Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

007- Quantum of solace

di Alessio Tambone , Gian Luca Di Felice , pubblicato il 25 Marzo 2009 nel canale SOFTWARE

“Torna Daniel Craig nei panni di James Bond in Quantum of solace, dove la voglia di vendetta lo porta in missione in Italia, Austria e Sud America, insieme alla nuova Bondgirl Camille. L'edizione in alta definizione, in formato Blu-ray, è distribuita in Italia da 20th Century Fox a partire dal 25 Marzo ”

Girare nel resto del mondo

Quantum of solace detiene il record per quanto riguarda il numero di location straniere in un film di James Bond. Nella città di Panama la troupe ha girato in svariati ambienti tra cui l'Old Union Club, rovine di quello che un tempo era il club privato più prestigioso della città. Nel 1989, durante l'invasione statunitense, l'edificio fu bombardato in quanto ritenuto quartier generale del dittatore panamese Noriega. La squadra della scenografia ha impiegato così diversi mesi per ripulire l'area abbandonata - ricca di polvere e detriti - per poi arredare il bar illuminato per la scena del fidanzamento di Dominic Greene. Le riprese sono durate nel complesso quattro intere notti.

L'arido territorio della Bolivia è stato invece ripreso in Cile. Ad una distanza di due ore dall'albergo, ogni mattina la troupe raggiungeva l'avveneristico ESO Paranal. L'osservatorio è stato utilizzato come set per la maggior parte degli esterni della Perla de las Dunas. Situato ad un'altitudine di 1.800 metri, al confine meridionale del deserto di Atacama, la costruzione ospita diversi astronomi in un ambiente naturale incontaminato, privo di polvere o fonti di luce artificiali.

Spostandosi in Italia la produzione è sbarcata in Toscana. La Torre di Talamonaccio è stata utilizzata come residenza privata per Mathis, raggiunta da James Bond a bordo di un motoscafo Sunseeker d’annata. La sequenza di apertura dell'inseguimento tra l'Aston Martin e l'Alfa Romeo è invece stata girata dalla seconda unità in otto settimane tra il lago di Garda, le cave di Carrara e Piazza del Campo a Siena, dove tra l'altro una troupe ridotta aveva già ripreso l'anno prima il Palio. La scena del Teatro durante la rappresentazione della Tosca con il gigantesco e riconoscibile occhio blu, è stata invece girata in due settimane di riprese notturne a Bregenz in Austria. Accanto al lago di Costanza oltre un migliaio di comparse sono state sistematicamente vestite e gestite per riempire l'immenso anfiteatro.