Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

The Uninvited

di Edoardo Ercoli , pubblicato il 18 Novembre 2009 nel canale SOFTWARE

“Questo The Uninvited è il remake hollywoodiano dell'horror sudcoreano Two Sisters, che riscosse a suo tempo un discreto successo. A parte l'elemento soprannaturale, il thriller è principalmente psicologico e abbastanza coinvolgente. L'edizione Blu-ray è valida sotto il profilo audio e video”

A 6 anni di distanza dal film horror sudcoreano Two Sisters, ecco che nel 2009 arriva il suo remake  hollywoodiano, diretto dai fratelli Guard; in Italia è uscito nelle sale a Maggio ed è un thriller psicologico con elementi soprannaturali. La storia è quella di una ragazza di nome Anna che ha tentato il suicidio ed è stata per questo tenuta in cura in una clinica psichiatrica dalla quale ora viene dimessa; sua madre era morta in un incendio ed era stato proprio questo evento traumatico a scatenare la depressione che l'aveva spinta ad un gesto così estremo. Finalmente Anna può tornare a casa da suo padre e dall'amata sorella maggiore Alex; purtroppo al rientro in famiglia trova una amara sorpresa, il padre ha una nuova compagna che è Rachel, l'ex infermiera della madre. La donna ha atteggiamenti gentili nei confronti di Anna, ma poco naturali e quindi sospetti, inoltre la nostra protagonista comincia ad avere misteriose e sinistre visioni che la inducono ad indagare sulle reali circostanze della morte della madre...

Qualità Video

Dreamworks ha realizzato il disco su BD-50 codificando il video nell'ottimo AVC-MPEG4 e mantenendo il formato originale panoramico 1,85:1. Il film usa una palette molto luminosa, la qualità è molto buona, sebbene non si tratti di una produzione ad elevato budget che consentisse di investire parecchio sul negativo. Anche i fondali sono ben a fuoco, per esempio nelle scene vicino al lago si vedono benissimo tutte le foglie sullo sfondo. Il livello del nero è ottimo ed anche il contrasto è elevato. I toni dell'incarnato sono molto naturali, c'è un po' di grana dall'inizio alla fine, che con un negativo ad elevata sensibilità come questo è normale; il dettaglio non è proprio ai massimi livelli, ed infatti forse per dare un'impressione di un'immagine più sharp è stato usato un leggero edge enhancement, che soprattutto nelle scene dove c'è l'acqua si può notare.

Qualità Audio

La traccia originale inglese è codificata in Dolby TrueHD 5.1 con un buon risultato complessivo. Certo gli effetti sonori nel film non sono molti, il film è principalmente basato sui dialoghi, che sono molto ben bilanciati, tuttavia i suoni nella casa, tipo scricchiolii ed altri rumori sono ben distribuiti su tutti i canali, frontali e posteriori. Il panning dove c'è è convincente, la dinamica è elevata, l'audio lossless la evidenzia bene. La traccia italiana in semplice Dolby Digital 5.1 640Kbps, restituisce comunque una scena sonora realistica, anche qui i dialoghi sono ben definiti, la colonna sonora di Christopher Young, autore anche delle musiche di film come Spiderman 3,  crea un'atmosfera di suspence molto suggestiva. I bassi sono precisi, mai gommosi o esagerati e comunque sottolineano il crescendo di tensione nelle scene in maniera sapiente. Tutto sommato possiamo dire che l'audio non è di riferimento solo perché il mix originale non è pensato per un tripudio di effetti sonori, ma entrambe le codifiche fanno benissimo il proprio lavoro.

Contenuti Speciali

I contenuti extra non sono molti, ma sono tutti in Full HD: abbiamo Svelando The Uninvited, un making of di 19 min che unisce materiale dietro le quinte a clips del film ed interviste al cast ed i cineasti; ci sono anche le scene eliminate, 4 per un totale di circa 6 min, anche se non aggiungono particolari importanti alla narrazione delle vicende. Conclude il set di contenuti un finale alternativo di 50 secondi, un po' confuso a dire il vero e quindi meno interessante di quello originale.

Per gli appassionati di horror, questo è un film ben fatto, in fondo il remake da una veste hollywoodiana ad un film coreano, ma rispetta abbastanza l'originale. Il Blu-ray è ben fatto, è uno di quei dischi tecnicamente convincenti i cui unici piccoli difetti derivano dalle scelte di regia e dal materiale sorgente e non dall'authoring. La qualità audio-video è ad un livello sopra la media.

La pagella secondo Edoardo Ercoli

Film 6
Authoring 6
Video 7
Audio ITA 7
Audio V.O. 7
Extra 6

 



Commenti