Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Venerdì 13 Parte II

di Edoardo Ercoli , pubblicato il 26 Settembre 2009 nel canale SOFTWARE

“In formato Blu-ray Disc arriva il secondo episodio della famosissima saga che vede come protagonista Jason Voorhees: l'edizione è ricca di contenuti speciali anche in alta definizione ed è caratterizzato da una buona resa video e con un audio restaurato che non brilla per dinamica e qualità generale”

 

Il film diretto da Steve Miner è del 1981, è il primo sequel del fortunato Venerdì 13 (1980) ed è anche il primo in cui Jason uccide, in quanto nel precedente l'assassino era la madre. La pellicola ha avuto all'epoca un successo insperato, dal momento che ha incassato ben 21.7 milioni di dollari contro il milione che ci si aspettava. La storia si svolge a Packanack Lodge, un luogo vicino alla casa di Jason, cinque anni dopo il primo episodio; in realtà c'è un prologo che ha luogo due mesi dopo la fine del primo film, in cui Alice, unica sopravvissuta agli omicidi di Pamela Voorhees, viene uccisa con un rompighiaccio a casa propria da un uomo misterioso. Passano quattro anni e nel 1984 un gruppo di boy-scouts affitta una casa in un campeggio che si trova vicino a quello in cui erano avvenuti i massacri. Da qui ricomincia una serie di uccisioni ad opera di un misterioso uomo incappucciato con un forcone. In questo sequel infatti la famosa maschera da hockey di Jason non compare, il celeberrimo personaggio indossa un sacco di iuta per coprirsi la faccia. L'assassino è interpretato da due attori diversi: da Warrington Gillette quando il volto si vede e dallo stuntman Steve Dash in tutte le altre scene; è proprio quest'ultimo che durante le riprese è rimasto addirittura ferito ad opera di un'attrice che, sbagliando il tempo per un colpo, gli ha procurato un taglio con un machete. Il montaggio presentato in questa edizione Blu-ray è quello originale cinematografico.

Qualità Video

Il film è presentato su BD-50 nell'eccellente formato Open Matte 1.78:1, cioè non solo non manca nulla rispetto al formato originale, ma addirittura si vedono più particolari presenti sul negativo rispetto alla versione cinematografica; la codifica è AVC-MPEG4 e nonostante all'epoca il film fosse un low-budget, tutte le informazioni della pellicola sono state trasferite fedelmente con un risultato molto soddisfacente. C'è stata anche una valida opera di pulizia, i neri sono profondi e l'immagine è luminosa e ben contrastata. I colori sono saturi, la grana è pero abbastanza presente: probabilmente, a causa dello scarso budget a disposizione, non era possibile acquistare un negativo di grande qualità. Il dettaglio è buono, però l'uso di un leggerissimo edge enhancement e la presenza di un certo rumore ne riducono la percezione. Tutto sommato il risultato è comunque valido.

Qualità Audio

Secondo ormai la consuetudine di Paramount, l'audio originale è codificato in Dolby TrueHD 5.1 16bit 48KHz, su questo fronte la codifica lossless però non fa miracoli, le musiche suonano piacevolmente e non c'è distorsione; comunque l'effetto di una registrazione originale stereofonica di non eccelsa qualità si nota, la dinamica non è molto estesa. Nella traccia italiana in Dolby Digital mono i bassi risultano un po' appiattiti e ovviamente si perde ogni effetto sui canali posteriori. Tuttavia i dialoghi, sebbene mixati in un unico canale con le musiche e gli altri effetti del film, risultano ben distinti e percepibili, segno che comunque un  minimo lavoro di restauro è stato effettuato anche su questa colonna sonora.

Contenuti Extra

Fortunatamente anche qui molti dei contenuti speciali sono in Full HD, segno della grande cura che la casa produttrice pone su questo aspetto. Abbiamo una featurette in HD di 16min dal titolo All'interno dei ricordi di Crystal Lake che è un making of in cui si parla delle scene censurate per l'eccessiva violenza, il finale non montato ed altri aspetti che lo rendono più interessante del solito dietro le quinte. C'è poi un mini documentario dal titolo Le Convention dei film Horror, in SD di 7 min, in cui compaiono  il compositore delle musiche Harry Manfredini oltre al personale che ha lavorato al primo film ed a Tom Savini, guru degli effetti speciali dell'epoca; si discute sulla popolarità della saga in tutte le convention sull'horror che si svolgono negli USA. C'è poi una featurette di 26 min in SD intitolata Per Sempre Jason, che era già stata pubblicata su un disco distribuito tempo fa in esclusiva dalla catena Best-Buy negli States; in essa cui figurano insieme tutti gli attori che hanno interpretato Jason nella saga, molto divertente. Abbiamo poi un corto inedito dal titolo I racconti perduti di Crystal Lake  in HD di 8 min, sugli omicidi avvenuti a Crystal Lake e non contemplati nel film. Infine c'è il trailer originale in HD, una chicca che come sempre non ci dispiace.

Come tutti i sequel questo è un prodotto rivolto principalmente agli appassionati della serie, però è un titolo così celebre da suscitare curiosità anche in altri utenti che amano la suspence. Di rilievo è a mio parere l'edizione in Open Matte ed è lodevole anche il lavoro fatto per cercare di tirar fuori il meglio da un negativo economico.

La pagella secondo Edoardo Ercoli

Film 6
Authoring 6
Video 7
Audio ITA 5
Audio V.O. 6
Extra 7

 

Articoli correlati

Venerdì 13 (2009)

Venerdì 13 (2009)

Appena realizzato da Paramount, arriva il Blu-ray del riuscito remake del classico dell'Horror che vede come protagonista il celebre personaggio di Jason Voorhees, con ottima qualità audio video, colonna sonora originale in Dolby TrueHD e una serie interessante di contenuti extra, tutti in full HD
Venerdì 13 parte III

Venerdì 13 parte III

Anche il terzo capitolo della saga vede la luce in Blu-ray, realizzato in 3D anaglifo per il cinema, qui è presente solo in versione 2D con qualità superiore al secondo sequel sia sotto il profilo audio che video e con una ricca sezione di contenuti speciali, tutti in alta definizione



Commenti