Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Ritorno al futuro - La trilogia

di Alessio Tambone , pubblicato il 28 Novembre 2010 nel canale SOFTWARE

“Ieri notte Darth Vader è venuto giù dal pianeta Vulcano e mi ha detto che se non compravo l'edizione Blu-ray di Ritorno al Futuro mi avrebbe fuso il cervello...”

Qualità A/V

L'edizione in distribuzione è formata da tre dischi Blu-ray, ciascuno dedicato ad un film e agli extra ad esso associati. Il video è codificato in VC-1 con formato 1.85:1 mentre per la traccia audio in italiano è stato scelto un DTS 5.1 (768 kbps) accanto ad un DTS-HD MA 5.1 per la lingua inglese.

Qualità video

Discreta la qualità video della trilogia. Dal punto di vista dei colori le saturazioni sono buone, specialmente nel terzo capitolo, quello più ricco cromaticamente grazie alla presenza del vecchio West e dei numerosi esterni. Al contrario il secondo capitolo appare più cupo, molto chiuso nelle basse luci e con una nitidezza appena sufficiente. Anche il dettaglio ha i suoi problemi. La definizione è appena discreta nel primo e nel terzo episodio, ma crolla miseramene nel secondo anche a causa di un uso un po' troppo spinto di DNR.

Le pagelle - Video

Ritorno al futuro 7
Ritorno al futuro II 6
Ritorno al futuro III 7

Qualità audio

Purtroppo decisamente deludente la qualità audio della traccia italiana. Sul fronte anteriore non ci sono particolari problemi - discreta nitidezza e volume ben calibrato - ma basta concentrarsi sui canali posteriori per scoprire una terribile realtà: sono praticamente inesistenti. Nei primi due film una debolissima presenza della colonna sonora ci rassicura sulla tenuta dei collegamenti nel nostro impianto verso i diffusori posteriori, che reclamano il proprio posto nell'universo surround con il terzo capitolo. In questo caso grazie alle numerose scene d'azione i posteriori raggiungono - comunque a fatica - una timida sufficienza.

Qualche indecisione anche con il canale LFE. Dopo un timido inizio con l'incipit del primo film, le basse frequenze vanno in letargo, per poi avere un leggero sussulto sempre nel solito terzo film, che dal punto di vista audio è quello che presenta la migliore resa complessiva. Di un punto superiore la traccia in lingua originale codificata in DTS-HD MA. Con il minimo sforzo - vincere il confronto con la sorella italiana è un gioco da ragazzi - riesce a portare a casa un onesto 7, con un messaggio sonoro più corposo e soddisfacente in ogni aspetto tecnico.

Le pagelle - Audio

Ritorno al futuro 6
Ritorno al futuro - V.O. 7
Ritorno al futuro II 6
Ritorno al futuro II -V.O. 7
Ritorno al futuro III 7
Ritorno al futuro III - V.O. 7