Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: 10.000 AC

di Alessio Tambone , pubblicato il 15 Settembre 2008 nel canale SOFTWARE

“Disponibile per l'home video HD e distribuito da Warner, 10.000 AC narra la personale visione della preistoria di Roland Emmerich, il regista tedesco trasferitosi in America autore del recente film catastrofico The day after tomorrow. Ecco il giudizio artistico e tecnico dell'edizione Blu-ray”

Preparazione fisica: attori e cavalli

Per interpretare i cacciatori - personaggi molto lontani dal nostro stile di vita - gli attori hanno dovuto seguire un lungo corso di addestramento a Città del Capo in Sud Africa, sotto il coordinamento del capo stunt Franklin Henson. Oltre ad imparare movimenti adatti ai loro personaggi, gli attori sono stati anche costretti a raggiungere una perfetta forma fisica: il protagonista, ingrassato volontariamente per interpretare il suo precedente film, è stato costretto ad esempio a perdere quasi 20 chili con dieta e allenamento quotidiano.

Gli attori che interpretavano i mercanti di schiavi hanno inoltre dovuto imparare ad andare a cavallo. Ne avevano a disposizione circa 20, ospitati in una scuderia vicino Città del Capo, quasi tutti meticci in quanto più resistenti alle malattie e meno emotivi dei purosangue. La troupe ha dovuto spendere molto tempo per farli abituare al set, lasciandoli liberi tra macchine da presa, luci, fumi e fuochi. Dopo le riprese a Città del Capo i cavalli sono stati trasportati in Namibia, dove sono stati tenuti in quarantena per ridurre al minimo i rischi di contrarre infezioni dai cavalli locali. Inoltre gli addetti hanno dovuto sempre controllare l'idratazione degli animali, messa a dura prova dal clima secco del deserto. Stesse attenzioni ai cambiamenti climatici si sono verificate quando gli stessi cavalli sono stati trasportati in Nuova Zelanda, con due settimane utilizzate per fare abituare gli animali al freddo e all'altitudine delle montagne.