Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cofanetto Blu-Ray: Il pianeta delle scimmie

di Edoardo Ercoli , Luca Carosi , pubblicato il 30 Novembre 2008 nel canale SOFTWARE

“Uno dei più celebri classici della storia del cinema di fantascienza, vede finalmente la luce in formato Blu-ray Disc, assieme ai 4 successivi sequel, per uno straordinario cofanetto con 5 Blu-ray Disc ricco di contenuti extra e con tutti i film restaurati e presentati nel loro formato originale”

Il Pianeta delle Scimmie (1968)

Trattandosi di un film datato non ci si poteva aspettare un dettaglio da urlo. Tuttavia il miglioramento rispetto al DVD è indiscutibile, i particolari sono più incisivi anche nelle scene molto scure. Livello del nero e profondità d'immagine sono molto buoni ed il contrasto è molto equilibrato. Inoltre, per un film così vecchio la grana è abbastanza contenuta; si nota solo qualche spuntinatura, ma d’altra parte il negativo è davvero datato. La codifica AVC non presenta il minimo artefatto ed il bitrate è alto.

L’audio è codificato in DTS HD Master Audio 5.1 16bit 48kHz per la traccia inglese, decisamente un notevole passo avanti rispetto alla traccia Dolby Digital 5.1 del DVD, soprattutto per le musiche. L’italiano è in semplice DTS 5.1, non molto distante da quello Dolby Digital dell’edizione DVD. La presenza dei canali posteriori è ridotta, gli effetti sono sporadici, l’audio è quasi tutto sul fronte anteriore, però la colonna sonora di Jerry Goldsmith rende molto bene. Considerato che all’epoca dell’uscita del film non esisteva il multicanale, il risultato è buono.

Contenuti speciali

La galleria fotografica: tutti e 5 i dischi hanno la galleria fotografica, molte delle foto sono prese dal pressbook originale, ma ci sono anche le Lobby cards e i dietro le quinte. Il video è qui codificato a 1920x1080i

Commenti audio: abbiamo poi ben 2 commenti audio nel primo film, il primo è quello del compositore Jerry Goldsmith, l’altro è quello degli attori Roddy McDowell, Natalie Trundy e Kim Hunter e del truccatore John Chambers, c’è inoltre quello di Eric Greene, autore di Planet of the Apes as American Myth, che però è solo testo.

Documentari HD: il divertente “annuncio dell’ANSA” in HD 1920x1080 che è l’organizzazione spaziale presente nel film. Sempre in HD segue il documentario di 23 minuti “L’evoluzione delle scimme” che tratta del fenomeno “Il pianeta delle scimmie” a partire dal romanzo di Pierre Boulle fino al remake di Tim Burton. Un altro documentario in HD di 11 minuti è “L’impatto del pianeta delle scimmie” che spiega come il film faccia parte della cultura pop, si presenta come uno speciale televisivo.

BD 1.1 - BonusView: c’è poi “La scienza del pianeta delle scimmie” che è una featurette visibile tramite la funzione Bonusview relativa al profilo 1.1 del Blu-ray , è la più interessante del disco ed è una sorta di commento video al quale prendono parte scienziati e scrittori, per discutere su quanto ci sia di scientifico nel film.

Gioco: abbiamo poi il gioco d’avventura in HD “Oltre la zona proibita” che sfrutta il BD-J , appare come un menu in overlay durante la riproduzione del film, con un labirinto in 3-D ove compiere scelte multiple per muoversi sulla mappa

Documentari SD: segue il documentario in Standard definition: “Behind The Planet Of The Apes”, di ben 118 minuti, esso comparve per la prima volta su American Movie Classics nel 1998, come parte della serie “Hollywood Real to Reel” , ha come tematica un attento esame dell’intera saga, anche se la maggior parte dello spazio è dedicato al primo film. Ci sono “interviste agli attori” , ed in particolare a Charlton Heston, McDowall, Hunter, il produttore Richard Zanuck, nonchè lo scrittore Pierre Boulle, e si parla anche della serie televisiva Back to the Planet of the Apes. Abbiamo anche un’atra featurette in SD di 15min , dal titolo “A Look Behind the Planet of the Apes”, prodotta nel 1972 e condotta da Charlton Heston, che è però più uno “spot televisivo” che un documentario. Altro materiale in SD include: le “prove di trucco” di Edward G. Robinson del 1966 (9min) , gli “errori di scena” senza audio (18min), Riprese sul set di Roddy McDowall (20min)che mostra la costruzione di un paio di scene. Abbiamo poi la “featurette originale” del 1968 e un’anteprima cinematografica del 1967, entrambi in SD.

Trailers: il tralier originale in HD e anche in SD