Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Microsoft Lumia 640 XL

di Emidio Frattaroli , Franco Baiocchi , pubblicato il 07 Settembre 2015 nel canale MOBILE

“Con meno di 200 Euro, Microsoft ha creato un piccolo miracolo, con qualità dell'audio e del display che superano di gran lunga alcuni concorrenti dal costo più che quadruplo, il tutto con un sistema operativo che riesce a far girare velocemente un hardware che notoriamente non brilla per le sue prestazioni”

Audio benchmark

Potenza d'uscita

La potenza d'uscita del Lumia 640 XL è da primo della classe, su carichi elevati supera di misura anche l'iPhone 5 e viene battuto solo dal Galaxy S6 edge. In altre parole, il Lumia è in grado di pilotare anche cuffie con impedenza piuttosto elevata, almeno fino a 250 ohm. Su carichi più bassi, la potenza è più bassa rispetto ai primi della classe ma rimane comunque molto elevata. Approfittiamo per ricordare che sul controllo volume, Windows Phone ha molti più step rispetto ad Adroid e trovare un livello di volume soggettivamente confortevole è molto più semplice.

Per quanto riguarda il benchmark per la potenza d'uscita, il Lumia 640 XL supera l'iPhone 5 ad alta impedenza (250 ohm) e con carico di 30 ohm si superano con decisione i 5 milliwat.

Risposta in frequenza

La regolarità e l'estensione in frequenza del Lumia 640 XK è esemplare. Purtroppo, per il poco tempo a disposizione che ci è stato concesso per il test, abbiamo effettuato il test soltanto con file di tipo WMA, con campionamento a 48 kHz, rimandando a data da destinarsi un test con file senza compressione e con maggiore estensione in frequenza.

Il Lumia 640 XL è secondo solo al Galaxy S6 edge, sia per quanto riguarda l'estensione in frequenza che per la regolarità della risposta in frequenza. Si tratta di una prestazione a dir poco eccellente e quasi incredibile se rapportata alla fascia di prezzo dello smartphone di Microsoft.

Distorsione armonica totale + rumore

 
- click per ingrandire -

Anche in questo caso, l'andamento della distorsione + rumore in funzione della frequenza mostra una prestazione in linea con i migliori dispositivi misurati nel nostro laboratorio, sia con potenza di uscita ad 1 mW, sia alla massima potenza, pari a ben oltre i 5 mW. Si tratta comunque di valori inudibili in ogni condizione e viene battuto dai mostri sacri soltanto di misura.

Rapporto S/N e dinamica

Se su potenza, riposta in frequenza e distorsione il nuovo Lumia 640 XL può rivaleggiare con i migliori prodotti sul mercato, sul rapporto segnale/disturbo e sulla gamma dinamica viene distanziato in misura maggiore anche se i valori registrati sono ottimi in assoluto. Approfittiamo anche per una nota che riguarda il valore registrato dal Nexus 6 nel rapporto S/N: in questo caso, la distanza dal valore di gamma dinamica (pari a 82 dB) suggerisce lo spegnimento dell'uscita in asenza di segnale, quindi non è da prendere in considerazione.

Sbilanciamento e diafonia

Per quanto riguarda la diafonia, ovvero la separazione tra i due canali, e lo sbilanciamento tra i due canali (differenza di livello di uscita tra il canale sinistro e quello destro) Il Lumia 640 XL torna di nuovo nel gruppo dei migliori, con prestazioni impensabili per un prodotto di fascia medio-bassa.

 
- click per ingrandire -

Per finire, per quanto riguarda l'analisi dell'altoparlante integrato per il viva-voce, sviluppato in collaborazione con Gian Piero Matarazzo, c'è bisogno di un approfondimento. Le prestazioni sono indiscutibilmente da primo della classe, sopratutto per l'estensione nelle prime ottave. D'altra parte, bisogna ricordare che l'altoparlante è posizionato sul pannello posteriore; per questo motivo, se lo smartphone sarà poggiato su una superficie con lo schermo rivolto verso l'alto, l'attenuazione del viva-voce sarà molto elevata, vanificando di fatto l'ottima prestazione registrata in campo vicino. Ricordiamo anche che, nella tabella relativa al benchmark, abbiamo preso come riferimento soltanto quattro bande di frequenza: 250Hz, 1kHz, 4kHz e 10kHz. Il risultato finale è la media dei livelli alle quattro frequenze di riferimento.

Maggiori informazioni sull'esecuzione dei nostri Audio benchmark sono disponibili al seguente indirizzo:

Audio benchmark: www.avmagazine.it/articoli/mobile/819