Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: La leggenda di Beowulf

di Alessio Tambone , pubblicato il 07 Aprile 2008 nel canale SOFTWARE

“Distribuito da Warner Home Video arriva in Italia La leggenda di Beowulf. Robert Zemeckis riporta in vita con il Performance Capture il valoroso guerriero. Tra le varie edizioni in commercio AV Magazine ha analizzato il disco Blu-ray. Ecco il nostro giudizio”

Risalendo al poema

La storia originale di Beowulf è narrata in un poema lungo 3.000 righe ambientato durante il VI-VII secolo in Danimarca. Il vero autore di Beowulf è sconosciuto: la storia è giunta a noi attraverso varie trascrizioni realizzate su fogli o pelle trattata. Intorno al 900 l'intero poema è stato raccolto in un volume insieme alla storia di San Cristoforo, ad una raccolta di aneddoti sull'Oriente, ad una lettera presumibilmente scritta da Alessandro Magno e ad un poema sul personaggio biblico Giuditta. Purtroppo questo antico manoscritto è stato parzialmente distrutto nell' incendio della libreria Cotton del 23 Ottobre 1731: un danno enorme alla più grande raccolta di testi letterari medievali, che comprendeva anche il poema Pearl e il bellissimo Evangelario di Lindisfarne. Oggi quel che resta delle pagine di Beowulf è conservato a Londra presso il British Museum.

Nel corso dei secoli Beowulf non ha goduto di molta fama. Molte le motivazioni plausibili: una forma linguistica particolare per l'epoca che non utilizza la rima o il pentametro; la presenza di un massiccio vuoto temporale tra l'inizio e la fine della vicenda. Ma soprattutto la centralità di un eroe che si batte contro draghi e mostri. Solo nel XX secolo Beowulf ha ritrovato l'interesse da parte degli studiosi e dei lettori grazie al lavoro di J. R. R. Tolkien. L'autore de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, oltre a prendere spunto da Beowulf per le sue opere, nel 1936 scrisse addirittura un saggio sull'opera intitolato Beowulf: il mostro e i critici.