Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Platoon

di CineMan , pubblicato il 22 Giugno 2011 nel canale SOFTWARE

“In alta definizione il drammatico racconto biografico del regista Oliver Stone, soldato in Vietnam. Distribuzione 20th Century Fox”

Idealista pronto ad aiutare il prossimo, Chris Taylor (C. Sheen) abbandona il college arruolandosi volontario in Vietnam. Si ritrova parte di un plotone che opera al confine con la Cambogia, coinvolto in operazioni di pattugliamento. Il drammatico quotidiano, fatto di sudore e sangue, ne condizionerà pensiero e azioni, arrivando a odiare a morte il cinico sergente maggiore Barnes (T. Berenger), quest’ultimo in costante contrasto col sergente Elias (W. Dafoe), che aborrisce la brutalità fine a se stessa. Il dissidio tra i due sottufficiali è sempre più violento, al punto che Barnes coglie l’opportunità durante un’azione nella giungla per eliminare il collega a tradimento. Chris, accortosi dell’omicidio, vendicherà l’amico al termine di una furiosa battaglia notturna in cui finisce annientata la compagnia di cui fa parte.

Nel 1986 Oliver Stone realizza questo capolavoro raccontando attraverso il romanzo di Chris Taylor la sua vera esperienza in Vietnam, proseguendo il racconto dei reduci col successivo “Nato il quattro luglio” e tornando nuovamente sull’argomento, anche se solo collateralmente con “Tra cielo e terra”. Assieme ad “Apocalypse Now”, questo “Platoon” è uno dei film d’autore dedicati all’impegno militare americano in Vietnam. Stone incontrò diverse difficoltà nel corso della produzione, con soli 6 milioni di dollari di budget, costretto a sospendere per un certo periodo la realizzazione del film. Pausa all’interno della quale il grande regista realizzò un altro splendido gioiello: “Salvador”.

Qualità video

Codifica AVC/MPEG-4, formato 1.85:1, un deciso passo in avanti rispetto alle precedenti edizioni SD. La visione del film rivela da subito una costante grana di fondo, parte della cifra stilistica voluta dal regista, capace di acuirne il drammatico realismo. Con buona probabilità Stone girò diversi ciak senza l’ausilio di luce artificiale, compromettendo, come all’inizio della pattuglia notturna al capitolo 6, l’acquisizione scenografica e la stabilità del croma. In altri passaggi il rumore di fondo è probabilmente stato limitato tramite DNR. Di notte o nei passaggi più bui la visione è più critica, i neri alti.

La solidità è più che mai direttamente proporzionale alla quantità di luce, acquisendo maggiori elementi scenografici in secondo piano. Soggettive da elicottero evidenziano a volte maggiore opacità. Nonostante gli extra e il copioso numero di tracce audio e sottotitoli, a dimostrazione della volontà di produrre un solo BD-50 worldwide, avanzano sul disco circa 10 Gb. Più di un appassionato, che ha avuto la fortuna di vedere questo film in sala e ne ha seguito le molte vite in Home Video, si chiederà se questa edizione renda definitivamente giustizia nei confronti di questo classico bellico.

Qualità audio

DTS lossy italiano (754 kbps), dinamica contenuta, qualche momento in cui si sente la presenza dei canali posteriori, canale LFE di relativo impatto. La sensazione è che le voci siano un tono più basse rispetto all'originale cinema. Risultato parzialmente superiore passando all'originale DTS-HD Master Audio 5.1. Decisamente meno significativa l'altra traccia inglese Dolby Digital 4.0 (448 kbps).

Contenuti extra

Commento regista, secondo commento del consulente militare/attore capitano Dale Dye (tra i più richiesti e presenti a Hollywood, prezioso in produzioni come “Salvate il soldato Ryan”, “Band Of Brothers” e “The Pacific”). Altri extra (alcuni non sottotitolati): la guerra in Vietnam (48' min), scene tagliate ed estese, due documentari con la presenza del regista e di veterani, clip sulla produzione, trailer cinema, spot tv. Supplementi peraltro già pubblicati nel DVD del 20° anniversario.

 

La pagella secondo CineMan

Film 9.5
Authoring 7
Video 7.5
Audio 6.5
Audio V.O. 7.5
Extra 8

 

Articoli correlati

Apocalypse Now

Apocalypse Now

Il capolavoro maledetto del maestro americano Francis Ford Coppola in un’edizione cult HD 2 o 3 dischi. Distribuzione Universal
Home Video HD: Giugno 2011

Home Video HD: Giugno 2011

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Giugno 2011. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico, con un breve sguardo al mercato estero con audio italiano. Buona collezione a tutti



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: nano70 pubblicato il 23 Giugno 2011, 12:41
Certe scelte mi fanno rimanere basito. Ma che senso ha mettere due tracce in inglese??? Dieci GB di spazio rimanente non sono pochi e potevano essere di più se gli extra fossero stati su un secondo disco, a quel punto forse avrebbero potuto curare ancora meglio la parte video e audio anche con tracce lossless localizzate. Un remix più curato dell'audio sarebbe sicuramente stato apprezzato di più...
Domanda alla redazione: l'uso del DNR è evidente o hanno fatto interventi leggeri?
Commento # 2 di: luctul pubblicato il 23 Giugno 2011, 13:54
e la solita(ormai frequente ultimamente)solfa di non mettere dei sub sugli extra?(che è bene ricordarlo sul doppio dvd ci sono oltre ad avere...il dvd...anche un extra che qui non c'è
Commento # 3 di: Alessio Tambone pubblicato il 23 Giugno 2011, 14:29
Originariamente inviato da: nano70
Domanda alla redazione: l'uso del DNR è evidente o hanno fatto interventi leggeri?

Non abbiamo la palla di vetro, ma la sensazione è che in alcuni passaggi sia stato utilizzato il filtro. Non in maniera eccessiva, ma quanto basta per far sorgere il dubbio.

Saluti
Alessio
Commento # 4 di: luctul pubblicato il 23 Giugno 2011, 14:34
proprio per il discorso degli extra non sono affatto d'accordo sul voto (8) ad essi.....siamo in Italia e il brutto vizio di snobbarci con i sub andrebbe stigmatizzato e penalizzato in una votazione....purtroppo anche questo buonismo riguardo a questo malcostume porta le major a fregarsene senza problemi....
Commento # 5 di: heat75 pubblicato il 23 Giugno 2011, 18:36
Al solito fanno le cose a meta'...da un blu-ray uno si attende di migliorare su tutti i fronti rispetto al dvd...ma questa cosa dei sottotitoli mancanti non e' la prima volta, c'e' molta superficialita' e menefreghismo, per non parlare di ingenti quantita' di extra che nel passaggio all' HD misteriosamente scompaiono, spesso.

Almeno la qualita' video sembra buona in questo caso, il che non e' poco.
Ma appunto fanno le cose sempre a meta'.