Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Intrigo Internazionale

di Edoardo Ercoli , pubblicato il 11 Dicembre 2009 nel canale SOFTWARE

“Un classico del grande Alfred Hitchcock arriva in Blu-ray grazie a Warner Bros, con il bravissimo Cary Grant come protagonista ed uno splendido negativo Technicolor alle spalle; il restauro dell'immagine è ai massimi livelli ed anche i contenuti speciali sono molti, con documentari extra inediti”

Il film è del 1959 ed è diretto da Alfred Hitchcock, vede tra gli attori Cary grant e James Mason, nonché il celebre Martin Landau; è considerato una delle opere migliori del regista britannico ed è stato scelto nel 1995 per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso americana. La storia è quella di Roger Thornhill, un agente pubblicitario che viene arrestato per guida in stato di ebbrezza, un volta interrogato racconta agli agenti una storia incredibile per giustificarsi: dice che mentre era in un albergo di New York è stato avvicinato da due uomini che lo hanno chiamato George Kaplan, costoro lo hanno rapito e si è ritrovato nella villa di un certo Townsend dove è stato interrogato e costretto prima a bere whisky e poi messo di forza alla guida di un'automobile con l'evidente intento di farlo morire in un incidente stradale. La polizia indaga e perquisisce anche la villa di Townsend, ma il tutto è molto o frettoloso e superficiale, a partire dall'interrogatorio della governante. E' lo stesso Thornill che allora inizia ad indagare per provare la propria innocenza e per capire cosa si sta tramando alle sue spalle e quello che scopre a ben oltre la sua immaginazione. Chi conosce bene i film di Hitchcock sa che egli usa mettere un proprio cameo all'interno della pellicola, e qui il regista compare al secondo minuto nei panni di un uomo che tenta di prendere l'autobus ma l'autista chiude le porte proprio prima che egli possa salire. Nella pellicola c'è una sequenza così famosa che è entrata nella storia del cinema: è quella in cui il protagonista cammina da solo in una strada isolata in aperta campagna e viene attaccato da un aereo da irrigazione dei campi; la scena consta di 132 inquadrature diverse, dura 10 minuti di cui 7 privi di dialoghi.

Qualità Video

Il film, presentato su BD-50 nel formato panoramico 1,78:1, ed utilizza la codifica VC-1; il restauro e la scansione da negativo sono costati ben 1 milione di dollari, ma dai risultati possiamo senz'altro dire che sono soldi davvero ben spesi. La qualità per un film che ha 50 anni è così elevata da far impallidire anche alcune releases recenti. La grana è molto contenuta, il dettaglio elevato ed i colori del negativo Technicolor sono stati riportati al loro splendore. Gli sfondi sono sempre perfettamente a fuoco, certo anche la ripresa originale in VistaVision aiuta molto, il livello del nero è perfetto, il contrasto ottimo. Nelle scene buie tutti i particolari si possono scorgere senza troppe difficoltà, nei primi piani i contorni sono ben definiti e l'immagine risalta sullo schermo ed i colori della pelle sono molto naturali, davvero siamo di fronte ad uno dei migliori recuperi di un vecchio film ed è difficile pensare che si potesse fare di meglio.

Qualità Audio

L'audio originale è codificato in Dolby True HD 5.1 24bits 48 KHz, anche l'audio è ben fatto ma non raggiunge lo stesso livello strepitoso di qualità del video. Innanzi tutto la traccia richiede un colpetto alla manopola del volume, in quanto è ad un livello di ampiezza non molto elevato. Il mix originale è ovviamente degli anni '50 tuttavia la rimasterizzazione in 5.1 ha dato vita anche ai canali posteriori, per esempio nella scena dell'aereo che vola sopra Cary Grant si sente la presenza del fronte rear. La dinamica e la separazione stereofonica del fronte anteriore sono molto buoni. La traccia italiana è monofonica in Dolby Digital, l'unico lavoro che è stato fatto su quest'ultima è quello di pulizia, che comunque ha dato un discreto risultato. I dialoghi sono ben localizzati ed amalgamati con le musiche di Bernard Herrmann, ogni strumento può essere riconosciuto, il che vuol dire che la fedeltà non è poi così male. I bassi sono discretamente presenti, come era solito nelle colonne sonore del tempo non hanno un ruolo prepoderante, nelle scene di esplosioni comunque si notano maggiormente. Fortunatamente, a dispetto dell'età, non c'è distorsione.

Contenuti Speciali

Per quanto riguarda gli extra, tutti i contenuti della precedente edizione DVD sono stati conservati, in più sono stati aggiunti due documentari inediti, tutto il materiale è in standard definition. Intanto abbiamo la possibilità di vedere il film con la sola traccia musicale di Bernard Herrmann senza effetti e dialoghi, poi c'è anche un commento audio registrato nel 2000 dello sceneggiatore ormai 84enne Ernest Lehman, a dispetto dell'età egli aveva al momento della realizzazione del commento una vivida memoria della stretta collaborazione con Hitchcock e della scrittura della sceneggiatura di Intrigo Internazionale. Ricorda di essere stato presentato al regista dal compositore Herrmann e di come insieme al genio del giallo avesse convinto la MGM a lasciargli creare ex novo una storia per il film invece di dover lavorare su un progetto esistente: l'idea della scena sul Monte Rushmore, per esempio, è sua. Abbiamo anche un bel documentario dal titolo Cary Grant: A Class Apart, di ben 87 min, originariamente trasmesso su PBS come parte della serie American Masters, era già presente nell'edizione DVD ed è stato realizzato nel 2004; esso prende in esame la figura dell'attore Cary Grant e come il cinema influisse anche sulla sua vita privata; ne parlano amici, due delle cinque mogli, ed alcuni critici mettendo in luce affascinanti aspetti professionali e personali, nonché l'enorme talento. Compaiono clip dalla prima interpretazione nel 1931 fino all'ultima del 1966, che illustrano la versatilità ed il magnetismo di questa leggenda hollywoodiana; il contributo di Grant alla storia del cinema domina il profilo della sua esistenza, ma accanto a questo aspetto principale ci sono anche i cinque matrimoni, la sua relazione controversa con l'attore Randolph Scott, la sperimentazione dell'LSD e l'intreccio con Sofia Loren che vengono esaminati più o meno in dettaglio in questi 87 minuti.  Non poteva mancare il classico Makng Of, intitolato Destination Hitchcock: The Making of 'North by Northwest, di 39 min, in cui l'attrice protagonista Eva Marie Saint espone il suo ricordo della produzione del film, ripercorrendo cronologicamente le riprese aggiungendo aneddoti e raccontando le gaffe. Intervengono anche Martin Landau, Ernest Lehman e Patricia, figlia di Hithcock, a narrare la loro memoria del regista e della sua tecnica cinematografica. C'è anche un nutrita galleria fotografica in HD di 43 immagini, alcune in bianco e nero ed altre a colori, che includono scene di produzione, poster e materiale pubblicitario e primi piani degli attori. Vi sono poi lo spot televisivo in bianco e nero ed il trailer a colori entrambi per la re-release, nonché una speciale presentazione cinematografica introdotta da Hitchcock stesso dal titolo A Guided Tour with Alfred Hitchcock. Infine abbiamo due featurettes inedite, la prima è Il tocco del maestro, di 57 min, sulle tecniche inimitabili del regista, compaiono commenti ed interviste di svariati grandi autori hollywoodiani, da Martin Scorsese a John Carpenter, nonché Hitchcock stesso grazie a materiale di archivio, che vertono sul modo di raccontare le storie, sul punto di vista soggettivo e soprattutto sull'abilità nel creare la suspance. Viene evidenziato il ruolo cruciale delle comparse, anch' esse scelte molto accuratamente, del senso dello humor tipico del regista e perfino l'uso accurato dei suoni e delle musiche. Il tutto è confortato da esempi e clip presi de tutta la filmografia, probabilmente è il più interessante dei contenuti qui presenti. La seconda featurette si intitola Un film per gli annali, di 25 min, vede alcuni registi quali Curtis Hanson, Francis Lawrence, Guillermo Del Toro, William Friedkin e lo sceneggiatore Christopher McQuerrie commentare i capolavori di Alfred Hithcock, analizzandone la profondità della sceneggiatura e la presenza dei cosiddetti elementi hitchcockiani prima nominati, non è una ripetizione del documentario precedente ma una ulteriore interessante analisi da parte di altri artisti di rilievo.

Questa è davvero una delle migliori edizioni di Warner, il video è di riferimento tra i restauri di classici del cinema in Blu-ray, l'audio è di buon livello ed i contenuti extra sono tutt'altro che banali ed anzi arricchiti anche con degli inediti molto interessanti; un classico del cinema che non si può fare a meno di avere.

La pagella secondo Edoardo Ercoli

Film 8
Authoring 6
Video 8
Audio ITA 6
Audio V.O. 7
Extra 7

 



Commenti (22)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: maxrenn77 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 13:55
Solo una parola:fantastico!!!!
Peccato che ovviamente da noi sia uscita la solita deprimente amaray al posto della splendida digibook USA ( che ho acquistato,e ha audio e sottotitoli in italiano!)
Commento # 2 di: GIANGI67 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 14:00
Idem,Max...ottima edizione,quella USA,e solita miopia di Warner Italia.Se fosse uscita la digibook in contemporanea a quella USA l'avrei sicuramente acquistata qui...
Commento # 3 di: maxrenn77 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:06
Noto con tristezza Giangi che news e articoli su edizioni di capolavori passati provocano sempre pochissimi commenti se paragonati ai consueti blockbuster modaioli o agli onnipresenti,pallossissimi cartoni in CGA...ed e' un vero peccato...
spero vivamente di vedere in BD l'opera omnia di Hitchcock...
Commento # 4 di: GIANGI67 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:07
E' cosi'...non finiro' mai di esprimere la mia delusione per il mancato successo del thread su Via da Las Vegas,praticamente ci siamo stati in tre...
Commento # 5 di: Duncan pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:16
Sinceramente non ho commentato, ma il film è già stato aggiunto alla mia lista della spesa... o meglio dei desideri

Un film del genere poi... speriamo nella riedizione anche degli altri di Hitchcoc


P.S.: se uscissero più restauri di vecchi film di buon livello li preferirei a molte ultime uscite di dubbia qualità...
Commento # 6 di: GIANGI67 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:30
Infatti aspetto con ansia Psycho,La donna che visse due volte,La finestra sul cortile
Commento # 7 di: Duncan pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:55
hai detto poco!
Commento # 8 di: GIANGI67 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 15:56
Infatti,dimenticavo L'uomo che sapeva troppo
Commento # 9 di: maxrenn77 pubblicato il 22 Dicembre 2009, 16:17
Aggiungo alla lista Gli uccelli e Nodo alla gola!
Commento # 10 di: loreeee pubblicato il 22 Dicembre 2009, 17:06
post errato
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »