Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LAB: Sony Xperia Z1

di Emidio Frattaroli , Franco Baiocchi , pubblicato il 10 Ottobre 2013 nel canale MOBILE

“Il nuovo Sony Xperia Z1, presentato all'IFA di Berlino, è tra i pochi terminali dotati del nuovo SoC Snapdragon 800 ed è probabilmente uno dei più veloci e potenti terminali presenti sul mercato. Ecco la nostra analisi con benchmark ABD, limitati al momento alla sezione audio e display, oltre che a CPU e GPU.”

LAB: Display benchmark

Prima dei benchmark sul display è necessaria una precisazione. In occasione della presentazione dell'Xperia Z1 che si è tenuta all'IFA, c'è stata molta enfasi sul "nuovo" display con diagonale da 5" a risoluzione full HD, dotato delle "tecnologie" Triluminos for Mobile" e X-Reality for mobile. Dalle misure che abbiamo effettuato, il display del nuovo Xperia Z1 sembra IDENTICO a quello del precedente modello Xperia Z: stessa luminanza, stesso rapporto di contrasto nativo, stesso gamut e stesso angolo di visione. In realtà il display del nuovo Xperia Z1 va anche peggio poiché nel vecchio Xperia Z c'è la possibilità per l'utente di calibrare colori e bilanciamento del bianco. Questa possibilità nel nuovo Xperia Z1 è stata rimossa. Sia ben chiaro: il display dell'Xperia Z1 è molto buono. Ma non c'è nessuna tecnologia "Triluminos" e nessun miglioramento rispetto al display del modello Xperia Z.

La tecnologia Triluminos, quella vera, che permette un gamut colore molto ampio e un'elevata efficienza luminosa, per il momento è appannaggio soltanto dei TV Sony di fascia alta, sia 4K che full HD, ed è basata su un nuovo tipo di retroilluminazione. In questo articolo troverete maggiori informazioni mentre in quest'altro articolo ci sono le nostre prime misure. Abbiamo già in laboratorio un TV Sony 4K e a breve pubblichermo un test completo. Nel Sony Xperia Z1 invece l'unità di retroilluminazione è ancora di tipo tradizionale. Detto questo, onore al merito per Sony che, con un paio di righe sulle caratteristiche tecniche del prodotto, è riuscita a far sperticare in elogi su presunti miglioramenti nel display rispetto all'Xperia Z da parte di molti colleghi della stampa specializzata.

Benchmark Luminanza

Iniziamo dal livello di luminanza, ottenuto con l'unità di retroilluminazione (B.L.U. = Back Light Unit) al massimo della potenza e disattivando anche il sensore di illuminanza che modula la potenza del display in base alle condizioni di luminosità ambientale. Il livello è medio, nettamente al di sotto dei migliori display LCD (iPhone ed LG Electronic) ma di gran lunga al di sopra dei migliori display con tecnologia AMOLED.

Benchmark Rapporto di contrasto

Il rapporto di contrasto nativo dell'Xperia Z1 è modesto, più che sufficiente per ogni condizioni di visione ma al buio, nella visione di contenuti di qualità, mostra tutti i suoi limiti, con un livello del nero troppo elevato e che non è al passo neanche dei migliori display LCD presenti sul mercato. Il divario con i display AMOLED è disarmante. Le similitudini con il display del modello Xperia Z parlano da sole.

Benchmark Gamma

Per la curva del gamma Sony da un lato sembra che abbia scelto di privilegiare la leggibilità del display in ambienti luminosi, scegliendo un coefficiente medio-basso ma che permette di avere ottimi risultati. la curva però è molto "accidentata" con un picco sulle basse luci, al 10% di intensità del segnale in ingresso. Al buio le cose non cambiano neanche attivando il sensore di illuminanza ambientale: in questo caso, con un gamma così basso, le immagini viste al buio risultano poco contrastate e con poca profondità.

Benchmark bilanciamento del bianco

Il bilanciamento del bianco dell'Xperia Z1 è nella media, con una decisa dominante fredda ma con i livelli tra il 20% e il 40% della scala dei grigi molto vicini al riferimento. La sostanza però non cambia e il peggioramento rispetto al display dell'Xperia Z è evidente, soprattutto se osserviamo la tabella del benchmark, con il Delta E. In questo caso, la mancanza della possibilità di tarare il display, come nel Lumia 925 e come nell'Xperia Z penalizza il nuovo Xperia Z1 in maniera netta.

Benchmark Gamut e Colori

Ed ecco infine il gamut dei colori, molto vicino al riferimento dell'alta definizione, esattamente come lo era quello del modello Xperia Z. Ed è un'ottima notizia poiché il Delta E dei colori, anche a saturazione più bassa, è molto buono, tra i migliori mai osservati. In buona sostanza, il display del nuovo Z1 non sorprenderà per colori sgargianti e per rapporto di contrasto ma si caratterizza per colori molto naturali e per prestazioni che, nella media sono più che buone, soprattutto in ambiente luminoso.

Maggiori informazioni sull'esecuzione dei nostri Display benchmark sono disponibili al seguente indirizzo:

Display benchmark: www.avmagazine.it/articoli/mobile/818

Segue : L'ascolto Pagina successiva