Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

AV Magazine Tools 1.0

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 09 Settembre 2009 nel canale SOFTWARE

“Da oggi è disponibile in versione noleggio e in vendita l'edizione Blu-ray Disc di "San Valentino di Sangue 3D". Tra gli inserti speciali sono presenti gli "AV Magazine Tools": una serie di immagini test che aiuteranno gli appassionati a tarare la catena di riproduzione video per un effetto 3D più realistico.”

Colori, tinta e saturazione


Il menu per la taratura dei colori
- click per l'immagine a piena risoluzione HD -

Veniamo ora alla taratura dei colori che, più di ogni altra cosa, intervengono nella qualità della riproduzione stereoscopica. Come spiegato in apertura, l'obiettivo principale è quello di impostare il TV o il display in modo da riprodurre colori molto profondi. In questo senso ci saranno TV e proiettori che si vedranno meglio di altri. In particolare i TV al plasma avranno la vita molto facile per quanto riguarda il verde mentre alcuni videoproiettori LCD si troveranno avvantaggiati nella riproduzione del blu. Purtroppo i TV con tecnologia a tubo catodico saranno i più svantaggiati. Prima di iniziare, vi consigliamo - se possibile - di selezionare nel menu del televisore o del videoproiettore lo spazio colore più ampio possibile. Per fare un esempio, in alcuni televisori Sony la voce da modificare si trova nel "menu immagine avanzato" e si chiama "gamma cromatica". In questo caso è da preferire "ampia" invece che "normale".


L'immagine test per il controllo della riproduzione dei colori e della scala dei grigi
- click per l'immagine test a piena risoluzione HD -

In molti televisori e proiettori non è possibile scegliere la profondità della riproduzione dei colori. In questo caso, l'unica soluzione è quella di tentare di modificare i controlli di tinta e saturazione. Con la tinta in teoria è possibile modificare la tonalità dei colori fondamentali, spostando ad esempio il verde verso il giallo oppure verso il blu. In questo caso, sarà utile indossare gli occhialini e verificare che l'immagine test appaia come nell'esempio subito qui in alto a sinistra (presente anche nel menu). Purtroppo, nella stragrande maggioranza dei casi, attraverso la lente di colore magenta filtrerà un po' di verde e succederà l'inverso con la lente magenta.

Per un ristretto numero di televisori e videoproiettori sarà possibile tarare i colori in maniera più fine, attraverso quello che viene chiamato in gergo "Color Management System", che consigliamo di utilizzare soltanto ai lettori più esperti. Per mezzo del CMS è possibile modificare la riproduzione dei colori con molta libertà e in questo caso non sarà necessario neanche il colorimetro: basterà verificare il tutto attraverso gli occhialini. Altro utile consiglio riguarda l'impostazione del lettore DVD o Blu-ray, indirizzata sempre ai più esperti: provate - se possibile - a modificare il segnale in uscita tra "RGB" oppure "component/YUV" per scegliere tra le due modalità quella con le prestazioni migliori.