Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il discorso del Re

di CineMan , pubblicato il 29 Maggio 2011 nel canale SOFTWARE

“In alta definizione la storia di re Giorgio VI e della sua incipiente balbuzie. Distribuzione del Blu-ray curata da Eagle Pictures”

1925, il principe Alberto, Duca di York (C. Firth), secondo figlio di re Giorgio V, ha un problema di balbuzie, motivo di estremo imbarazzo quando deve tenere discorsi pubblici. Dopo una serie di inutili tentativi, Elizabeth (H. Bonham Carter), moglie e duchessa di York, per aiutarlo incontra un logopedista australiano, Lionel Logue (G. Rush), considerato uno dei migliori. Inizialmente contrario, il principe si rende conto quanto sia l’unico individuo in grado di aiutarlo. Venuto a mancare il re, i problemi per Alberto aumenteranno, anche a causa del fratello (G. Pearce) il quale, salito al potere, vorrebbe sposare un’americana, impossibilitato a farlo in quanto capo della Chiesa inglese.

Alberto prende a confidarsi con Lionel, che lentamente si rende conto quanto i problemi del principe siano legati all’infanzia. Le avventate dichiarazioni del terapista provocheranno la separazione tra i due. Divenuto re dopo l’abdicazione del fratello, Giorgio VI chiederà nuovamente aiuto all’esperto, più che mai fondamentale per pronunciare un sicuro e fermo discorso alla nazione in seguito all’entrata in guerra con la Germania nel ‘39. Tra storia e dramma, un film di classe che non manca di sorprendere per profondità umana.

Qualità video

Codifica video AVC/MPEG-4 di notevole qualità. Restituita a pieno l'originale cinematografia con colori muti, contrasto eccellente. Profondità di campo e senso di tridimensionalità non mancano, elevato grado di dettaglio sia in primo che secondo piano. A inficiare in minima parte i neri, alcuni momenti in cui si avverte una leggera grana che tende parzialmente ad alterarne la solidità.

Ciò, con tutta probabilità, non è da imputarsi a difetti nell'encoding ma da ricondursi alla cifra stilistica dell'opera, come confermano i passaggi meno luminosi, che non perdono di naturalezza. Formato video originale 1.85:1, BD-50.

Qualità audio

Come raramente capita, l'offerta audio è di estremo interesse, data la presenza della doppia codifica lossless DTS-HD Master Audio e Dolby TrueHD, entrambe 5.1 canali. Nell'insieme il risultato è spesso simile, con presenza scenica interessante per quanto il film tenda a concentrare tutto sul fronte anteriore, con notevole escursione dinamica per il centrale.

L'ascolto dei passaggi in spazi aperti offre occasionalmente il sostegno dai due canali posteriori, forse qualcosa in più da parte della DTS lossless. Per chi lo desiderasse c'è anche l'originale inglese, lossy Dolby Digital 5.1 (@ 448kbps).

Contenuti extra (in SD)

Interviste agli attori Colin Firth, Geoffrey Rush, Helena Bonham Carter, Guy Pearce, Timothy Spall, il regista Tom Hooper, sceneggiatore David Seidler, i produttori Iain Channing e David Seidler, il consulente linguistico Neil Swain e il consulente della famiglia Logue il sig. Mark Logue. Making of di 5 min e dietro le quinte di 18 min.

La pagella secondo CineMan

Film 8
Authoring 7
Video 8
Audio 9
Audio V.O. 6
Extra 7

 

Articoli correlati

Home Video HD: Maggio 2011

Home Video HD: Maggio 2011

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Maggio 2011. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico, con un breve sguardo al mercato estero con audio italiano. Buona collezione a tutti



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Il Tamarro Volante pubblicato il 30 Maggio 2011, 19:38
come sono i colori muti?
Commento # 2 di: Blerpa pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:03
Ma... l'audio in italiano è migliore di quello in inglese offerto??? Ma come???

E io che speravo che i film in BD fossero l'occasione finalmente per dare un calcione all'odiato doppiaggio con la scusa (molto legittima) dell'audio migliore (Lossless in DTS HD-MA e Dolby True HD) in lingua originale!

Che squallore, direi almeno 2 punti persi nel voto finale.
Commento # 3 di: giangi_77 pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:19
@Blerpa
non capisco... ci lamentiamo sempre che l'audio italiano è più scadente della lingua originale ed ora che c'è qualcosa di diverso ci lamentiamo?
Siamo in Italia o sbaglio? Se non ti interessa avere la lingua italiana prendi il film all'estero... hai la fortuna di non farti questi problemi... cerca altrove e risparmi anche sulla cifra da pagare... più di così cosa vuoi?

P.s.
ma non esiste già un thread per questo film?
http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=193052

P.p.s.
scusate... questi sono i commenti dell'articolo :-P
Commento # 4 di: Blerpa pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:25
Io veramente mi lamento sempre che ci sia anche solo la traccia in italiano che prende spazio a possibili extra e così via.
Siamo in Italia non conta, il film mica è stato girato in Italia e in italiano.

Sono ferocemente contro l'abominio del doppiaggio, ma non discutiamone qui.

Sicuramente da prendere altrove, certo.
Commento # 5 di: antani pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:31
Originariamente inviato da: Blerpa
...Sono ferocemente contro l'abominio del doppiaggio...

Giusto! Kurosawa in giapponese tutta la vita !
Commento # 6 di: Blerpa pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:33
Certamente, Kurosawa in giapponese tutta la vita.
E sono serio.
Commento # 7 di: giangi_77 pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:56
@Blerpa
non discutiamone qui appunto... rispetto la tua opinione anche se non la condivido, ma ripeto, siamo in Italia e mi aspetterei che prima di tutto ci sia una traccia in italiano, piuttosto io per il tuo stesso discorso toglierei le tracce straniere, inglese in primis, da tutti i dischi in commercio tanto se le ascolto è solo per la curiosità di sentire la voce dell'attore di turno... io adoro invece i doppiatori italiani che nel complesso reputo davvero bravi... e poi vai a dirlo a tutti quelli che in Italia (e sono in tanti) non conoscono l'inglese o un'altra lingua...vuoi precludergli di godere di certi capolavori o semplicemente rilassarsi con un film, leggero per quanto possa essere?
Tornando al film, sinceramente la voce originale di Colin Firth non mi piace per niente e quindi sono contento del doppiaggio italiano anche se in alcuni dialoghi forse è un po' troppo sull'isterico andante... andrò a sentirmi i discorsi originali di Giorgio VI per vedere se era realmente così..
ciao
Commento # 8 di: antani pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:57
E ovviamente senza sottotitoli, perché rovinerebbero la fotografia .
Commento # 9 di: lillo.sos pubblicato il 31 Maggio 2011, 14:59
Originariamente inviato da: giangi_77
la voce dell'attore di turno...


sinceramente la voce originale di Colin Firth non mi piace per niente e quindi sono contento del doppiaggio italiano



beh alla fine Colin Firth ha vinto solo l'oscar per questa interpretazione.. però vabbè, sono gusti
Commento # 10 di: giangi_77 pubblicato il 31 Maggio 2011, 17:09
ma infatti io sto parlando della sua voce originale... non della sua interpretazione...
non a caso ho premesso che mi piace come attore e reputo meritato il suo oscar...
ciao
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »