Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

La Fabbrica di Cioccolato

di , pubblicato il 04 Novembre 2009 nel canale SOFTWARE

“Un film di Tim Burton è sempre un'esperienza da non perdere, come "La Fabbrica di Cioccolato", ispirato al romanzo di Roald Dahl, molto divertente e con dei colori davvero suggestivi; il Blu-ray ha una ottima qualità audio e video ed un bel set di contenuti speciali.”

Nel 2005 Tim Burton ha realizzato questo film ispirato all'omonimo romanzo di Roald Dahl;  Burton ha scelto Johnny Depp come protagonista ed ormai è un classico, trattandosi di uno dei suoi attori preferiti. Nel 1971 era stato realizzato un altro film ispirato alla stessa opera letteraria, dal titolo Willie Wonka e la fabbrica di cioccolato, girato dal regista Mel Stuart ed interpretato dal bravissimo Gene Wilder; tuttavia il buon Tim dichiarò di non essersi rifatto a quest'opera, ma di essere tornato direttamente alla storia del libro originale cercando di restare il più possibile fedele a quella. La storia è quella di un bambino di nome Charlie Bucket che ha una grossa passione per la cioccolata ma, a causa delle ristrette condizioni economiche in cui versa la sua famiglia, gliene viene concessa solo una tavoletta in occasione del suo compleanno. Wille Wonka, il più famoso cioccolatiere del mondo, annuncia di aver nascosto in cinque tavolette di cioccolata dei biglietti d'oro e che chi li avesse trovati avrebbe avuto l'opportunità di visitare la sua fabbrica e vincere un favoloso premio... Quando la Warner Bros. Pictures comprò nel 1999 i diritti per un adattamento per il cinema di la fabbrica di cioccolato, per la regia si era pensato a Gary Ross e lo sceneggiatore doveva essere Scott Frank, per interpretare il ruolo di Wille Wonka si proposero prima John C. Reilly e poi addirittura nel 2001 Marilyn Manson, ma proprio in quest'anno Ross si tirò fuori dal progetto. Per la regia allora i produttori pensarono di scegliere Rob Minkoff o Martin Scorsese e nel 2002 Gwyn Lurie iniziò a scrivere il copione, finalmente però a Maggio del 2003 fu ingaggiato come regista il bravissimo Tim Burton. Dall'arrivo di questi venne rivoluzionato un po' tutto; Tim non approvava il ruolo di figura paterna per il piccolo Charlie che secondo la sceneggiatura era stato attribuito a Wonka, decise allora di affidare il copione a Pamel Pettler, con cui aveva lavorato in La Sposa Cadavere, e John August, collaboratore per Big Fish: le storie di una vita incredibile. Prima di arrivare al nome di Johnny Depp per interpretare Wille, si erano valutati tanti nomi di attori bravissimi, tra cui Robert De Niro, Jim Carrey, Nicholas Cage, Michael Keaton e perfino Christoper Walken e Robin Williams, ma le preferenze di Burton erano già per Depp; per il ruolo di Charlie venne ingaggiato il giovane attore britannico Freddie Highmore. La capigliatura di Wonka venne scelta da Johnny Depp, ispirandosi ad Anna Wintour, dalla figura della quale prese anche i famosi occhiali. Il film fu girato interamente entro la fine del 2004 in Inghilterra presso i Pinewood Studios, e Burton non volle usare ambientazioni in computer grafica, in quanto convinto che i bambini recitassero meglio su set reale. In conseguenza di questo si decise di far interpretare tutti gli Oompa Loompa a Deep Roy, riprendendolo più volte e poi montando le sequenze per dare vita a ben 165 Oompa Loompa, ovviamente l'attore dovette recitare ogni scena parecchie volte. Furono realizzate per il film 110.000 caramelle di cui solo 1850 erano reali e prodotte dalla Nestlè con cui Warner fece un apposito accordo. Le altre erano di plastica. Per la scena di Veruca Salt vennero usati 40 scoiattoli addestrati per sei mesi a partire dalla nascita a rompere le noci e solo per girare tutte le sequenze necessarie all'uopo ci vollero ben 10 settimane. Una differenza col libro è la presenza della figura del padre di Wille, Wilbur Wonka, interpretato da Christopher Lee e voluto da Burton per creare una storia familiare del protagonista, anche essa non menzionata nel romanzo. Danny Elfman, che aveva già lavorato con Tim in altri suoi film, è l'autore della colona sonora ed ha anche cantato in quattro canzoni, i testi eseguii dagli Oompa Loompa sono però adattati dal libro di Dahl. Il film ha avuto la nomination all'Oscar per i migliori costumi, ma anche tantissime nominations ad altri premi cinematografici. Nel romanzo di Dahl nonno Joe non aveva lavorato nella fabbrica di Wonka, altra incongruenza col libro è che i ragazzi vincitori, a parte Charlie, vengono accompagnati al ritiro del premio da entrambi i genitori, mentre qui da uno solo. Sono molte le citazioni ad altri film presenti nella pellicola, per esempio nella cerimonia di inaugurazione della fabbrica Johhny Depp appare con in mano un paio di forbici, c'è una inquadratura stretta sulla mano che è un chiaro riferimento e Edward Mani di Forbice, sempre di Tim Burton; quando Wilbur Wonka getta i dolci nel camino si vedono i teschi simili a Jack e le zucche che sono un chiara citazione di The Nightmare Before Christmas; molto sottile è il fatto che il nome del dentifricio che viene prodotto nella fabbrica dove lavora il padre di Charlie e Smilex, lo stesso del veleno usato dal Joker nel primo Batman; in una scena col teletrasporto un Oompa Loompa guarda in televisione uno spezzone di 2001: Odissea nello Spazio, in cui il monolito nero è rimpiazzato da una tavoletta di cioccolata, nella stessa scena Mike Tv viene assalito nella doccia da un Oompa Loompa con un coltello, un chiaro riferimento a Psycho di Alfred Hitchcock.

Qualità Video

Il film è su BD-50, codificato in VC-1 ed è  nel rapporto d'aspetto originale 1.85:1; l'immagine è cristallina, i colori sono volutamente super-saturi per scelta del regista e il gamma è mediamente elevato. Il dettaglio è molto buono e non sono stati applicati filtri per l'aumento del dettaglio con edge enhancement (quest'ultimo praticamente inesistente). Il livello del nero ed il contrasto sono eccellenti. Il risultato è praticamente identico a quello della precedente edizione di warner su HD DVD, dalla quale probabilmente è stata ripresa la traccia video. Soprattutto nelle scene in esterni si notano moltissimi particolari e la profondità dell'immagine è notevole e mostra una certa tridimensionalità. Solo sull'incarnato si possono notare dei difetti, come se alcuni personaggi fossero fatti "di plastica", ma questo è certamente voluto da Tim Burton per dare una impressione fiabesca e non molto realistica al tutto. Nelle scene più scure purtroppo si perde qualche particolare, e la grana è abbastanza presente, per il resto l'immagine è bella e piacevole. La traccia del film occupa quasi 25 GB, ovvero praticamente un layer intero del disco.

Qualità Audio

La colonna originale è codificata in Dolby TrueHD 5.1 16 bit 48 KHz, con un missaggio davvero ben fatto, i canali posteriori si fanno sentire spesso nel corso del film, con un'abbondanza di effetti sonori, i dialoghi sono molto puliti, ma sono le musiche che fanno da padrone, considerando che ci sono molte parti musicali è bene che sia così. La scena sonora, con una dinamica molto estesa, avvolge completamente e i suoni passano continuamente da un canale all'altro conferendo alla scena acustica quella stessa tridimensionalità che il video restituisce tramite l'immagine. La traccia italiana è come al solito in Dolby Digital 5.1 640 Kbps. Tuttavia le musiche hanno un'ottima resa nel complesso, i dialoghi sono molto ben definiti come avviene per l'audio in lingua originale, ottima anche per l'italiano la separazione dei canali.

Contenuti Speciali

In termini di contenuti extra questa edizione rispecchia praticamente al 100% la precedente in HD DVD: intanto abbiamo la cosiddetta In Movie Experience - Dentro il film di Warner che sfrutta il profilo 1.1, che si può far apparire in sovra-impressione durante la visione del film con un Oompa Loompa che ci guida attraverso interviste al cast ed alla troupe, materiale dietro le quinte e artwork e storyboards, sebbene questo sia descritto sulla fascetta come un commento di Tim Burton. Abbiamo poi un making of diviso in cinque featurettes: la prima dal titolo La fabbrica di cioccolato: sogni di cioccolato è della durata di circa 7 min, in cui Tim Burton parla della sua visione della storia e dei primi passi della produzione, la seconda si intitola Facce Diverse, Sapori Diversi, di 10,5 min, introduce invece agli spettatori i giovani attori, cioè i bambini, la terza, Cioccolato d'autore, di 9,35 min, disserta sul design delle location e della produzione, indubbiamente favoloso, curato sia da artisti americani che europei, la quarta è La fabbrica di cioccolato: dolci melodie ed è una lunga intervista sulla colonna sonora al compositore Danny Elfman, infine abbiamo Sotto l'Involucro, di 7min, che mostra la costruzione degli effetti speciali, tra cui spiccano il goloso fiume di cioccolata e la scena in cui Violet viene trasformata in un mirtillo gigante. C'è anche un mini documentario di 7 min dal titolo La creazione degli Oompa Loompa: come un uomo sia stato trasformato in centinaia di Oompa Loompa, che mostra come Deep Roy sia stato moltiplicato tante volte fino a formare un esercito di Oompa Loompa, grazie al motion control ed all'uso del PC, anche se quest'ultimo solo per mettere insieme le sequenze, strano che non si faccia menzione del perché gli Oompa Loompa non hanno più la pelle verde ed i capelli arancione. Abbiamo poi La scena degli scoiattoli: l'addestramento degli scoiattoli, di 9,5 min, una featurette su come siano stati addestrati i simpatici animaletti e sulla complessità della scena che li vede protagonisti. C'è un altro documentario dal titolo Mr Dahl - un fantastico autore, di 17 min, prodotto dalla BBC e certamente il più interessante, in cui sono interviste alla famiglia di Dahl circa i suoi scritti, e vengono messi a nudo molti aspetti dalla personalità dell'autore non noti fino a questo momento. C'è una featurette dal titolo 2 sequenze prova: La danza di Augustus Gloop e La fine di Mike TeeVee, su queste due scene del film ed anche la possibilità di vedere il film con la sola traccia musicale in Dolby TrueHD 5.1senza i dialoghi e gli effetti, molto carina a dire il vero visto che le musiche sono così ben curate. Infine abbiamo la
European club reel sui giochi ed il divertimento, della durata di 2.54 min ed il Trailer cinematografico originale in Full HD.

I film di Tim Burton sono sempre un'esperienza esaltante che va provata per essere compresa. La Fabbrica di Cioccolato è bizzarro e divertente allo stesso tempo ma non manca un tocco di amarezza. Dal punto di vista tecnico è un titolo che non lascia a desiderare, non è carente sotto nessun aspetto e poi qui è l'aspetto artistico che gioca pesantemente sulla decisione per l'acquisto.

La pagella secondo Edoardo Ercoli

Film 7
Authoring 6
Video 7
Audio ITA 7
Audio V.O. 7
Extra 7

 



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: alpy pubblicato il 04 Novembre 2009, 11:21
Il formato sul mio vpr risulta di 1,78:1 anche se effettivamente dovrebbe essere 1,85.
Commento # 2 di: ghiltanas pubblicato il 04 Novembre 2009, 12:42
mah st'edizione nn l'ho mai vista, nn mi hai nemmeno incuriosito...Credo sia inarrivabile quella col mitico Gene Wilder
Commento # 3 di: ais001 pubblicato il 04 Novembre 2009, 12:58
... non è carente sotto nessun aspetto...

... non è carente però non gli avete dato oltre al 7, why???


... quella originale con Gene Wilder è qualcosa di assolutamente insuperabile (su Sky ogni tanto lo trasmettono anche in HD)... io ho il DVD e credo che difficilmente col BRD riusciranno a migliorarlo così tanto.
Commento # 4 di: Girmi pubblicato il 04 Novembre 2009, 12:58
Dannata Wikipedia!!!
Ma quando la smetterete di attingere a quel dispensatore di baggianate planetarie?

La storia è quella di un bambino di nome Charlie Bucket, che vive in Russia assieme ai nonni in una casetta di legno alquanto malandata.

Ma quale Russia.
Charlie abita nella stessa città della fabbrica di Willy Wonka ed uno dei suoi nonni…[SPOILER]Joe (quello che lo accompagnerà durante la visita)[/SPOILER]…ha lavorato, da giovane, nella stessa fabbrica e [U]non faceva certo il superpendolare[/U]!!!

Fra l'altro,…[SPOILER]Charlie trova 10 dollari con i quali compra una tavoletta. mica dei rubli.[/SPOILER]
Un dubbio.
Rece fatta tutta in FF?

Ciao.
Commento # 5 di: Girmi pubblicato il 04 Novembre 2009, 13:00
Originariamente inviato da: ghiltanas
Credo sia inarrivabile quella col mitico Gene Wilder

Quotissimo.
Fra l'altro è uscita anche quella in Blu-Ray.

Ciao.
Commento # 6 di: ghiltanas pubblicato il 04 Novembre 2009, 13:09
infatti volevo prendere quella .
Una domanda su quel film, una frase di cui nn sono sicuro:

[SPOILER]cosi riluce una buona azione, in un mondo disilluso..[/SPOILER]

Willie dice riluce in quella frase? nel senso di risplende?
Commento # 7 di: Edoardo Ercoli pubblicato il 04 Novembre 2009, 13:12
E' vero, mi ha fuorviato il fatto che all'inizio si dice che il biglietto vincente era stato trovato in Russia, ma non è detto che tutta la storia si svolga in Russia, tanto più che poi si dice che la notizia della vincita è falsa, e Charlie compra un'altra barretta riprovando.
Commento # 8 di: mau741 pubblicato il 06 Novembre 2009, 10:40
La versione originale con g. wilder piace a tutti, grandi e piccini... (forse anche perchè quei grandi erano piccini la prima volta che l'hanno visto ) ). Quella di Deep (per quanto lui sia un attore straordinario e dotato di grande comicità... j. sparrow di pirati dei caraibi è assolutamente spassoso) non ti lascia addosso quel buon umore tipico della favola di Natale, è (seconde me ovviamente) troppo cupa.