Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

WALL-E

di Alessio Tambone , Luca Carosi , pubblicato il 23 Febbraio 2009 nel canale SOFTWARE

“Il romantico, piccolo robottino fresco di Oscar sbarca in home video. Il nono film della Pixar Animation Studios si presenta in tre edizioni differenti, DVD singolo, DVD doppio e con Blu-ray doppio distribuito da Walt Disney Studio Home Entertainment. AV Magazine ha analizzato l'edizione in Blu-ray nel dettaglio”

L'audio: suoni e musica


A sinistra Ben Burtt, responsabile sonore; a destra il compositore Thomas Newman

Se in un film i protagonisti non parlano è chiaro che hanno maggiore importanza rispetto a situazioni normali la colonna sonora e i suoni del film. Non fa eccezione WALL-E, che schiera per questo tipo di figure due artisti da Oscar. Stiamo parlando di Ben Burtt e Thomas Newman, rispettivamente responsabile del sonoro e compositore della soundtrack. Il primo è una vera leggenda del cinema che piace a noi di AV Magazine. E' l'inventore dei principali suoni della saga di Star Wars: il rumore delle spade laser, la voce di R2-D2, di Chewbecca e degli Ewoks, il rumore delle astronavi e delle armi in generale. Per l'opera titanica realizzata per Star Wars ha ricevuto un premio Oscar speciale nel 1977. Ma Burtt è anche altro, sempre altrettanto leggendario. Ha inventato infatti anche il rumore della frusta di Indiana Jones, il sibilo di Alien o i suoni per il film E.T. l'extraterrestre. Un curriculum invidiabile, che ha trovato una nuova degna voce in questo WALL-E, nel quale Burtt ha creato l'intero universo di suoni per tutti i robot, l'attrezzatura spaziale e i rumori d'ambiente. La sua lavorazione è cominciata subito dopo la chiusura del lavoro per Star Wars Episodio III - La vendetta dei Sith.

La voce di WALL-E è stata creata mediante una lunga elaborazione. Burtt è partito da una registrazione della sua voce e successivamente, giocando con frequenze, loop e intonazioni ha campionato i suoni - in particolar modo le vocali - per poi riassemblarli in una diversa interpretazione, con un tono e una durata ricercata e particolarmente convincente. Per tutti gli altri suoni del film Burtt ha creato una galleria di 2.400 file - la più grande realizzata per un suo film - da diverse sorgenti. Per la corsa dello scarafaggio ha preso un paio di manette e ha registrato il rumore che facevano mentre le smontava e le rimetteva a posto. Per il suono di Eve che vola ha trovato una persona che aveva costruito un aeroplano radiocomandato di tre metri di lunghezza e lo ha registrato durante un volo. Correre su e giù per un corridoio ha creato un notevole effetto dinamico che è stato perfetto per una tempesta di sabbia sulla Terra. E l'avviamento di un biplano degli anni trenta è stata una base ideale per il suono di WALL-E durante l'apertura.

A musicare il film troviamo invece Thomas Newman, già  collaboratore di Stanton per Alla ricerca di Nemo. La sua colonna sonora è essenziale, ben ritmata e per questo vicina alla meccanicità  del simpatico robot protagonista. Newman ha inoltre collaborato con il leggendario Peter Gabriel per la creazione di Down to Earth, brano inserito sui titoli di coda con un testo scritto ed interpretato direttamente dal musicista inglese e che ha ricevuto una nomination agli oscar. Una piccola curiosità : le musiche di Hello Dolly, che hanno un ruolo fondamentale nel film, sono state composte da Lionel Newman, importante compositore statunitense, zio proprio di Thomas Newman.