Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: 10.000 AC

di Alessio Tambone , pubblicato il 15 Settembre 2008 nel canale SOFTWARE

“Disponibile per l'home video HD e distribuito da Warner, 10.000 AC narra la personale visione della preistoria di Roland Emmerich, il regista tedesco trasferitosi in America autore del recente film catastrofico The day after tomorrow. Ecco il giudizio artistico e tecnico dell'edizione Blu-ray”

Sguardo ai costumi

Fantasiosi i costumi di Odile Dicks-Mireaux e Renee April che, nonostante la possibilità di ricerche, hanno deciso di lasciare da parte la Storia e di ispirarsi direttamente al lavoro di Emmerich e Kloser. “Non c’è molto sugli abiti al British Museum”, dice la costumista April. “Gli unici reperti di quell’epoca sono alcuni graffiti in Sud Africa, quindi ci siamo ispirate alla sceneggiatura. Abbiamo deciso i colori per le diverse tribù: i cacciatori di mammut hanno poco colore e sono più integrati con il paesaggio. Abbiamo usato soprattutto pelli di antilope”.

Seguendo questa logica, il reparto costumi ha realizzato vestiti adatte alle difficili condizioni ambientali per la tribù di D'Leh, mentre per i mercanti di schiavi hanno utilizzato tessuti diversi come lino e lana blu e rossi, decorando gli abiti con code di cavallo per sottolineare il loro essere anche cavalieri. Per la scena finale i sacerdoti sono stati vestiti con costumi color rosso scuro, di chiara ispirazione tibetana. Oltre agli attori principali, le costumiste hanno dovuto vestire con lavorazioni a mano oltre 800 comparse per le scene finali in cui apparivano gli schiavi con sei diverse tribù, ognuna con il proprio stile. Il team ha infine preparato oltre 1.000 sandali per tutte le comparse.