoro del cinematographer Owen Roizman (di cui “Il braccio violento della legge” per l'edizione HD è stato alterato nei colori dallo stesso Friedkin giudicando Roizman “un incompetente” il quale a sua volta ha definito “atroce” tale manipolazione) senza inficiarne la resa con filtri digitali. Come accaduto in passato, durante la visione rimangono però perplessità su un ulteriore miglioramento con restauro 4K e l'impiego del più efficiente encoding AVC/MPEG-4 rispetto al VC-1 presente su entrambi i dischi.

Di fatto questa nuova edizione ripropone i due film nella versione digitale rimasterizzata proprio come nella precedente HD, con nessuna tangibile differenza.

Analisi del bitrate versione cinematografica (a sx) ed extended (a dx)
- click per ingrandire -

Qualità audio

Come nella precedente edizione l'offerta per l'audio italiano sulla versione cinematografica originale si limita alla sola traccia monofonica AC-3 1.0 canali (192 kbps), limitata e povera di dinamica ma che allo stesso tempo offre la possibilità di ascoltare l'originale cartello doppiatori di cui ricordiamo grandi nomi come Valeria Moriconi (Ellen Burstyn), Oreste Lionello (Jack MacGowran), Giancarlo Giannini (Jason Miller), Corrado Gaipa (Lee J. Cobb) mentre per Linda Blair le voci erano addirittura due: Monica Gravina e Laura Betti per le sequenze in cui Regan è posseduta.

L'edizione estesa offre la codifica AC-3 5.1 canali (640 kbps) in italiano con sensibile miglioramento, dialoghi maggiormente contrastati e una migliore presenza scenica d'insieme nonostante la scarsità di elementi discreti e relativi passaggi in gamma medio/bassa.

Su entrambi i dischi è presente la migliore codifica originale DTS-HD Master Audio 5.1 canali (core @ 1509 kbps) in inglese con ulteriore presenza di elementi discreti anche dai canali rear e una dinamica che fa la differenza in particolare nella seconda parte.

- click per ingrandire -

Extra (SD/HD)

Se a oggi esistono immagini della lavorazione del film lo dobbiamo unicamente alla decisione del direttore della fotografia Owen Roizman il quale, all'insaputa del regista, piazzò un operatore sul set a riprendere la produzione. Friedkin non se ne accorse perchè Roizman decise di non registrare l'audio in quanto avrebbe comportato la presenza di un secondo fonico che lo avrebbe insospettito.

Edizione cinematografica: commento di William Friedkin in parte interessante ma in più di un passaggio il regista si limita a descrivere le immagini aggiungendo elementi di produzione di modesta caratura. È sempre possibile passare alla seconda traccia con la voce di William Peter Blatty, non un commento al film ma la registrazione di riflessioni sull'opera della durata di 57' circa, seguita da un gruppo di elementi audio relativi alle voci originali associate al personaggio interpretato da Linda Blair. Purtroppo entrambe le tracce non sono sottotitolate. Bozzetti e storyboard, riflessioni sul film assieme al regista e allo sceneggiatore, il finale originale (1,42”), documentario “Paura di Dio” (77') ripercorrendo la realizzazione dell'opera in occasione del 25° anniversario, 4 trailer e 4 spot tv.

Edizione director's cut integrale: nuovo commento del regista con il solo ausilio di sottotitoli cinesi, “Raising Hell”: immagini dietro le quinte (30'), “Georgetown – Ieri e oggi” con i luoghi delle riprese (8'), “Faces of evil: un film tante versioni” le ragioni che misero in contrasto regista e sceneggiatore sul montaggio finale della versione cinematografica e la riproposizione del successivo editing, due trailer cinema, tre spot tv e due radiofonici. Eccetto commenti, trailer e spot il resto del materiale è sottotitolato.

Gli unici elementi inediti presenti in questa nuova proposta home video sono contenuti nel terzo disco BD-25 con 28' in cui William Peter Blatty rilegge alcuni passaggi salienti dell'opera e torna alle origini della storia a partire dal piccolo cottage appartenuto all'attrice Angela Lansbury in cui scrisse quasi tutto il romanzo. Il secondo capitolo di 20' è dedicato alle impressioni all'epoca dell'uscita del film da parte del padre gesuita ed esorcista Eugene Gallagher.

Incluso nella confezione libretto, con copertina cartonata, estratto dal libro “The Friedkin Connection – A memoir”, testo in inglese, scritto dallo stesso regista che nuovamente ripercorre la memoria della genesi e lavorazione del film.

- click per ingrandire -

La pagella secondo CineMan

Film 10
Authoring 6
Video 8
Audio 6
Audio V.O. 8
Extra 9

 

 

 

Articoli correlati

Top Vendite HD: Ottobre 2013

Top Vendite HD: Ottobre 2013

Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di Ottobre, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese
Home Video HD: Novembre

Home Video HD: Novembre

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Novembre. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: amd-novello pubblicato il 18 Novembre 2013, 13:14
Quindi se ho capito bene non è una nuova rimasterizzazione ma sono come quelli già fatti in precedenza