Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

WALL-E

di Alessio Tambone , Luca Carosi , pubblicato il 23 Febbraio 2009 nel canale SOFTWARE

“Il romantico, piccolo robottino fresco di Oscar sbarca in home video. Il nono film della Pixar Animation Studios si presenta in tre edizioni differenti, DVD singolo, DVD doppio e con Blu-ray doppio distribuito da Walt Disney Studio Home Entertainment. AV Magazine ha analizzato l'edizione in Blu-ray nel dettaglio”

Qualità audio e video

L'edizione in Blu-ray di Wall-E compete come qualità video con i precedenti due titoli Pixar: Ratatouille e Cars, con qualità che é ai massimi livelli. Considerando l'enorme numero di dettagli presenti nel film, la straordinaria dinamica e il numero si sfumature, il risultato è sconvolgente. Ovviamente non c'è telecine ma un transfer diretto da master digitale, il rapporto di immagine è 2,39:1 (per la precisione 1920x803 pixel) ed il video è codificato in AVC-MPEG 4 1080p. Non c'è il minimo artefatto apprezzabile, non un pixel fuori posto. La prima parte del film si svolge sul pianeta Terra pieno di rifiuti, e l'atmosfera è volutamente polverosa.

Ad un'occhiata sommaria l'immagine può sembrare un po' soft grazie alla luce diffusa. Eppure, su ogni superficie ricca di particolari si vede tutto. Sono visibili perfino gli oggetti più piccoli o i particolari più minuti nelle zone più scure, segno che anche il livello del nero è a posto. Come accennato in apertura, le scene sono fotorealistiche più che in ogni altro film Pixar. Non è affatto presente grana, il contrasto è perfetto e le immagine sembrano davvero tridimensionali. In poche parole, dal punto di vista video, Wall-E si attesta davvero come uno dei migliori dischi mai visti: un vero riferimento.

La traccia audio inglese è codificata in DTS HD Master Audio a  6.1 canali, 24-bit e 48kHz, mentre sulla fascetta è riportata l'indicazione di 5.1 canali. Sebbene si tratti di una colonna sonora realizzata praticamente in studio, come per tutti i film di animazione del genere, questo aspetto non traspare affatto e il realismo è davvero grande. I dialoghi sono davvero pochi, almeno nella prima parte del film. In questo senso la scena sonora è dominata in gran parte dalla musica e dagli effetti sonori. Il missaggio è ottimo anche per la traccia italiana che, sebbene in "semplice" DTS , non fa rimpiangere l'assenza della codifica lossless. La dinamica è corretta, i bassi precisi ed al posto giusto, i dialoghi sono cristallini ed equilibrati al tempo stesso e il senso di tridimensionalità della scena è reso molto bene. La traccia lossless inglese mostra solo leggermente la sua superiorità, è ovviamente più corposa, con bassi leggermente più smorzati e con un "respiro" e una dimensione della scena che sembra superiore.

Segue : Conclusioni Pagina successiva