Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

The Ultimate Bourne Collection

di , pubblicato il 23 Novembre 2009 nel canale SOFTWARE

“Finalmente anche in Italia il cofanetto Blu-ray della trilogia ispirata al personaggio di Jason Bourne, una delle migliori sugli agenti speciali dei servizi segreti degli ultimi 10 anni, veramente appassionante, con una qualità audio e video da urlo e tantissimi extra”

Contenuti speciali e conclusioni

Contenuti Speciali

Il cofanetto vanta una pioggia di contenuti speciali, anche se quasi tutti in SD; tutti e 3 i dischi hanno la funzione U-Control che sfrutta il profilo 1.1 del Blu-ray, in particolare in ognuno c'è Bourne Orientation che fa apparire dei pop-up durante la visione del film con informazioni sui personaggi e le locations, ed i percorsi che uniscono i 3 film come i 3 romanzi originali di Ludlum. Abbiamo anche il BD-Live, con varie features: per tutti e 3 i film chi ha la webcam per esempio può registrare il proprio commento video e condividerlo online sul portale di Universal con gli altri utenti, tale commento video può poi essere visualizzato col PiP in una finestra in sovraimpressione durante il film. Sempre col BD-Live è possibile chattare durante la visione con altri utenti che stanno guardando lo stesso film, e così pure selezionare le scene preferite e condividerle sul portale di Universal.

Per quanto riguarda The Bourne Identity c'è il commento audio del regista Doug Laiman, in esso egli parla delle difficoltà dell'adattamento del libro al film, del casting, del fatto che girando anche in molte località straniere non è stato facile coordinare persone che parlano lingue differenti o che non conoscono l'inglese, per culminare con la descrizione della creazione degli effetti speciali. Troviamo anche una serie di featurettes, la prima di 14min si intitola La nascita di Jason Bourne, che include interviste sul set col produttore esecutivo Frank Marshall, lo sceneggiatore Tony Gilroy e gli attori Matt Damon, Franke Potente e Clive Owen, nonché altri membri del cast. La seconda è Da Identity a Supremacy: Jason e Marie, della durata di 5 min, e presenta le riflessioni di Damon e Potente sui loro personaggi, con una anticipazione di quello che accadrà nel film successivo. C'è poi Acces granted: an interview with co-writer Tony Gilroy, di 4 min, una breve intervista allo sceneggiatore che illustra le difficoltà nell'adattamento del romanzo al film. Abbiamo a seguire The Bourne Mastermind, di 6 min, una introduzione all'ultimo Robert Ludlum tramite i suoi due amici, Martin Greenberg e l'attore James Karen; verte più sulla personalità dello scrittore che sulle connessioni con Bourne. Segue Una sequenza di lotta vista da vicino, di 5 min, con materiale dietro le quinte sul regista Doug Liman mentre costruisce una scena chiave con Matt Damon ed il coordinatore degli stunts Nick Powell. Abbiamo poi Cloak and Dagger: Covert Ops, della durata di 6 min, che mostra un ex agente della CIA Chase Brandon che fa una breve storia dell'organizzazione sottolineando quanto realistico sia il personaggio di Bourne. L'ultima è La diagnosi di Bourne, di 3 min, in cui vediamo Reef Karim, psichiatra dell'UCLA,  che osserva com la perdita di memoria di Bourne rasenti i limiti dell'inverosimile. Ci sono poi le scene eliminate e l'inizio ed il finale alternativo, per un totale di 7 min, spicca tra tutte la sequenza estesa della fattoria, che è la scena eliminata più celebre e presente già nella primissima edizione DVD del film.  L'attore Brian Cox, Marshall e Gilroy offrono un'introduzione di 4 min a questa ultima feature.C'è anche il video musicale di Moby dal titolo Extreme Ways e troviamo anche 3 documentari, ciascuno sulla trasposizione cinematografica di uno dei libri di Ludldum, essi sono: The Ludlum Identity, (12 min), The Ludlum Supremacy (12 min) ed infine The Ludlum Ultimatum (24min). Troviamo anche il trailer originale in Full-HD, ed ancora con l'U-Control il Picture in Picture che consente di vedere in finestra durante il film gran parte del materiale SD delle featurettes, ma anche molte interviste inedite che sono accessibili solo in questo modo. Infine, sempre con U-Control abbiamo i Treadstone files, che mostra in sovraimpressione al film ben 9 dossiers con le biografie dei personaggi del film, insieme alla informazioni geografiche sulle varie città che compaiono nel film, graficamente molto accattivante.

Anche The Bourne Supremacy offre il commento del regista, che qui è Paul Greengrass, questo commento verte, più che sulla produzione della quale si parla verso la fine, sullo sviluppo della storia e sui collegamenti col libro. Abbiamo poi un mini-documentario dal titolo Identità a confronto: il casting, di 5 min, che sfiora velocemente le tematiche d'insieme del film con brevi interviste agli attori. C'è anche Dentro La Realtà , una featurette di 5 min sull'uso della videocamera a spalla per rendere le riprese più realistiche. Segue un mini-documentario dal titolo Effetti Pirotecnici, di 4min, che sottolinea la politica della produzione di privilegiare le scene realistiche in luogo di quelle in CGI. Troviamo anche una featurette di 5 min sull'inseguimento per le strade di Mosca, si intitola Inseguimenti a Mosca e anche qui la produzione si vanta di aver saper costruito una scena d'azione spettacolare senza CGI e blue-screen di sfondo. C'è un mini documentario dal titolo In azione con Jason Bourne, dura 3 min, che è principalmente una veloce carrellata sulle location toccate dalla storia del film ed i loro legami col protagonista. Abbiamo pure L'addestramento: una featurette di 4 min sulle coreografie dei combattimenti e L'inseguimento da una diversa prospettiva: il più lungo mini documentario del set qui presente, dura 6 min, che si concentra sulle nuove tecnologie che hanno permesso di filmare la scena dell'inseguimento a Mosca in maniera così convincente. Le ultime due featurettes sono Anatomina di una scena: fuga sul ponte, di 5 min, che analizza la scena che culmina col volo reale di Bourne sul camion che trasporta i rifiuti, e La colonna sonora che mostra interviste a John Powell insieme a momenti della creazione della musiche. Ci sono anche 10 min di scene eliminate, per un totale di 5 scene, l'ultima, che è quella del meeting tra i membri della CIA, riassume molto bene l'intricata trama aiutando anche gli spettatori meno attenti alla comprensione della storia; forse era stata eliminata perché avrebbe spiegato subito molti dettagli riducendo leggermente la suspance. Ci sono anche le seconde parti dei documentari The Bourne Mastermind  e La diagnosi di Bourne, già presenti su The Bourne Identity. Abbiamo infine il trailer originale in Full HD, e la funzione U-Control che col Picture in Picture consente di vedere in finestra interviste e materiale esclusivo dietro le quinte durante lo scorrimento del film.

The Bourne Ultimatum contiene anche esso un ricco set di extra-features, anche qui c'è infatti l'immancabile commento del regista Paul Greengrass, esso verte sugli aspetti tecnici della realizzazione ma anche sulla complessità della storia e sul parallelo col romanzo originale e soprattutto sulle modifiche apportate alla sceneggiatura per rendere il film comprensibile anche da parte di chi non avesse visto i primi 2. Essendo Greengrass molto meticoloso, egli ci parla di come alcune scene sono state rigirate più volte, di questo Matt Damon si era simpaticamente lamentato con la stampa, e di tutte le località in cui si è ripreso il film. C'è anche un documentario di 24 min dal titolo In azione con Jason Bourne,  che è una carrellata delle locations scelte per il film: Mosca, Parigi, Londra, Madrid e Tangeri;  in base a queste il filmato è diviso in cinque sezioni, ciascuna delle quali è un mix di materiale dietro le quinte e interviste al cast e ai filmakers, tra cui figurano Matt Damon, Greengrass, Frank Marshall, Brian Cox e Joan Allen. Seguono 3 featurettes sulle più movimentate scene del film per un totale di 22 minuti: la prima è Inseguimento a NY di 11 min, la seconda  A lezione di combattimento di 5 min e l'ultima Inseguimento sul tetto di 6 min, si vede che esse sono tratte dallo stesso materiale sorgente del primo documentario, ma sono più dettagliate e specifiche per le relative scene d'azione. Abbiamo anche 12 min di scene eliminate, probabilmente upconvertite da SD, che sono principalmente estensioni di quelle esistenti, con materiale aggiunto alle sequenze sulle memorie di Bourne che contribuiscono a  caratterizzare meglio la metamorfosi del personaggio. Una ulteriore featurette sulle scene di inseguimento, della durata di appena 3 min, è Scuola guida. L'immancabile U-Control fornisce qui 3 versioni diverse dell'applicazione del profilo 1.1 del Blu-ray: abbiamo il classico Picture in Picture che oltre a mostrare solito materiale dietro le quinte, per ogni scena importante aiuta a comprenderne la realizzazione tecnica. C'è poi il gioco interattivo testuale Training di spionaggio, attivabile in sovraimpressione durante la visione del film; viene chiesto di osservare sequenze di 30 secondi e poi ci sono domande atte a comprendere quanto di tali scene sia rimasto nella memoria dello spettatore, viene attribuito anche un punteggio finale da confrontare con quello degli altri eventuali giocatori; da ultimo abbiamo i Blackbriar's Files, con testo in overlay durante la visione del film, che forniscono un dossier digitale di tutto quanto c'è nel film, da un cellulare all'interno della CIA ai dispositivi usati e le locations, qui però l'interazione è molto limitata e si limita alla possibilità di scelta dell'oggetto di cui vedere il dossier.

Bisogna dire che questo cofanetto è di elevato pregio sia perché contiene 3 tra i più grandi film di spionaggio degli ultimi anni, sia per l'ottima qualità sia sotto il profilo audiovisivo che sotto quello dei contenuti speciali, è un prodotto che non può mancare nelle cineteca di un appassionato del cinema d'azione.

Le pagelle secondo Edoardo Ercoli

The Bourne Identity

Film 8
Authoring 6
Video 8
Audio ITA 7
Audio V.O. 7
Extra 7

The Bourne Supremacy

Film 7
Authoring 6
Video 7
Audio ITA 7
Audio V.O. 7
Extra 7

The Bourne Ultimatum

Film 8
Authoring 6
Video 9
Audio ITA 7
Audio V.O. 8
Extra 7

 



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: vincent89 pubblicato il 24 Novembre 2009, 22:14
Anche The Bourne Supremacy ha beneficiato di un master DI 2k
Commento # 2 di: ivanedixie pubblicato il 25 Novembre 2009, 03:54
Io li ho acquistati separatamente...............c'e' qualche differenza sostanziale ???

CIAO DA OZZY67
Commento # 3 di: alpy pubblicato il 25 Novembre 2009, 08:07
Originariamente inviato da: vincent89
Anche The Bourne Supremacy ha beneficiato di un master DI 2k

Si, ha il Digital Intermediate pure quello http://www.imdb.com/title/tt0372183/technical ma forse la qualità delle riprese non è il massimo. Succede.
Commento # 4 di: vincent89 pubblicato il 25 Novembre 2009, 11:55
Era per sottolineare che comunque il BD rappresenta un ottimo trasferimento
Commento # 5 di: ghiltanas pubblicato il 25 Novembre 2009, 13:55
nn li ho mai visti, ne consigliate la visione?
Commento # 6 di: gattapuffina pubblicato il 25 Novembre 2009, 14:19
Originariamente inviato da: ghiltanas
nn li ho mai visti, ne consigliate la visione?


Bei film, soprattutto se visti assieme.
Commento # 7 di: ghiltanas pubblicato il 25 Novembre 2009, 14:56
grazie, + avanti seguirò il consiglio (edita però il quote integrale )
Commento # 8 di: nano70 pubblicato il 25 Novembre 2009, 15:08
Me li sono persi praticamente tutti (il primo l'ho visto solo parzialmente... ), quindi un'ottimo motivo per averli, visto la qualità con cui sono realizzati. Un'unica nota: ma il nostro DTS invece di half-rate non potevano farlo full-rate????
Commento # 9 di: Franz84 pubblicato il 25 Novembre 2009, 15:31
Originariamente inviato da: ghiltanas
nn li ho mai visti, ne consigliate la visione?


assolutamente si una bella trilogia...

in blueray merita sicuro è pieno di azione...
Commento # 10 di: mau741 pubblicato il 25 Novembre 2009, 15:36
Bei film tutti e tre. Di solito i sequel non riescono mai a raggiungere il livello del primo film... in questo caso invece il 2 e il 3 non fanno assolutamente rimpiangere il primo (quante volte mi è capitato dire: ma non potevano limitarsi ad un film invece di rovinarlo?... hehe non è questo il caso)
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »