Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cleopatra

di Alessio Tambone , pubblicato il 12 Febbraio 2012 nel canale SOFTWARE

“50° anniversario in HD per il kolossal su Antonio e Cleopatra che rischiò di far affondare la 20th Century Fox. Protagonisti Richard Burton e - naturalmente - Elizabeth Taylor”

Nel 50 a.C. il re d'Egitto Tolomeo caccia la sorella Cleopatra (L. Taylor) da Alessandria, ritrovandosi poi destituito da Giulio Cesare (R. Harrison), vittorioso su Pompeo, che nomina Cleopatra imperatrice. L'amore tra i due porterà alla nascita di un figlio, gettando lo scompiglio tra i senatori della repubblica, dal momento che Cesare pretende il potere assoluto e con questo la possibilità di nominare erede la progenie.

Con l’assassinio di Cesare, Cleopatra ripara in patria mentre assumono il controllo dell'Impero Lepido, Ottaviano (R. McDowall) e Marco Antonio (R. Burton). Il generale, già stregato da Cleopatra e per la quale nutre da tempo sentimenti, riesce nell’intento di stabilirsi in Egitto. La relazione scatenerà le ire di Ottaviano, il quale convince il senato del tradimento di Marco Antonio. Quest'ultimo, sconfitto nella battaglia di Azio, si suiciderà, seguito dall'amata Cleopatra.

Avrebbe dovuto essere diretto dal russo Rouben Mamoulian, ma il maestro venne ben presto sostituito da un altro grande, Joseph Mankiewicz. Nonostante il lavoro a dir poco monumentale, il risultato al botteghino fu modesto, con gli spettatori stanchi delle manie di grandezza di una Hollywood che prometteva molto e manteneva poco. Molte case di produzione hanno avuto la propria nemesi, basti pensare per esempio a “I cancelli del cielo” di Cimino che fece chiudere i battenti alla United Artists, così come “Cleopatra” nei '60 fece rischiare la bancarotta alla 20th Centrury Fox, che spese 50 milioni di dollari (più di 300 milioni di oggi) ritrovandosi troppo esposta.

E pensare che questo kolossal nacque con l’idea che avrebbe dovuto risollevare le sorti della major, da tempo in deficit a causa di discutibili produzioni come “Il barbaro e la Geisha” di John Huston. Alle difficoltà creativo-scenografiche si aggiunsero anche quelle create da due star capricciose come Burton e la Taylor, quest'ultima obbligò la produzione a un pesante stop fomentando (inesistenti) problemi di salute. Nonostante il tono intimista che l'opera aveva almeno sulla carta, lo sfarzo fu tra i più grandiosi, con oltre 27.000 costumi preparati per attori e comparse, con la Taylor che all'interno del film fa qualcosa come 65 cambi d'abito.

Nel cinquantesimo anniversario della pellicola, dopo una serie di interessanti pubblicazioni in home video tra cui una tre DVD oramai fuori catalogo, è finalmente tempo per l'alta definizione: due BD-50 che ripropongono nuovamente la versione cosiddetta “Roadshow” di 248’, comunque lontana dalla director's cut di 320'.

Qualità video

Codifica AVC/MPEG-4, 24p. Formato immagine 2.20:1, rispettosa delle dimensioni del negativo originale. La qualità d’insieme è elevata, spesso eccellente il risalto delle monumentali scenografie ma anche dei particolari per costumi e trucco, anche in secondo piano.

Neri nella media, risalto per la palette cromatica. Di relativo impatto visivo alcune lievi instabilità della pellicola e una minima grana avvertibile in porzioni d’immagine particolarmente contrastate, più facilmente riscontrabile in presenza di schermi di grandi dimensioni.

Qualità audio

Traccia DTS lossy 5.1 canali in italiano di dignitosa resa, la dinamica è pressoché inesistente, dialoghi con accettabile enfasi. Migliora l’ascolto tramite la DTS lossless 5.1 canali, favorendo passaggi musicali e migliorando la resa nelle sequenze più concitate. Con i limiti innegabilmente legati alla tecnologia disponibile nella metà degli anni ’60, l’ascolto della traccia inglese rimane a oggi un’esperienza da provare.

Contenuti extra (HD/SD)

Disco 1: Commento di Chris Mankiewicz, Tom Mankiewicz, Martin Landau e Jack Brodski. Cleopatra attraverso i secoli - la storia (8 min). Approfondimento sulle sequenze inedite di 8 min, speciale Fox Movie Channel di 30 minuti, la corrispondenza riservata di Jack Brodsky e Nathan Weiss all'epoca pubblicisti per la Fox. I “Fox Movietone News” dell'epoca con immagini della premiere. Tre trailer dell'epoca.

Disco 2: Cleopatra, il film che ha rivoluzionato Hollywood (120 min). La quarta stella di Cleopatra – immagini dai set (9 min),

La pagella secondo CineMan

Film 7
Authoring 7
Video 8
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 8

 

Articoli correlati

Home Video HD: Febbraio

Home Video HD: Febbraio

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Febbraio. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico, con un breve sguardo al mercato estero con audio italiano. Buona collezione a tutti



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: luctul pubblicato il 20 Febbraio 2012, 09:48
non sono assolutamente d'accordo sul voto al video di questo bd...8 è ben sotto i meriti di questo bd che sono molto alti....siamo quasi a livello di Ben Hur...quindi per me disco da riferimento e meriterebbe un 9/10....
Commento # 2 di: sigpilu pubblicato il 21 Febbraio 2012, 14:08
Confermo quanto dice Lucio, video assolutamente eccezionale.
Da notare poi che si tratta della versione director's cut da 250 minuti (infatti è spalmata su due dischi) e i numerosi spezzoni reintegrati sono stati doppiati per l'occasione (la differenza nelle voci si nota immediatamente).
Questa versione di Cleopatra non l'avete mai vista.