Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: 10.000 AC

di Alessio Tambone , pubblicato il 15 Settembre 2008 nel canale SOFTWARE

“Disponibile per l'home video HD e distribuito da Warner, 10.000 AC narra la personale visione della preistoria di Roland Emmerich, il regista tedesco trasferitosi in America autore del recente film catastrofico The day after tomorrow. Ecco il giudizio artistico e tecnico dell'edizione Blu-ray”

Regia e fotografia

In film di questo tipo, con un alto numero di effetti speciali realizzati in CG, una delle caratteristiche principali che il regista deve avere è la capacità di trasmettere sia alla troupe tecnica che a quella artistica le immagini del film ideate nella sua testa. Da questo punto di vista il lavoro di Emmerich non è male, con scene ben girate dal punto di vista tecnico. Merito - ormai è prassi - della pre-visualizzazione, uno storyboard animato in 3D di tutte le sequenze con effetti speciali realizzato prima della ripresa vera e propria.

La regia di Emmerich è suntuosa, con ampie panoramiche che sfruttano i stupendi paesaggi delle location e buone integrazioni delle riprese di modelli, come vedremo nelle prossime pagine. Per far emergere l'aspetto epico della vicenda il direttore della fotografia ha scelto uno stile naturalistico, che mettesse in evidenza personaggi e parti di set con un'enfatizzazione della luce naturale. Per questo motivo la troupe ha girato con più macchine da presa contemporaneamente, cercando di cogliere tutti gli angoli necessari in un solo ciak.

Quello che manca è però la suspense: la caccia nel bosco di canne di bambù è priva di mordente e mostra senza coinvolgimento l'attacco degli uccelli giganti. Le stesse situazioni girate da altri registi (leggasi Spielberg) portano sullo schermo tutta l'adrenalina del thriller, riuscendo a tenere incollato alla poltrona anche lo spettatore più distratto.