Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Alien Anthology

di Alessio Tambone , pubblicato il 13 Novembre 2010 nel canale SOFTWARE

“Alien in alta definizione. 20th Century Fox distribuisce in Italia sei dischi Blu-ray da paura. Due le edizioni disponibili. Da non perdere”

Alien: la clonazione

Il testimone della regia passa al francese Jean-Pierre Jeunet, che dopo questo Alien confezionerà il capolavoro Il favoloso mondo di Amélie. Lo script curato da Joss Whedon (Speed, X-Men e qualche cartone animato) sposta la storia avanti di 200 anni. Scelta quasi scontata visto l'epilogo del terzo episodio. Sigourney Weaver torna comunque da protagonista grazie alla clonazione effettuata sull'Auriga.

Le idee inserite nel film sono coraggiose, specie se inquadrate nella grande aspettativa di pubblico e critica dopo il deludente Alien³. Fulcro della vicenda è il nuovo scontro con la regina e la nascita del Newborn, senza dimenticare naturalmente la presenza rilevante di Winona Ryder. Da segnalare comunque una buona prova registica, con uno stile visivo abbastanza deciso ben supportato dalle scelte del direttore della fotografia Darius Khondji.

Qualità video

Nelle precedenti pagine abbiamo associato per qualità video i primi due capitoli. Potremmo fare la medesima operazione anche per gli ultimi due. Come per il film di Fincher, questo quarto capitolo perde infatti nettamente il confronto con Alien e Aliens. Sicuramente il Blu-ray guadagna sul dettaglio nelle basse luci e nella pulizia del quadro generale, in particolare in riferimento alla vecchia edizione DVD. Ci sono però troppe difformità nel corso dell'intera visione, differenze di resa che inficiano la nostra valutazione.

Qualità audio

Buona la codifica italiana che, come per la vecchia versione in DVD, restituisce una buona spazialità e un apporto soddisfacente del canale LFE. Leggermente migliore la traccia in lingua originale codificata in DTS-HD MA, preferibile in particolare nelle decisive scene finali, che risultano più brillanti e con un volume globale leggermente superiore.

Film 7
Video 7
Audio 7
Audio V.O. 8