Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HTC Desire 626

di Emidio Frattaroli , Franco Baiocchi , pubblicato il 11 Novembre 2015 nel canale MOBILE

“Esponente della fascia media, il Desire 626 di HTC strizza l'occhio alla fascia medio-alta per la qualità delle finiture, dei materiali, per l'ottimizzazione del software e per prestazioni audio che, in alcuni aspetti, sfidano la fascia più alta del mercato”

Display Benchmark


 - click per ingrandire -

Il display del Desire 626 è probabilmente un elemento con tecnologia LCD TN di qualità media. Purtroppo nel software di controllo non è prevista la possibilità di selezionare profili colore o effettuare una calibrazione colore manuale (come in alcuni Sony o in tutti i Lumia). Maggiori informazioni sulle nostro misure sono disponibili nella guida sui Display benchmark pubblicata al seguente indirizzo.

 

Benchmark Luminanza


 - click per ingrandire -

Il valore di luminanza più elevata è di 374 NIT ed è nella media rispetto a prodotti di fascia comparabile. Selezionando manualmente il livello minimo, si scende fino a 8,73 NIT: non si tratta di un valore molto contenuto e in ambienti completamente oscurati potrebbe risultare troppo elevato.

 

Benchmark Rapporto di contrasto


 - click per ingrandire -

Il rapporto di contrasto nativo del Desire 626 è piuttosto basso, anche rispetto ad altri smartphone dotati di display con la stessa tecnologia (LCD). Ovviamente, il divario con i display AMOLED è disarmante, a favore di questi ultimi. Questo vantaggio sarà eclatante in ambienti molto scuri ma meno evidente con molta luce in ambiente. Sotto al sole, diretto o indiretto che sia, poco importa quale sia il massimo rapporto di contrasto: in quel caso vince chi ha il display più luminoso in assoluto e il Desire 626 è in linea con la luminanza dei display AMOLED come quello del Galaxy S6.

 

Benchmark Gamma


 - click per ingrandire -

La curva del gamma visualizzata è quella relativa alle impostazioni di default che non possono essere modificati. Il gamma medio è praticamente sovrapponibile al riferimento di 2,22 e il fatto che sia mediamente più elevato nella metà più elevata della rampa di luminanza, dona alle immagini una dinamica soggettivamente superiore. Sulle basse luci, c'è il rovescio della medaglia con primi gradini della scala dei grigi a livello un po' troppo elevato e con "dinamica" siggettivamente inferiore. La prestazione generale è buona ma con qualche accorgimento sarebbe possibile fare qualcosa di più.


 - click per ingrandire -

Il bilanciamento del bianco del Desire 626 è solo discreto, con una decisa dominante "fredda" che è più evidente sulle basse luci, con il Delta E (uv) mediamente elevato. Eppure, considerate le prestazioni misurate fino ad oggi, lo smartphone di HTC  può inserirsi con prepotenza al terzo posto in classifica, insidiando smartphone dal costo nettamente superiore!

 

Gamut e Colori

 
- click per ingrandire -

Ed ecco infine il gamut dei colori, abbastanza vicino al riferimento dell'alta definizione per quanto riguarda l'area del gamut, più lontano per quanto riguarda la tinta dei colori secondari ciano e magenta (tendenti leggermente al blu per "colpa" del bilanciamento del bianco) e anche per il leggero eccesso di saturazione della componente blu. Le prestazioni generali, rispetto alla concorrenza, sono comunque più che buoni.

Maggiori informazioni sull'esecuzione dei nostri Display benchmark sono disponibili al seguente indirizzo:

Display benchmark: www.avmagazine.it/articoli/mobile/818