Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Bond 50

di CineMan , pubblicato il 24 Ottobre 2012 nel canale SOFTWARE

“In alta definizione i primi cinquant'anni dell'agente segreto al servizio di Sua Maestà. In attesa del nuovo Skyfall, un cofanetto per ripercorrere la lunga strada cinematografica di James Bond”

Qualità video

Si sarebbe potuto fare meglio di quanto Lowry ha ottenuto? Difficile a dirsi.

Il risultato per ogni singolo film è ragguardevole, anche la grana rimane parte integrante dello spettacolo, come per “Si vive solo due volte”, in cui potrebbe affiorare un minimo edge ringing guadagnando in contrasto ed evidenza particolari in secondo piano. Difficile ravvisare difetti fisici della pellicola, minime le rimanenti spuntinature, solidità e livello di dettaglio sorprendono costantemente.

- click per ingrandire -

Anche i colori hanno un grado di saturazione eccellente, così come i neri che solo di rado convincono meno, lasciando peraltro la sensazione di avere rispettato il più possibile le scelte del cinematographer del momento. Sorprende la possibilità di acquisire particolari in background anche nelle riprese notturne delle opere più vecchie, meno immediato con i DVD.

- click per ingrandire -

Sempre a causa dell'originale cinematografia e, forse, anche per le condizioni non ottimali del materiale lavorato, si possono incontrare passaggi in cui a tratti è inferiore il senso di profondità di campo. Qualche perplessità è legata ad alcune delle produzioni più recenti, con lavorazione master 2k come per “Il domani non muore mai”, dove la grana ha una certa rilevanza, si possono individuare minimi crush di colore in background con inferiore senso di tridimensionalità. Codifica video per tutti AVC/MPEG-4 su BD-50. Aspect ratio dall'1.66:1 di “Licenza di uccidere” ai formati panoramici più spinti come il 2.35:1.