Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: Batman begins

di Alessio Tambone , pubblicato il 27 Agosto 2008 nel canale SOFTWARE

“In concomitanza con l'arrivo in sala de Il cavaliere oscuro, Warner Bros. Pictures distribuisce in Italia il Blu-ray di Batman begins, primo film della nuova serie dedicata all'uomo pipistrello diretta da Christopher Nolan, già uscito in edizione HD-DVD con alterni giudizi su qualità e interattivittà”

Combattimenti e coreografie

Per i combattimenti di Batman begins  il regista Christopher Nolan e il coordinatore David Forman (sue le coreografie de L'ultimo Samurai) hanno cercato uno stile che mescolasse la durezza della lotta di strada con la nobile disciplina delle arti marziali. Il punto di arrivo condiviso era un combattimento più violento e realistico rispetto a quelli realizzati nel recente passato con l'uso di effetti speciali e cavi. La scelta è ricaduta sullo stile di lotta Keysi - chiamato anche KFM - basato sulla successione di movimenti piccoli e controllati. Questa disciplina è nata circa vent'anni fa e richiede soprattutto una forza nella parte superiore delle gambe e delle braccia. Diversamente da altre arti marziali può essere usata in ogni ambiente e con attacchi da ogni direzione.

Christian Bale si è preparato per 5 mesi al ruolo, raggiungendo un invidiabile livello di forma fisica proprio dopo aver devastato il suo corpo per la strabiliante interpretazione ne L'uomo senza sonno. Molto ben realizzate le coreografie di lotta, partendo da quelle un po' più brutali nella prima parte del film per finire a quelle più complesse nella seconda sezione. Divertente l'aneddoto riguardante la prima scena di lotta girata, che vedeva Bruce Wayne in lotta con Ducard su un lago ghiacciato islandese. "E' stato pericoloso e abbastanza terrorizzante", dice Liam Neeson, impegnato proprio in quella sequenza. "Sentivamo il ghiaccio che si sgretolava e ogni tanto pezzi di roccia che cadevano. Stavamo iniziando a colpirci quando abbiamo sentito un crack proprio al centro del lago", ricorda Bale. "Siamo rimasti immobili e ci siamo guardati intorno. Poi i ragazzi della sicurezza hanno cominciato a gridare "Via, via!". Per fortuna siamo riusciti a finire quel giorno, perché dopo non c'è stato più ghiaccio. Era tornato a essere un lago".