Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il cavaliere oscuro

di Alessio Tambone , pubblicato il 14 Dicembre 2008 nel canale SOFTWARE

“L'Uomo Pipistrello torna in home video con il secondo episodio della serie iniziata con Batman begins. Questa volta i nemici sono il Joker e Due Facce, oltre alla fiducia di Batman in se stesso che vacilla in seguito alle oscure vicende di Gotham City”

Avrà bisogno del Bat-Pod, Signore?

E' Lucius Fox, esperto di tecnologia, che fornisce a Batman le più moderne attrezzature anticrimine. In Batman begins avevamo apprezzato la nascita di molti di questi accessori, che comprendevano costumi, armi e mezzi di trasporto. In quest'ultima categoria, spicca sicuramente la Batmobile, presente anche ne Il cavaliere oscuro, affiancata però dal nuovo gioiello di famiglia: il Bat-Pod. No, non si tratta di un ultra-tecnologico lettore MP3, ma di una potente moto armata (anche se la parola moto in questo caso è molto riduttiva...). Un vero sogno per gli amanti del genere, così come il Tumbler era il punto di arrivo per gli amanti delle automobili.

A sfrecciare tra le strade di Gotham City c'era una vero prodotto. Costruito e perfettamente funzionante, il Bat-Pod è infatti in grado di sfrecciare su tutti i tipi di terreno dato che monta due degli stessi giganteschi pneumatici della Batmobile. Riesce a stare in piedi da solo, senza cavalletto, ed è equipaggiato per tutte le situazioni più pericolose con armi su entrambi i lati: cannoni con colpo da 40mm, mitra calibro 50 e strumenti che lanciano comodi uncini da appiglio. Bello da vedere, il Bat-Pod non è altrettanto facile da guidare. Nonostante diversi tentativi durati varie settimane, l'unica persona che è riuscita a gestirlo è il pilota stunt Jean-Pierre Goy. Per poterlo manovrare è necessario infatti tenere la parte superiore del corpo in avanti, quasi in linea orizzontale, e guidare utilizzando i gomiti piuttosto che i polsi.