Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pro Evolution Soccer 2015

di CineMan , pubblicato il 09 Febbraio 2015 nel canale GAMING

“Sul campo delle console next-gen Konami ha schierato un game che darà filo da torcere al rivale FIFA di Electronic Arts. Giudizio tecnico-ludico del nuovo PES”

Single e multi player

Single Player

L'approccio migliore a questo avanzato simulatore di calcio 3D in terza persona da parte dei neofiti passa obbligatoriamente per l'ampio tutorial a corredo. Una sezione allenamenti aiuta a comprendere i movimenti prendendo al tempo stesso dimestichezza con la rosa di comandi richiesti la cui piena padronanza e la conseguente reattività durante la partita consentiranno di uscire vincenti, anche quando il gioco si farà duro.

Avanzare di livello nel tutorial implica dimostrare di avere compreso il movimento base, all'interno di un allenamento che ha durata di manciate di secondi dove occorre concludere positivamente il più elevato numero di azioni per raggiungere il massimo punteggio possibile. Si inizia spesso in solitaria per poi affrontare non più sagome immobili ma avversari veri e propri.

Il cosiddetto “Allenamento abilità” è suddiviso in quattro sezioni: base, intermedio, avanzato ed esperto, suggeriamo caldamente di concludere tutte e quattro con la massima prestazione possibile, solo così il divertimento in campo sarà assicurato.

Nel dettaglio il tutorial permette di imparare: dribbling, passaggio, tiro, contrasto, cross, scatto, passaggio filtrante, calcio rigore (anche lato portiere), scivolata, passaggio alto, allontanare il pallone, controllo ravvicinato, passaggio filtrante alto, calcio d'angolo, punizioni, pressing dei compagni, tiro calibrato, tiri al volo e di testa, pallonetto, uno-due, situazioni di attacco e comandi abilità.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Una volta acquisita la giusta padronanza dei comandi si può 'correre' all'interno di una esibizione per saggiare le proprie qualità calcistiche e rimanere da subito colpiti dall'efficace resa del game.

La soluzione di continuità sul terreno e i movimenti dei giocatori sono certo legati sia alla presenza del motore “Fox Engine” di Hideo Kojima che a un'avanzata intelligenza artificiale. Tra difesa e attacco le sorprese non mancano con la risposta di ogni singolo giocatore tenuta (più o meno) sotto controllo da uno specifico sistema che ne amministra la curva atletica e di risposta fisica in decadimento man mano che scorrono in minuti all'interno dell'ora e mezza.

Il gamer deve quindi prendere le debite precauzioni approntando uno stile e un ritmo partita che non azzeri le prestazioni fisiche già dopo la prima mezz'ora, costretto a mettere in gioco un'ampia riflessione su tempi e tattiche dove è fondamentale coinvolgere squadra e gestire l'eterogenea risposta fisica e prestazionale diversa per atleta.

Tattica e impostazioni di cui si dispone all'inizio di ogni confronto, potendo scegliere tra diversi schemi e posizione giocatori in campo, risultano ulteriormente ampliate per uno stile ancor più personale agendo addirittura sull'atteggiamento da tenere in campo attraverso la sezione “Istruzioni Gara” in cui definire per esempio l'area di attacco e il numero di giocatori nella fase di recupero pallone, gestire il possesso palla, i passaggi, il contropiede, stabilire il modulo fisso oppure dinamico a seconda dell'andamento della specifica azione.

È possibile affidare al sistema la valutazione del momento specifico di gioco, a seconda che si sia in possesso o meno di palla, oppure far valutare la zona di campo dove si sta svolgendo l'azione.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Multiplayer

Altro punto di forza è senza dubbio la sezione multiplayer, attuabile sia localmente che collegati alla rete. La gamma delle possibilità è ampia ed entusiasmante, in particolare per chi desidera cimentarsi con la formazione creata tramite myClub e scontrarsi contro altri gamer per varie sfide tra coppe e non oppure mettersi alla prova con la lunga e difficile Divisione Online che comporta ben dieci stagioni in cui tentare di primeggiare.

In presenza di uno stabile e dignitoso collegamento rete dovrebbe essere difficile incappare in situazioni di lag o rallentamenti vari con le tipiche instabilità croce delle passate edizioni.

Sino a 4 giocatori offline e 11 contro 11 online, modalità cooperativa eccellente con la possibilità di giostrare i gamer con suddivisione di parte dell'area tra attacco, centrocampo e difesa. La versione PS4 da noi testata è completamente in italiano.