Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Lenovo tablet Yoga TAB 3 Pro

di Emidio Frattaroli , Franco Baiocchi , pubblicato il 19 Dicembre 2016 nel canale MOBILE

“Il tablet Lenovo riunisce una dotazione hardware esclusiva: soundbar con 4 altoparlanti, elaborazione Dolby Atmos, proiettore DLP con LED RGB, batteria da oltre 10 Ah per un'autonomia eccezionale, il tutto con costruzione e finiture da primo della classe, come la qualità audio e video, anche del videoproiettore DLP...”

Ergonomia e Hands on


 - click per ingrandire -

Il tablet ha un design molto raffinato e la costruzione è di notevole fattura; si presenta inoltre molto solido e robusto, grazie all'utilizzo di alluminio nella realizzazione dello chassis, completamente di metallo e rivestito nella base di finta pelle; il prezzo che si paga è però un'eccessiva pesantezza del dispositivo anche se la forma cilindrica laterale, che contiene il pacco batterie, gli conferisce uno sbilanciamento opportuno ed aiuta ad avere una presa sicura e comoda per tenerlo con una sola mano.


 - click per ingrandire -

Il tablet è dotato di un'asta di sostegno al lato del dispositivo che consente l'utilizzo in quattro diverse modalità: Hold, Tilt, Stand e Hang. Nella modalità Hold la kickstand è completamente chiusa nel suo alloggiamento e ci permette di tenerlo in mano grazie ad una comoda presa sul pacco batterie. Nella modalità Tilt la kickstand è aperta e quasi perpendicolare al dispositivo e funge da spessore per tenere il tablet con un'inclinazione sufficiente quando si appoggia su di una superficie piana, utile anche per proiettare sulla parete opposta il contenuto del display. In quella stand il tablet ottiene un'inclinazione molto maggiore se appoggiato su di una suerficie e la kickstand ha la stessa funzionalità di un supporto da cornice per mobili. In ultimo la modalità Hang con la kickstand parallela ed essendo provvista di un occhiello è possibile appendere il dispositivo ad una parete.


 - click per ingrandire -

Il touchscreen è dotato di tecnologia proprietaria Lenovo AnyPen, che rileva qualsiasi oggetto conduttivo come se si trattasse di una penna. A detta di Lenovo questa funzione risulta particolarmente utile quando si utilizza il tablet per tracciare disegni o prendere appunti visto che non c'è il bisogno di appoggiare le mani sporche sullo schermo. In realtà, secondo la mia modestissima opinione, ritengo questa funzionalità pressochè inutile per non dire alquanto fastidiosa. E' infatti successo numerosissime volte di interrompere la visione di un video o di uno spettacolo in streaming, visto che è sufficiente un semplice sfioramento di un cavo, come ad esempio quello degli auricolari o quello di alimentazione, per generare comandi indesiderati sul touchscreen con conseguente lancio di improperi.  

  
 - click per ingrandire -

Dopo l'accensione, durante cui viene mostrata un'animazione proprietaria di Lenovo, otteniamo la schermata "home" in cui sono presenti di default, la barra di google per il search, l'orario e la data, un widget di Netflix e una serie di shortcut per app come quelle di Google, la mail, la gestione del picoproiettore, la pagina delle app. Le app di default sono davvero poche, solo quelle essenziali, a cui si aggiungono una presentazione del dispositivo che spiega le varie funzionalità una guida per l'utente, un antivirus ed una app per la gestione delle elaborazioni Dolby.